Rispondi a: Raccogliamo i nostri sogni particolari ?

Home Forum SPIRITO Raccogliamo i nostri sogni particolari ? Rispondi a: Raccogliamo i nostri sogni particolari ?

#37978
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1349519069=sephir]
Bene stanotte invece vedo un sole infuocato enorme sul cielo sopra piazza maggiore, poi degli scienziati hanno un' immagine interattiva di quello che dicono sia il sole, ma non è più una brace anzi si vede perfettamente una struttura che formata da tanti esagoni come un pallone da calcio perfettamente incastrati fra loro e all'interno di ogni esagono un cerchio.
Non ricordo se come per i fullereni (ho cercato su internet strutture simili a quelle sognate) si alternassero esagoni a pentagoni, ricordo però che se mi avvicinavo all'immagine sullo schermo potevo vedere che dietro lo spessore degli esagoni con cerchio interno la forma era cava…non ricordo cosa si vedeva.
Uno scienziato ci spiegava con delle equazioni della roba ma io gli dicevo di non capire molto di tali calcoli, così con un sorriso del professore, finisce anche questo sogno.

vabbè, richard lo scrivo se mai potesse combaciare qualcosa di ciò che si dice sulla struttura del sole, può essere che io abbia ibridato delle nozioni di geometria sacra…seguirò il consiglio di prixi… eheh
[/quote1349519069]
Continua cosi! Prendi melatonina per caso ultimamente?
La mia ragazza, proprio ora che ho visto il tuo post, si è ricordata un po il sogno di questa notte, c'era un paesaggio marino e dall'alto vedeva un'isola e qualcuno le spiegava che Atlantide aveva un altro nome e non si trovava dove si pensa ora..però non ricorda tutto purtroppo..

(Lei non sa praticamente nulla di Atlantide e non legge questi argomenti, al massimo le è capitato di vedere qualche documentario)

Intanto ho trovato questo:

Era necessario mostrare che l'area radiante o apex dei flussi convergenti era situata in tale regione di attivita della macchia, per stabilire la probabile connessione tra i fenomeni.
Nel presente esempio la longitudine eliografica della macchia di 67°18' , era situata a circa 68°. Un metodo per risolvere il problema per capire se i flussi fossero connessi alla macchia è stato suggerito da F.Henroteau, rifugiato Belga, ora residente a Stonyhurst che lavorava al Royal Observatory. Secondo il teorema di Pascal, se le intersezioni di coppie opposte di lati di un esagono sono collineari, i sei punti si trovano su una sezione conica. Il metodo adottato è stato quindi di segnare su carta cinque punti, misurati su un raggio che si pensava connesso con la macchia e prendere il centro della macchia come sesto punto. Con questi sei punti è stato costruito un esagono e il test di collinearita dell'intersezione delle direzioni di questa coppia opposta di lati, ha mostrato se i cinque punti sul raggio e la macchia solare erano situati su un cono…
Title: The sun-spot and the solar corona
Authors: Cortie, A. L.
Journal: Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, Vol. 75, p.496
http://articles.adsabs.harvard.edu//full/1915MNRAS..75..496C/0000498.000.html

THE ORIGIN OF PENUMBRAL STRUCTURE IN SUNSPOTS: DOWNWARD PUMPING OF MAGNETIC FLUX
Se lo strato di convezione è stratificato, la simmetria sopra-sotto è rotta e le celle esagonali sono inizialmente preferite. C'è allora una distinzione topologica tra l'innalzarsi isolato e il pennacchio in espansione al centro di un esagono e la rete di fluido che affonda attorno ad esso.
http://iopscience.iop.org/0004-637X/600/2/1073/pdf/0004-637X_600_2_1073.pdf

(chissà se erano le tipiche famose celle a nido d'ape esagonali presenti sulla superfice solare….).
http://astrofilibari.forumup.it/post-2267-astrofilibari.html

come l'acqua, “fontane” di gas elettrificato, detto vento solare, sono state osservate da scienziati mentre fluiscono attorno a regioni magnetiche del Sole per iniziare la loro corsa nello spazio di milioni di km. Gli scienziati hanno identificato regioni sul sole dove il vento solare, flusso di gas elettrificato che influenza l'ambiente spaziale, ha origine. Usando l'osservatorio SOHO, scienziati americani ed europei hanno osservato vento solare uscire dai bordi di schemi a nido d'ape dei campi magnetici sulla superficie del sole.
http://sohowww.nascom.nasa.gov/hotshots/1999_01_03/

Le celle di Bénard descrivono il moto di un fluido per effetto convettivo quando gli viene fornito calore dal basso.
Queste celle rappresentano uno degli esempi più studiati di struttura dissipativa. Sulla superficie si struttura un mosaico a forma esagonale.
http://it.wikipedia.org/wiki/Celle_di_B%C3%A9nard

La tesi affronta la nascita del moto convettivo in un fluido, a causa della instabilit`a
di Rayleigh-B´enard. La convezione `e un trasporto di calore attraverso un movimento
di materia, quindi differisce dalla conduzione termica. Esistono molti esempi di moto
convettivo in natura: nell’atmosfera, negli oceani, nel mantello terrestre, nel sole.
http://www.fi.isc.cnr.it/users/paolo.politi/riassunto_Salvestroni.pdf

Secono Daniel Winter, la forma pentagonale rivelata nell'immagine satellitare è in tre dimensioni un dodecaedro e la forma esagonale rappresenta la vista superiore di un icosaedro. Winter postula che le strutture annidate e frattali del dodecaedro e dell'icosaedro siano il risultato di onde elettromagnetiche [color=#ff0000]implosive[/color] nell'occhio dell'uragano. Queste onde elettromagnetiche sono estratte dalla gravità, spiega Winter, dato che gravità ed elettromagnetismo sono un fenomeno collegato
https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.911