Rispondi a: Gamala, la città che ispirò la vera storia di Gesù

Home Forum TEOLOGIA Gamala, la città che ispirò la vera storia di Gesù Rispondi a: Gamala, la città che ispirò la vera storia di Gesù

#36636
Richard
Richard
Amministratore del forum

1. I Vangeli non narrano assolutamente di fatti storici reali, pertanto la maggior parte dei fatti narrati non possono essere ritenuti accreditabili né verosimili.
2. La vita di Gesù, per quanto straordinaria possa sembrare, è composta perlopiù da vicende mai verificatesi, i cui episodi tuttavia entrano palesemente in contatto con personaggi realmente esistiti (vedi Giovanni il Battista, Ponzio Pilato, Anna, Caifa, etc.) e ampiamente descritti nelle storiografie degli autori extratestamentari.
3. Non c’è mai stato un autentico processo nel Sinedrio. Gesù, o chi per lui ne faceva le veci, è stato invece direttamente catturato da un alto funzionario romano.
4. Poiché almeno il 60% delle vicende intercorse nei Vangeli sono false e non accreditabili storicamente, è necessario fare almeno chiarezza sul restante 20% per riuscire infine a scoprire la vera identità storica di Gesù, detto il Cristo..

Secondo le ultime scoperte della fisica quantistica noi non siamo altro che un complesso ologramma, un immagine in 3D che si muove ed interferisce in una specie di oceano quantico in continuo fluire di un campo elettromagnetico. Siamo dentro un videogame. Di conseguenza è facile concepire, come anche voi sostenete, che fuori da questo mondo d'illusione, a qualche livello di realtà più profondo, noi siamo tutti uniti, facenti parti di un unico ente; al di fuori di questo deplorevole inganno noi rappresentiamo uno e tutt'uno.
Un caro saluto
Alessio

In generale su questi punti concordo e non mi meraviglia la confusione nei testi su Gesù
Chiaramente “videogioco” è un modo molto semplificato per descrivere l'”illusione”.
Alessio ti invito a vedere questi

8 ore in tutto ma ne vale assolutamente “la pena”, faticherai a staccare gli occhi
è sottotitolato in italiano

Secondo le idee che sto seguendo in merito al concetto “olografico”, la teoria delle stringhe però è fuori pista, troppo artificiosa e complessa perchè derivante da un modello quantistico sorpassato e che non tiene davvero conto dell'”energia di punto zero”/vacuum energy
[youtube=480,385]MljAMG8vvpM
[youtube=420,347]portalplayer.swf
———–
http://theresonanceproject.org/blog/?cat=3
Rispetto a questo concetto e ai test ora in corso per verificarlo Haramein scrive:
It is an important discovery in the context of the holofractographic theory I have been working on all these years. It is crucial to understand that the holographic function of the universe would not be a 2-dimensional surface (such as a photographic plate), but a 4-dimensional spacetime structure. From this understanding, the fractal nature of the holographic interference pattern becomes crucial to describe the vacuum geometry. This may bring us a whole new level of our understanding of the universe and singularity, and eventually bring us to levels of technology that transcend our current limitations.

E' una scoperta importante nel contesto della teoria olofrattografica su cui lavoro da tanti anni. E' cruciale capire che la funzione olografica dell'universo non sarebbe una superficie bidimensionale (come una placca fotografica), ma una struttura spaziotemporale quadridimensionale. Da questo punto la natura frattale dello schema di interferenza olografico diviene cruciale per descrivere la geometria del vacuum. Questo puo portarci ad un nuovo livello di comprensione dell'universo e della singolarità e infine portarci a livelli di tecnologia che trascendono le nostre limitazioni correnti.

————-
Secondo la pista che segue Haramein, i testi sacri principali del mondo contengono codificate le istruzioni per capire questa scienza della realtà e per produrre tecnologia avanzata anche per viaggi spaziali e free energy. Questo codice è sopravvissuto nel tempo ma poi è stato molto confuso e strumentalizzato per portare confusione invece che conoscenza.

