Rispondi a: Paolo di Tarso, un super apostolo inventato. Ecco le prove.

Home Forum TEOLOGIA Paolo di Tarso, un super apostolo inventato. Ecco le prove. Rispondi a: Paolo di Tarso, un super apostolo inventato. Ecco le prove.

#36512

Emilio
Partecipante

Ciao Cecco,

amico conosciuto in altri forum e insieme impegnati negli studi per smascherare le mirabolanti vicende narrate nei vangeli e fatte passare come “Verità Divine” dalla Chiesa. Hai subito esordito evidenziando un passo evangelico, sfuggito anche a me, in cui si dimostra il ragionamento errato, tanto più assurdo perché fatto dal Dio Gesù.
Non è accettabile che il “Redentore dell’umanità peccatrice” – nel momento stesso in cui abita e dopo aver pernottato nella Sua casa sita a Nazaret, in Galilea – si svegli il mattino dopo e … :

[color=#000099]“Gesù aveva stabilito di partire per la Galilea …” [/color](Gv 1, 43).

Ho fatto tesoro della tua acribia che ho già inserita nel prossimo argomento, quando, insieme, dimostreremo che la Nazaret dei vangeli non corrisponde alla città attualmente riconosciuta dai Cristiani … ma a Gàmala, la città di Giuda il Galileo e dei suoi figli, i quali avevano gli stessi nomi dei fratelli di “Gesù”.

Per quanto concerne Apollonio di Tiana mi limito ad aggiungere un particolare per i lettori (tu lo conosci bene): il suo mito come “Salvatore Demiurgo” non ottenne successo perché non contemplava il “Sacrificio Eucaristico”. Questo fu il vero cavallo vincente del cristianesimo gesuita: il rituale teofagico, della “Hostia Consacrata” pagana, innestato nel “Messia” ebraico, indispensabile per la “salvezza della vita eterna degli uomini buoni, poveri di spirito, docili e … tanto beati” .
Noi scettici, invece, dopo annose ricerche, siamo riusciti a dimostrare l’inesistenza di Gesù, Apostoli, Maria Vergine Immacolata, san Giuseppe, miracoli ecc.

La dottrina cristiana è ormai indifendibile … e lo sa bene “Giorgi”, curatore della “Parusia di Gesù”, il quale bada bene di tenersi alla larga dalle nostre argomentazioni che smentiscono “L’Avvento” e, di conseguenza, cancellano ogni possibilità di “Ri-Avvento”: se Gesù non è mai venuto come potrebbe ri-tornare?

“Gesù” ovvero “Jeshù a”, aramaico, vuol dire “Salvatore”.
Il suo mito fu creato artatamente e si evolse nei secoli. Oggi risulta un semplice involucro ideologico la cui incarnazione fu dichiarata religione unica ufficiale da un Impero Romano decadente e da esso divulgata.
Il percorso successivo si è dimostrato il più grande lavaggio del cervello che l’umanità abbia mai conosciuto.
I Templi e i pulpiti dei “Ministri di Dio”, più comunemente “Preti”, sono stati sempre mantenuti dalla gente lavoratrice e corteggiati dai potenti reggenti della civiltà occidentale per evidente interesse politico … sino ad oggi.

Suvvia, Giorgi, si faccia coraggio, “batta un colpo”, dimostri a tutti che stiamo sbagliando; entri nel merito delle dimostrazioni sul “Cristo storico” che si susseguono in Altro Giornale e ci smentisca, o, quanto meno, chieda l’intervento soccorritore di un esegeta clericale: il suo Gesù, oggi, non è più un “Mistero”: storia, archeologia, numismatica e logica ci hanno permesso di conoscere le origini del mito che lei si sforza di propagandare.
Forse non lo sa, o finge di ignorarlo, che Papa Benedetto (da Dio, ovviamente), da oltre due anni incita ripetutamente i credenti ad intervenire nella rete web “per difendere i valori della Fede Cristiana” .

Noi siamo qui, fiduciosi che anche lei si decida a fare il suo dovere di adepto convinto in “Gesù Cristo”… iniziando col dimostrarne prima il Suo “Avvento”, poi la “Parusia”.

Emilio Salsi