Rispondi a: FISICA QUANTISTICA – Coscienza, Spirito, Materia

Home Forum SPIRITO FISICA QUANTISTICA – Coscienza, Spirito, Materia Rispondi a: FISICA QUANTISTICA – Coscienza, Spirito, Materia

#39411
Richard
Richard
Amministratore del forum

le oscillazioni elettriche dei biopolimeri come la microtubulina e il dna in associazione all'acqua produce emissione di fotoni coerente dal campo elettromagnetico locale quantizzato. Questo porta a filamenti di luce come quelli nelle fibre ottiche http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15302557 Questa analogia fa pensare all'utilizzo di emissione elettromagnetica coerente e propagazione attraverso una rete cellulare come strumento possibile nella trasduzione di informazione nei sistemi biologici.
http://williambrownscienceoflife.com/?p=43

http://williambrownscienceoflife.com/?p=43
William Brown is a biophysicist and research scientist at the Resonance Project Foundation (http://resonance.is/) and Hawai’i Insitute for Unified Physics (http://hiup.org), where he performs experimentation and theoretical work to better understand the physics of the biological system http://williambrownscienceoflife.com/?page_id=497


https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.8192.9
Una teoria rivoluzionaria sostiene che l'anima umana è una delle strutture fondamentali dell'Universo e che la sua esistenza è dimostrabile grazie al funzionamento delle leggi della fisica quantistica. Con la morte fisica, le informazioni quantistiche che formano l'anima non vengono distrutte, ma lasciano il sistema nervoso per essere riconsegnate all'Universo.

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6733
Il paradigma olografico risolve molti misteri che riguardano i fenomeni paranormali, dato che i cervelli individuali sono parte dell'intero cervello universale. Tutti i cervelli nel paradigma olografico sono connessi infinitamente e l'informazione paranormale (telepatia) può fluire facilmente da un cervello all'altro. Stuart Hameroff e Roger Penrose hanno contribuito alla teoria del cervello quantistico, presentando un modello del cervello basato sul calcolo quantistico. Loro credono che il nostro cervello processi l'informazione dai neuroni non solo in stati classici, ma forse usando anche gli stati quantistici.

Gli stati quantistici nel cervello non si credevano possibili, dato che il cervello era troppo grande, troppo umido e troppo caldo per sostenere stati quantistici che fino ad ora sono stati solo osservati in laboratorio, in situazioni isolate e controllate in scala subatomica. Hameroff comunque ora crede d'aver trovato il mattone fondamentale, il qubit del calcolo quantistico nel cervello. Ha identificato un minuscolo tubicino detto microtubulo che forma il citoscheletro della cellula. Il citoscheletro è lo scheletro che da struttura alla cellula, è l'impalcatura della cellula. Oltre a dare struttura alla cellula, il microtubulo è anche un tubo di trasporto per componenti chimici usati dalla cellula. Hameroff sottolinea che il citoscheletro può avere anche funzione neurale e che i microtubuli possono essere persino più avanzati degli stessi neuroni.

La funzione neurale del citoscheletro può spiegare perchè un organismo monocellulare possa eseguire compiti intelligenti. Benchè un organismo monocellulare non abbia una rete neurale, non abbia neuroni e cervello, possiede una forma primitiva di coscienza dato che può eseguire compiti intelligenti come nuotare, nutrirsi e accoppiarsi! Ora per quanto riguarda gli umani, abbiamo un cervello composto da neuroni interconnessi da dendritri e sinapsi che compongono il sistema nervoso centrale. Nella cellula neuronale troviamo un citoscheletro fatto da microtubuli. Lo stesso microtubulo è composto da tubulina, una proteina esagonale. La tubulina nel microtubulo del neurone è per Hameroff il qubit del cervello.

