Rispondi a: la morte!

Home Forum TEOLOGIA la morte! Rispondi a: la morte!

#37284

Anonimo

[quote1355492020=pasgal]
L'altro giorno, avvertito da una puzza tremenda, ho visto un cane diventare millemila vermi.
[/quote1355492020]
Il Corpo, da alcuni chiamato “contenitore”, permette la Vita, ed è importante durante la Vita stessa… Ma “dopo” non ha più alcuna utilità o funzione, ed è giusto che si disgreghi in Atomi, che tornano nel Tutto, l'infinito. La morte, di per sé non esiste. Esiste la Vita, che può durare molto o poco, dipende dalla saggezza dell'uomo.

«[color=#0077ff]O ritenete forse che Io abiti fra delle mura, o nella cerimonia, o nella preghiera, o nella venerazione? O no, vi sbagliate molto, poiché là Io non sono da nessuna parte, ma solamente dov’è l’amore, là sono anch’Io; poiché Io sono l’Amore, ovvero la Vita Stessa. Io vi do Amore e Vita, e Mi unisco solo con l’amore e la vita, giammai invece con la materia, ovvero con la morte[/color].» (Dio, secondo Jakob Lorber)

[quote1355491775=Erre Esse]
Comunque, per riassumere un po' i dubbi che provo al riguardo, penso che forse la domanda chiave è
Coscienza e percezione sono sinonimi, o no?

Oppure, per essere ancora più precisi: la coscienza è generata dalla percezione o è qualcosa che prescinde dalla percezione?
[/quote1355491775]
Un uomo privato dei suoi 5 o 6 sensi/sensori, sarebbe morto anche se il cuore continua a battere. Quindi, nessuna Coscienza potrebbe mai esistere senza la Percezione diretta della Realtà.

[quote1355491392=Olegna]
Nessuno sa cosa accade quando il corpo smette di vivere,
[/quote1355491392]
La morte Prima, è come quando la notte ti addormenti – solo che è un sonno definitivo. Niente di ché… La Morte seconda quella sì che è terribile… Ma anche qui dipende dai gusti personali. A chi adora il genere horror, forse gli piacerà!

[quote1355491392=Olegna]
forse la risposta definitiva, potremmo averla solo al termine della vita stessa.[/quote1355491392]
Io direi non tutti. Se il bilancio finale di un 'Anima' non è nettamente positivo o negativo, non può essere presa in considerazione dunque la coscienza termina la sua corsa. In tal caso, “dopo” non scopri nulla semplicemente perché non esisti. Soltanto i Giusti ed i malvagi sapranno, ma non uomini 'neutri' o tiepidi.