Rispondi a: la meditazione funziona?

Home Forum SPIRITO la meditazione funziona? Rispondi a: la meditazione funziona?

#37673

Omega
Partecipante

[quote1191058321=Quantico]
fate uso di meditazione quotidianamente ?

per cosa la utilizzate?

funziona?

quale tecnica usate?
[/quote1191058321]1 – Si, quotidianamente, la meditazione di tipo istantaneo; la migliore è quella quando tu non ti sforzi per meditare, anzi – quando stai meditando senza nemmeno saperlo. !amazed

Aggiungerei che anche assistere ad un bel spettacolo artistico (cinema, teatro, concerti etc.) se ciò viene fatto con uno determinato stato 'mentale' è ugualmente una meditazione perché gli effetti sono piuttosto similii.

2 – La utilizzo per poter essere me stesso; quando non si medita (in un modo o nell'altro) si perde il contatto con l'essenza e si smette di Essere cercando inconsciamente l'Avere (che è il contrario di Essere).. :((

3 – Funziona perché è lo stato Naturale di ogni Essere Umano (e non solo); le nostre cellule non aspettano altro, hanno un bisogno fisiologico di connettersi una all'altra e tra di esse ed il cervello. Senza, siamo 'separati', mentre meditando ritorniamo ad essere una Unità. Ed è proprio questa unità (corpo e 'spirito' originariamente uniti) ed il flusso energetico (perfettamente materiale o 'tangibile') ad attivare funzioni nascoste della mente/ Coscienza il che migliora la salute e 'genera' felicità, entusiasmo, euforia – non per caso stimolando la coscienza superiore vengono prodotte e rilasciate nell'organismo endorfine naturali.. Secondo me anche gli Extraterrestri meditano spesso, è come camminare, respirare, amare, nutrirsi- non è un optional ma fa parte del DNA umano. !lol

4 – 'La Meditazione Sensuale' (testi gratuiti sulla MS [link=http://it.rael.org/download.php?view.20] [/link]1, [link=http://it.rael.org/download.php?view.23] [/link]2) -ai livelli alti- la quale permette di Comprendere progressivamente il nostro Codice Genetico (dunque la nostra vera Personalità) e di risvegliare i Centri superiori della Coscienza – i quali sono responsabili del processo di illuminazione individuale, interiore. Ho detto 'ai livelli alti' perché non ho bisogno di preparazione né di concentrazione, è il mio stato naturale dell'Essere, 24 ore su 24, o almeno cerco di non fermare mai “l'onda” che percorre il nostro corpo a livello molecolare. E' quello che la scuola Taoista chiama 'Tao', la scuola Buddista 'Fa' e l'Occidente 'Via'…

A proposito della concentrazione, molte 'dottrine' affermano che il pensiero intellettuale ci allontana dallo scopo della meditazione essendo una barriera dunque come una porta chiusa. Se la concentrazione avviene a livello mentale o di ragionamento non (sufficientemente) cosciente potrebbe addirittura fermare il processo meditativo – ecco perché arriva inevitabile il sonno oppure una qualche distrazione. In realtà si dovrebbe trascendere la mente per aprire uno spiraglio nel muro tentando di vedere quello che c'è dietro 'il velo'. E per trascendere l'illusione o il pensiero inconsapevole (convenzionale), occorrerebbe non avere aspettative; non si medita per ottenere qualcosa (salute, poteri, rilassamento) ma semplicemente per Essere, dunque per riequilibrare ciò che già si è avuto potenzialmente fin dal principio. Paradossalmente se desideri il risultato, non lo ottieni più – mentre hai ottenuto ciò che non hai desiderato. Questo perché il risultato non è possibile ottenere con i nostri sforzi mentali – noi possiamo al massimo agire sui meccanismi pre-programmati (Archetipi) i quali senza la partecipazione della nostra volontà dovrebbero produrre il risultato non come 'premio' ma come un necessario contrappeso (equilibrio, yin-yang). La 'non-azione' cosciente è spesso più efficace dell'azione tradizionale.

Ma la Meditazione Sensuale non è l'unica 'tecnica' che uso, mi piace sperimentare, variare ed immedesimarmi in altri umani che si trovano su livelli differenti – dunque a volte cerco di praticare diverse altre tecniche da FalunDafa a KriyaYoga, da Castaneda (insegnamenti di Don Juan Matos, il grande stregone..) ai Kahuna Hawaiani, dal Conte di St.Germain ed il Cristianesimo Esoterico al Tantra di Osho, da Krishnamurti alla Gnosi della Filosofia Ermetica ..tanto per provare (per me è un divertimento, non uno sforzo). E' importante però non mescolare quello che non è compatibile; 'seguire' altri sistemi non si dovrebbe fare se non dopo aver 'terminato' e compreso perfettamente quello che abbiamo praticato precedentemente altrimenti si regredisce accumulando 'il sapere' teorico più o meno inutile. Infatti è come la piramide, più si va avanti verso la cima e le dottrine diventano semplici (perché si avvicinano sempre di più fra di loro) ma alla base della piramide c'è confusione ed una grossa distanza che va rispettata e mantenuta.