Rispondi a: La Ricerca Interiore

Home Forum SPIRITO La Ricerca Interiore Rispondi a: La Ricerca Interiore

#39781

Xeno
Partecipante

[quote1353775713=viandante]

TRASFORMAZIONE

La coscienza è come una scala. In ogni epoca c’è stato un grande essere che ha aggiunto un gradino, raggiungendo una zona dove la coscienza umana non era mai arrivata. È anche possibile raggiungere un livello talmente elevato da uscire completamente dalla coscienza materiale, ma in questo caso… si abbandona la scala! Invece, il massimo risultato delle grandi epoche mondiali, è stato poter aggiungere un gradino alla scala senza perdere il contatto con il mondo materiale, poter raggiungere il Supremo mantenendo il collegamento tra la sommità e la base, senza lasciare una specie di vuoto tra un piano e l’altro. Ogni volta che l’Avatâr aggiunge un gradino alla scala, c’è una nuova creazione sulla terra. Il gradino che sta per essere aggiunto ora, Sri Aurobindo lo ha chiamato il
Sopramentale. Il suo risultato permetterà alla coscienza di entrare nel mondo sopramentale mantenendo intatta la forma personale, la propria individualità, e ridiscendere per stabilire quaggiù una nuova creazione. Certamente, questo non sarà l’ultimo gradino: esistono regioni dell’essere ancora più remote; ma ora noi lavoriamo per far discendere il sopramentale, perché possa effettuare una riorganizzazione del mondo, riconducendolo al suo vero ordine divino.
Appena le condizioni saranno pronte nel mondo, avrà luogo la discesa completa del sopramentale; e porterà tutto con sé.
Il corpo sopramentale che deve venire all’esistenza possiederà quattro attributi principali: leggerezza, adattabilità, plasticità, luminosità. Quando il corpo fisico sarà del tutto divinizzato, avrà l’impressione di viaggiare sempre nell’aria e non vi sarà più né pesantezza né tamas né incoscienza. Neanche al suo potere di adattamento vi saranno più limiti: quali che siano le condizioni cui si troverà, il corpo sarà immediatamente all’altezza della necessità, la sua piena coscienza rifiuterà l’inerzia e l’incapacità che rendono abitualmente la materia una palla al piede per lo Spirito. La plasticità sopramentale gli permetterà di opporsi agli attacchi di qualsiasi forza ostile che tentasse di entrare in lui — non che esso opporrà una pesante resistenza all’attacco, anzi, al contrario: si renderà così flessibile da annullare la forza, cancellandosi dinanzi a essa e lasciandola passare. Niente gli potrà nuocere e uscirà indenne dagli attacchi più mortali. In ultimo, il corpo sarà trasformato nella sostanza stessa della luce, e ogni cellula irradierà la gloria sopramentale. Non solo quelli che sono abbastanza sviluppati per possedere la visione sottile saranno capaci di percepire questa luminosità, ma anche gli uomini comuni. Sarà un fatto evidente per tutti, una prova permanente della trasformazione che convincerà anche i più scettici.
La trasformazione del corpo fisico costituirà il coronamento della rinascita spirituale. Il Divino sarà manifestato, rivelato nella sua totale perfezione.
Mère 1931

[/quote1353775713]
Gentilmente ove è possibile mettere il l.ink;
Questo aiuta a risalire alla fonte originaria.Così da capire chi sta parlando e per eventuali approfondimenti. —–> http://www.sriaurobindoyoga.it/yoga_8_la_trasformazione.htm

Cmq io in un vecchio post avevo parlato del fatto che l'evoluzione spirituale passa attraverso il corpo,ovverossia una trasformazione nella percezione fisica del medesimo avviene,io parlavo di translucidità…ma nessuno mi ha filato :tze: e pare che abbia scritto roba di fantascienza
Ma così non è. #fisc