La classica interpretazione della neurobiologia era che concentrazioni di vari ioni trasportano impulsi da e verso il sistema nervoso centrale e sono responsabili per tutta l'informazione processata dal sistema nervoso intero. Hameroff ha notato che il microtubulo contiene luce altamente coerente (luce come il laser) e che questa luce può giocare un ruolo importante nel processamento di informazione del cervello. Fritz Pop aveva già scoperto l'emissione di biofotoni dal corpo umano. Popp scoprì che deboli emissioni di biofotoni potrebbero emergere non solo dal corpo umano, ma da tutte le forme di vita biologiche e sospettò che la fonte di queste emissioni fosse legata al DNA. Hameroff scoprì biofotoni nel microtubulo, in stato quantistico. In altre parole i biofotoni erano coerenti e in stato entangled.

Il microtubulo è riempito da molecole d'acqua altamente ordinate in modo coerente e Hameroff crede che quest'acqua ordinata giochi un ruolo significativo nella conduttanza dei biofotoni attraverso il microtubulo. Quando i biofotoni attraversano il microtubulo, vengono inviati verso le sinapsi del neurone e quindi si muovono verso il seguente neurone. In questo modo i microtubuli agiscono come un sistema di fili per la luce coerente nel cervello e in tutto il resto del corpo. Questa rete di microtubuli viene definita l'internet del corpo umano che connette le cellule nervose, ma anche ogni altra cellula nel corpo. Questo permette lo scambio di informazione quantistica tra il cervello e il resto del corpo. L'implicazione è che la coscienza non è ristretta nel cervello, ma tutte le cellule del corpo condividono la stessa consapevolezza conscia.
Propagazione di radiazione elettromagnetica in mitocondri? ( I mitocondri sono gli organelli addetti alla respirazione cellulare, costituiti da sacchette contenenti enzimi respiratori.)

Emissione di fotoni e propagazione all'interno della matrice intracellulare (rete molecolare continuo dei filamenti citoplasmatici e matrice extracellulare) ai fini della trasmissione delle informazioni è un importante concetto teorico perché sarebbe un meccanismo mediante il quale il sistema scambia informazioni biologiche con ubiquim (l'onnipresente vuoto, vedi The Living Matrix )

Il campo elettromagnetico quantizzato è il vuoto (ricordate nel Modello Standard, il vuoto quantistico produce continuamente “coppie di fotoni virtuali”). Teoricamente questo significa che il sistema biologico avrebbe accesso ai olografici orizzonti superficiali memoria del vuoto quantistico attraverso le chemidynamics dei mitocondri.

http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&u=http%3A%2F%2Fwilliambrownscienceoflife.com%2F%3Fpage_id%3D686

la teoria Orch OR è stata duramente criticata dal suo inizio, in quanto il cervello è stato considerato troppo “caldo, umido, e rumoroso” per i processi quantistici apparentemente delicati .. Tuttavia, l'evidenza ha dimostrato caldo coerenza quantistica nella fotosintesi delle piante, la navigazione del cervello degli uccelli, il nostro senso dell'olfatto, e microtubuli cerebrali. La recente scoperta di vibrazioni quantiche a temperature calde in microtubuli all'interno dei neuroni cerebrali dal gruppo di ricerca guidato da Anirban Bandyopadhyay, PhD, presso l'Istituto Nazionale di Scienza dei Materiali di Tsukuba, in Giappone (e ora al MIT), corrobora la teoria della coppia e suggerisce che EEG ritmi derivano anche da profondi a livello di vibrazioni dei microtubuli. Inoltre, il lavoro del laboratorio di Roderick G. Eckenhoff, MD, presso l'Università della Pennsylvania, suggerisce che l'anestesia, che cancella in modo selettivo la coscienza, risparmiando le attività del cervello non coscienti, agisce attraverso microtubuli nei neuroni cerebrali.

“L'origine della coscienza riflette il nostro posto nell'universo, la natura della nostra esistenza. Forse coscienza evolvere da calcoli complessi tra i neuroni del cervello, come la maggior parte degli scienziati affermare, o la coscienza, in un certo senso, è stata qui tutto il tempo, come gli approcci spirituali sostengono ? ” chiedono Hameroff e Penrose nella revisione corrente

http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&tl=it&u=http%3A%2F%2Fwww.sciencedaily.com%2Freleases%2F2014%2F01%2F140116085105.htm%23.UthRaD4rjZc.twitter