Rispondi a: Paolo di Tarso, un super apostolo inventato. Ecco le prove.

Home Forum TEOLOGIA Paolo di Tarso, un super apostolo inventato. Ecco le prove. Rispondi a: Paolo di Tarso, un super apostolo inventato. Ecco le prove.

#36526

CeccodAscoli
Partecipante

TALIS PATER, TALIS FILIUS, eh!eh! le penne, le penne, che casino.

L’ Apocalittico Mashiach tutto pax et amore:
* Mt. [10/34] Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; non sono venuto a portare pace, ma una spada.
* [12/49] Sono venuto a portare il fuoco sulla terra; e come vorrei che fosse già acceso!
* Mc. [13/12] Il fratello consegnerà a morte il fratello, il padre il figlio e i figli insorgeranno contro i genitori e li metteranno a morte.
* Tom. Cap.18 Gesù disse, “Forse la gente pensa che io sia venuto a portare la pace nel mondo. [u]Non sanno che sono venuto a portare il conflitto nel mondo: fuoco, ferro, guerra.[/u] !!!s' è scordato l'amore!!!
L’ Apocalisse o Rivelazione o Libro della Rivelazione.
Apoc.[14/16] Allora colui che era seduto sulla nuvola gettò la sua falce sulla terra e la terra fu mietuta.
[17] Allora un altro angelo uscì dal tempio che è nel cielo, anch'egli tenendo una falce affilata.
[18] Un altro angelo, che ha potere sul fuoco, uscì dall'altare e gridò a gran voce a quello che aveva la falce affilata: “Getta la tua falce affilata e vendemmia i grappoli della vigna della terra, perché le sue uve sono mature”.
[19] L'angelo gettò la sua falce sulla terra, vendemmiò la vigna della terra e gettò l'uva nel grande tino dell'ira di Dio.
[20] Il tino fu pigiato fuori della città e dal tino uscì sangue fino al morso dei cavalli, per una distanza di duecento miglia.
[16/4] Il terzo versò la sua coppa nei fiumi e nelle sorgenti delle acque, e diventarono sangue.
[5] Allora udii l'angelo delle acque che diceva: “Sei giusto, tu che sei e che eri, tu, il Santo, poiché così hai giudicato.
[6] Essi hanno versato il sangue di santi e di profeti, tu hai dato loro sangue da bere: ne sono ben degni!”.
[7] Udii una voce che veniva dall'altare e diceva: “Sì, Signore, Dio onnipotente; veri e giusti sono i tuoi giudizi!”.
[8] Il quarto versò la sua coppa sul sole e gli fu concesso di bruciare gli uomini con il fuoco.
[9] E gli uomini bruciarono per il terribile calore e bestemmiarono il nome di Dio che ha in suo potere tali flagelli, invece di ravvedersi per rendergli omaggio.
[10] Il quinto versò la sua coppa sul trono della bestia e il suo regno fu avvolto dalle tenebre. Gli uomini si mordevano la lingua per il dolore e ì
[11] bestemmiarono il Dio del cielo a causa dei dolori e delle piaghe, invece di pentirsi delle loro azioni.

La pazzia accompagna sempre la mente criminogena.

Saluti Cecco