Rispondi a: La Ricerca Interiore

Home Forum SPIRITO La Ricerca Interiore Rispondi a: La Ricerca Interiore

#39785
prixi
prixi
Amministratore del forum

[quote1353879739=Xeno]

Pri mi sembra un buon trucchetto.
Saresti così gentile da farmi un esempio anche inventato,così da inquadrarlo meglio?

[/quote1353879739]

Xeno caro, scusami per il ritardo … sono stata fuori un paio di giorni …

un'esempio:
… una delle cose “più fastidiose” che recentemente mi capitava (e lo metto al passato perchè ora, con questo “filtro” sono cambiate un pò di cose) erano le mie reazioni nel contesto lavorativo …
un difficile, quotidiano rapporto, con una persona .. sempre sull'orlo del conflitto verbale .. evitato da parte mia, ogni volta, perchè considerato improduttivo, intenzionalmente provocatorio, ma … questo significava per me, reprimere un'istintiva voglia di rispondere “pan per focaccia” … ed ovviamente mi portavo a casa tutto il disagio di questa repressione, sotto la veste di malumore,”voglia di scappare da quell'ambiente”.. ed anche un notevole sforzo in tempo reale, che mi privava di energia e concentrazione sullo stesso lavoro …

Inizialmente l'osservazione era solo su di me … su come reagivo ..

da questa prima osservazione, ho compreso che questi “attacchi” che mi sentivo rivolgere, dovevano avere la loro natura in un mio personale “problema” … ed infatti cosi è …
dopo aver compreso quindi l'origine di questo disagio, e mentre riflettevo su questa “inaspettata sorpresa” di questa parte della mia personalità, ho contemporaneamente allargato l'osservazione sull'interlocutore che comunque non demordeva …

e qui viene il bello ..

mi sono resa conto che tanta veemenza (da parte sua) era sostanzialmente dovuta da una profonda insicurezza … una paura inconscia di non riuscire a sostenere un ruolo …

[primo filtro: cosa c'è di buono ?] quello che credevo un “nemico” era in realtà, il mezzo per scoprire una parte di me che non sospettavo esistesse (una parte molto orgogliosa)

[secondo filtro: è davvero tanto grave?] ovviamente no, anzi .. inoltre, nel constatare la sua difficoltà, mi sono dispiaciuta della sua inconsapevole sofferenza e che non era un affronto a me …

in somma:
il mio orgoglio è dovuto da una paura (esclusivamente mentale) di essere “sminuita”, cosa che non sussiste, perchè ciò che sono non ha nulla a che vedere con il riconoscimento esterno ..
e questa persona che mi stava tanto sulle scatole, ora cerco di capire come esserle d'aiuto … nel senso che, mi dispiace averla messa in condizione di sentirsi in difficoltà e perciò, per quel che mi è possibile, faccio attenzione a “non provocarla”

inutile dire che la situazione stà gradualmente migliorando … mi voglio bene lo stesso anche se ho scoperto di avere questa paura latente (ed averla “sgamata” lo ritengo un bel passo per la mia “crescita”) e sono contenta di provare comprensione ed affetto per una persona “alla quale avrei volentieri sparato pur di togliermela di torno” :hehe:

… di esempi ce ne sono mille e mille … ogni giorno, per cose anche di poco conto … più l'auto-osservazione diviene costante, più ti rendi conto di quanto il “pilota automatico” sia costantemente in funzione … strati su strati di abitudini e meccanismi indotti, di adeguamenti camaleontici che hai sviluppato pur di trovare una collocazione accettabile in questo mondo di follia collettivamente alimentata … tanta di quella spazzatura mentale che ha comunque la stessa origine: la paura
accorgerti che questa paura, in realtà, è solo una costruzione artificiosa, ti dà una piacevole sensazione di leggerezza … e ti cambia la percezione

:scare: =_= :hihi:

:kkk:


"Il cuore è la luce di questo mondo.
Non coprirlo con la tua mente."

(Mooji - Monte Sahaja 2015)