Rispondi a: Dossier Alieni – con Biglino, Fratini, Ceci e Vasselli.

Home Forum TEOLOGIA Dossier Alieni – con Biglino, Fratini, Ceci e Vasselli. Rispondi a: Dossier Alieni – con Biglino, Fratini, Ceci e Vasselli.

#37035
Manuelito
Manuelito
Partecipante

nessuno potrà dire di esser stato impotente in quanto “vissuto su un Pianeta primitivo” perché la Terra e l'Universo sono la stessa cosa.

Stocazzo!…scusa ma mi è uscito spontaneo…ho la netta sensazione che il “gioco” sia più complesso di così…

La cosa che più non comprendo in alcuni di voi, è questa assurda visione da “illuminato” che vede il mondo come un’opportunità come le tante altre e l’essere umano come un lurido coglione che tutto sommato non merita nemmeno tutta sta grazia che è il Creato.
Si forse l’umano medio è anche un coglione, ma io non credo che le cose stiano proprio così.
Questa è una visione molto limitata che non considera un mucchio di cose.
Io non so da quale concetto profondo è partita questa tua affermazione, ma il tuo ragionamento esclude totalmente degli avvenimenti che hanno caratterizzato l’esistenza su questo pianeta e che lo hanno reso unico per difficoltà e complessità.

Sono migliaia i riferimenti che denunciano che su questo pianeta, qualcosa è “andato storto”.
Potrebbe essere andato storto qualcosa per colpa di un “errore” iniziale da parte del Logos che ha fatto da catalizzatore nel creare questo sistema….potrebbe essere che per rimediare a questo “errore” si è dovuto elaborare un “piano” d’emergenza che ha reso il tutto abbastanza anomalo.
Potrebbe essere che il nostro pianeta non era propriamente destinato a noi, ma si sono dovuti sconvolgere i piani e velocizzare il processo di evoluzione per rimediare ad un altro guaio successo su di un altro pianeta del nostro sistema solare ora inabitabile, non ne siamo certi, ma comunque sono informazioni che si ripetono.
Demiurghi, architetti, dei e semidei…dalla parte della Luce e dalla parte delle Tenebre…chiunque ha cercato e cerca ancora ora, di mettere le mani su questo pianeta, approfittando dell’anomalia che si era venuta a creare.
“Quarantena” è un termine che esce fuori spesso quando affronti questo tipo di argomenti.
Quarantena può significare un mucchio di cose, ma di sicuro determina che quaggiù c’è stato un problema. Chi l’ha creato, chi lo ha sviluppato, chi ha cercato di rimediare facendo più danno, non è davvero importante saperlo, ma non considerare tutto questo non è saggio ai fini della ricerca.

Noi siamo immersi mani e piedi nell’anomalia…nel problema…il perchè ognuno di noi ci sia finito dentro, apre tutto un altro discorso…