Rispondi a: Gesù Cristo? Sepolto in Giappone…

Home Forum TEOLOGIA Gesù Cristo? Sepolto in Giappone… Rispondi a: Gesù Cristo? Sepolto in Giappone…

#36606

Nuzzi
Partecipante

[quote1291204873=Richard]
esatto io penso che il Cristianesimo attuale, si sbagli dividendo Dio dalla Creazione o dall'Universo come preferisci.
Io ho le mie personali idee, non seguo nessuna religione…sto imparando e discutendo qua per la prima volta di certi argomenti nello specifico.
Penso che l'uomo abbia la scelta di comportarsi in un modo o nell'altro e di apprendere poi dalle conseguenze.

[/quote1291204873]

Perfetto, siamo quasi d'accordo.
Rimane ancora una piccola precisazione.
Quando dici “cristianesimo attuale” a mio parere confondi un po' le idee.
Il principio del dualismo non è frutto del cristianesimo attuale ma è frutto di ogni cristianesimo e dell'ebraismo da cui il cristianesimo deriva.
Il fatto che Dio si il bene e Satana sia l'allontanamento dal bene (quindi il male) è un pricipio che si legge già nelle prime pagine della bibbia, nelle seconde, nei vangeli, negli atti degli apostoli e anche nell'apocalisse di giovanni.
C'è poco da fare, il cristianesimo divide bene e male e per questo crea la regola: se seui il bene sei felice se segui il male sei infelice. In un caso la tua vita dopo la morte sarà piena e felice nell'altro sarà vuota e sofferente.
Per questo contestavo le parole di Gesù, che a prima vista possono sembrare libertarie e amorevoli ma viste nell'ottica generale di quella religione assumono comunque la valenza che spiegavo prima, cioè il ricatto morale del “o ti comporti come dico io oppure caxxi tuoi”.
Secondo me è il momento dfi smettere con quel pensiero tipico della New age, per la quale ogni religione è simile e il principio di tutto è l'amore, perchè per quanto riguarda i monoteismi non è così.
Concludo con un pensiero.
Anche ammettendo l'amore come forza creatrice e sostenitrice dell'universo dobbiamo però porci un'altra domanda:
Chi decide cos'è amorevole e cosa non lo è?
A mio parere anche uccidere, in taluni casi è u ngesto d'amore: penso a welbi o all'englaro, però per il cristianesimo è male e va evitato.
Questo semplice esempio ci fa capire come la questione sia molto più complicata della semplice semplificazione che deriva dalla religione.
Cos'è amore? Cos'è felicità? Cos'è vita?
Sono domande a cui la religione da tempo ha smesso di dare risposte, a mio parere l'unica possibilità è affidarsi al pensiero filosofico che ha l'enorme vantaggio di non essere dogmatico.