Rispondi a: Raccogliamo i nostri sogni particolari ?

Home Forum SPIRITO Raccogliamo i nostri sogni particolari ? Rispondi a: Raccogliamo i nostri sogni particolari ?

#37842

iniziato
Partecipante

[quote1220540583=eroinelvento]
Quest'agosto sono rimasta tutto il mese sola in campagna con i miei amici animali ad osservare la vegetazione e come unico mezzo medianico avevo solo un vecchio televisore … le giornate le ho passate dormendo o studiando molteplici fascicoli che avevo stampato da internet …

Una notte ho sognato che mi trovavo in una zona montagnosa dove ho incontrato un ragazzo castano chiaro con gli occhi forse azzurri, una bella faccia da bravo ragazzo (che comunque non corrisponde al mio tipo ideale), quasi angelico nell'aspetto: questo giovane uomo mi saluta e mi avvicina proponendomi di fare una passeggata/gita con lui in quel luogo. Acconsento e questo tipo cosa fa? Si sdoppia!!!! Ovvero diventa due ragazzi biondi tali e quali ed apparentemente identici nell'aspetto fisico!

Incredibbbbile!
Bhe, il sogno continua che solo uno di questi due ragazzi (età circa 25/30 anni) ed esattamente quello sorto dallo sdoppiamento, cioè il secondo “nato”, mi invita a passeggiare con lui: in un sentiero di montagna ove non c'era il sole e probabilmente era notte o il sole era oscurato, chissà, dicevo: in un sentiero entriamo e c'era un carretto di legno che lui mi fa notare, poi tutt'intorno c'era la neve e soprattutto il ghiaccio… ma non eravamo in un ghiacciaio, poichè il sentiero era di terra battuta spazzato dalle nevi!

Io guardo questa neve ghiacciata e noto che al suo interno c'e un colore blu (come quando si vedono i ghiacci perenni nei documentari….. – poveri orsi polari! sic!) indi tocco con la mia mano questo ghiaccio e me la porto alla fronte ove mi faccio una croce (come nel rito cattolico della cresima il vescovo mi fece la croce nel terzo occhio della fronte con l'olio santo…. circostanza che mi accadde negli anni settanta).

Il sogno finisce che lo stesso gesto che ho fatto toccando il ghiaccio con l'interno bluastro e portantomi la mano sulla fronte a segnare una croce, l'ho fatto anche sulla fronte di questo “amico” onirico biondo che mi stava accanto!

Concludo dicendo che spesso mi capita, come ho letto innanzi capita ad altri, di svegliarmi e di sbagliare l'uscita dal letto indi vado a cozzare contro il muro oppure mi sveglio nel cuore della notte e non riesco ad orientarmi e a capire la direzione da prendere per uscire dalla porta della stanza: dormo in questa stanza da 15 anni!
Besos, EstefaNia
[/quote1220540583]

deve essere un bel posto!!