Propongo anche a te, come feci con Emilio, ma rischiando un poco troppo 🙂
questo passo dalle letture psichiche di Edgar Cayce
—————-
D- Per favore descrivete l’educazione di Gesù in Egitto nelle scuole esseni di Alessandria e Eliopoli
R- Non ad Alessandria,–piuttosto ad Eliopoli, per i periodi del raggiungimento del sacerdozio, o per fare gli esami là—come fece Giovanni. Uno era in una classe, l’altro nell’altra.

D- Perché la Bibbia non parla dell’educazione di Gesù, o ci sono ora dei manoscritti sulla terra che daranno questi dettagli mancanti ?
R- Ve ne sono alcuni che sono stati contraffatti. Tutti quelli che esistevano sono stati distrutti,– cioè gli originali – con le attività ad Alessandria.

D- Quando si rese conto Gesù che egli avrebbe dovuto essere il Salvatore del mondo ?
R- Quando cadde ad Eden.
D- Gesù ha studiato sotto Apollo e altri filosofi greci ?
R- …Gesù, come Gesù, non si è mai appellato agli esperti delle cose del mondo

D- A partire da quale periodo e per quanto tempo Egli rimase in India ?
R- Da tredici a sedici. Un anno in viaggio e in Persia; la maggior parte era in Egitto. In questo la parte più grande si vedrà nelle testimonianza lasciate là nelle piramidi; perché qui si insegnò agli iniziati.
D- Descrivete gli insegnamenti ricevuti in India.
R- Quelle purificazioni del corpo in relazione con la preparazione per la forza nel fisico, nonché nell’uomo mentale. Nei viaggi e in Persia l’unità di forze in relazione con quegli insegnamenti di quello dato in quelli di Zu e Ra. In Egitto ciò che era stata la base di tutti gli insegnamenti in quelli del tempio, e le conseguenze delle azioni del crocifiggere del sé in relazione agli ideali che consentono le capacità di portare avanti ciò che si è stati chiamati a fare.

D- In quale piramide ci sono le testimonianze del Cristo ?
R- Quello deve ancora essere scoperto.
D- Vi sono delle testimonianze scritte degli insegnamenti che non sono ancora state trovate ?
R- Piuttosto di più delle persone frequentate maggiormente, e quelle testimonianze che devono ancora essere trovate sulla preparazione dell’uomo, del Cristo, in quelle della tomba, o quelle ancora da scoprire nella piramide.
D- Quando sarà data la possibilità di scoprire queste ?
R- Quando vi è stato abbastanza della resa dei conti attraverso cui il mondo sta passando nel presente. Trentasei—trentotto—quaranta. 5749-2

http://www.edgarcayce.it/media/educazione.htm

(Cayce venne scomunicato..)

Mi sono interessato a questa fonte poco conosciuta in Italia, perchè mi interessa la questione della percezione extrasensoriale e perchè penso sia spiegabile e uno strumento da millenni parte dell'umanità perchè nella natura stessa della coscienza.
Per una rapida possibile spiegazione leggi qua
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6554

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6383.9

Quindi Cayce ha già, per chi vuole accettarlo, dimostrato di aver attinto ad informazione futura non accessibile in modo convenzionale, diciamo che tra questo tipo di fonti è una delle piu credibili e documentate che conosco e a cui ho potuto attingere un poco. Quindi io penso, se tramite i documenti è divenuto molto difficile ricostruire la storia, forse possiamo avere aiuto da chi ha in qualche modo piu o meno preciso, non dico perfetto, “rivisto” la storia con una facoltà avanzata ma inerente alla coscienza umana. Se Cayce ha ragione allora la documentazione su Gesù è nascosta e sarà trovata in particolari punti e strutture sul pianeta (come Giza e Teotihuacan).
Vedrai anche una interpretazione di Haramein sulla figura di Gesù nei video che ti ho suggerito.
Ciao :bay: