Rispondi a: Il mito del piccone

Home Forum TEOLOGIA Il mito del piccone Rispondi a: Il mito del piccone

#36866

AlessandroDa
Partecipante

[quote1315766175=pablo]
cari alessio ed alessandro, vorrei cercare di capire meglio la teoria sugli anunaki.
A me continua a non convincere questa cosa degli anunaki che arrivano sulla terra per l'estrazione di minerali e poi creano l'uomo
per farlo scavare al posto loro, mi sembra tutta una cosa troppo macchinosa per una civilta tecnologicamente evoluta.
volevano creare della forza lavoro ok ma un essere vivente per lavorare ha bisogno di grosse quantita' di cibo di acqua, si ammala
si ferisce lavorando ecc , insomma tutta una serie di problemi che gia'ad oggi i nostri cari governi vorrebbero eliminare.
questi esseri avevano una tecnologia in grado di creare un essere vivente e non disponevano di macchine automatiche?
macchine che oggi sono disponibili in quasi tutti i campi di impiego.
per concludere la mia personale teoria e':
coloro che incisero le tavolette vivevano in un contesto storico
culturale molto distante dal nostro attuale,all'epoca rendere fisicamente schiavo un'uomo era la normalita',
forse gli uomini di allora non riuscivano a capire un probabile
intento spirituale che spinse gli anunaki a venire qui' (nibiru secondo me era un'astronave),insomma interpretando a modo loro le informazioni che credo siano state
tramandate da generazione a gen..

voi sposate appieno la teoria di zecharia sitchin ?o avete un vostro pensiero
[/quote1315766175]

ciao e scusa il ritardo nella risposta, non sposo la teoria di sitchin, è altamente improbabile se non impossibile che una societa avanzata tecnologicamente usi il piccone per estrarre l'oro e per 144000 anni inoltre per modificare l'atmnosfera del loro pianeta, ci sarebbero modi piu semplici come alghe ecc, ma riman il fatto che 500 anni dopo il diluvio universale si sono eretti monumenti con pietre di 200 tonnellate ed oltre, allora?nella trilogia diamo la risposta a tutto tranquillo, ma per motivi editoriali posso arrivare fino ad un certo punto, spero che capirai, ma le tue analisi sono coerenti