Rispondi a: Sapienti, saccenti o vanesi?

Home Forum SPIRITO Sapienti, saccenti o vanesi? Rispondi a: Sapienti, saccenti o vanesi?

#40319

Omega
Partecipante

[quote1224673855=Pyriel]
Elencare, studiare, catalogare, imparare… Leggetevi i vangeli dove tutto è scritto,
[/quote1224673855]
I Vangeli come fonte delle informazioni sull'Essere non sono testi affidabili senza il discernimento degli Spiriti (manipolazione della Lettera – in contrapposizione allo Spirito e il significato profondo del Verbo), mentre i Vangeli come fonte delle informazioni sulla Realtà Cosmica dell'Infinito sono totalmente inaffidabili dal momento che sono stati donati all'Umanità 2 millenni fa. Oggi un Cristo avrebbe parlato di altro, esattamente come allora Gesù criticava la dottrina Farisiaca seppur proveniente, apparentemente, da Mosè e non dalla Casta Sacerdotale – il Clero di una volta – in costante opposizione al Padre della Saggezza.

anche quelle che tu Omega chiami le mie “verità ed opinioni su dati parziali”

Volevo dire che dati parziali non possono essere spacciati come certezze a tal punto da ergersi a giudice del Sentiero altrui. Ad esempio ciò che a te pare straordinario ad un altro (sincero) Ricercatore potrebbe apparire ed essere “ordinario” – e viceversa. Solo il Padre può giudicare o coloro che raggiungono la Comprensione dell'Insieme; non basta “credere di sapere” (per quanto profondo fosse il Percorso di una Persona).

e poi capirete che il grosso dell'umanità ha già scelto il suo destino eterno, perché solo
una volta si può perdonare chi crocifigge la Verità e l'Amore, non certo la seconda.

E' assolutamente vero, ma la linea di demarcazione non è conoscibile né precisa agli occhi degli Umani e “Angeli” (solo il Padre sa…), dunque si agisce in favore degli indecisi (tanti ?, probabilmente pochi ? – non si sa) visto che coloro che hanno scelto l'ignoranza si sono auto-condannati, ma non la stessa cosa viene applicata a quelli che stanno al bivio i quali faranno pendere la bilancia della auto-selezione dell'Umanità da questa o quella parte.