Rispondi a: SCIENTOLOGY

Home Forum TEOLOGIA SCIENTOLOGY Rispondi a: SCIENTOLOGY

#36698
farfalla5
farfalla5
Partecipante

[quote1307639561=kingofpop]
io l ho anche postato per capire le vostre opinioni,sicuramente ne sapete più di me ed è importante che mi facciate da 'guida' ..poi starà a me proseguire per la mia strada
[/quote1307639561]
King, dai un'occhiata a questo articolo…ma ce ne sono tanti altri

Tom Cruise indagato dall'FBI per Scientology?
mercoledì 09 febbraio 2011 da Alberto Graziola

Un colpo di scena sta scuotendo l’America. Tom Cruise, l’attore di tanto film d’azione famosissimo a livello internazionale, sarebbe sotto indagine dell’Fbi. Il motivo? Il suo ruolo all’interno di Scientology. Partiamo da una premessa fondamentale nota quasi a tutti: l’uomo è un seguace fedele della filosofia religiosa creata da Ron Habbard nel 1954 sul tema dell’auto aiuto chiamato ‘Dianetics’. L’accusa per Tom? Plagio e riduzione in schiavitù di alcuni membri da parte di David Miscavige, il leader della setta.

Tutto sarebbe emerso da una serie di indagini risalenti al 2009: alcuni ex adepti hanno raccontato episodi inquietanti e spaventosi, tra cui l’essere stati costretti ad abortire da parte del proprio capo spirituale. Ed è qui, con quel ruolo, che entra in scena Tom Cruise: secondo alcuni testimoni, diverse persone avrebbero ‘lavorato’ per lui per soli 50 dollari settimanali. Non potevano nemmeno rifiutarsi perchè una delle regole è seguire totalmente gli ordini e le richieste del proprio capo spirituale.

Secondo il codice penale della California, i reati imputabili alla riduzione in schiavitù comprendono atti che variano dai segni di trauma e fatica, alla paura, l’impossibilità di parlare a causa della censura imposta da altri, alle misure di sicurezza che impediscono la comunicazione.

Fonte | New Yorker via Il Quotidiano


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.