Rispondi a: Chi o cosa é l'essere umano, chi o cosa sono IO?

Home Forum SPIRITO Chi o cosa é l'essere umano, chi o cosa sono IO? Rispondi a: Chi o cosa é l'essere umano, chi o cosa sono IO?

#40792
Richard
Richard
Amministratore del forum

leggete un poco

http://www.edgarcayce.it/media/spiritovita.htm

http://www.edgarcayce.it/media/anima%E8sar%E0.htm

http://www.edgarcayce.it/media/trinity.htm

———-
L’ANIMA E’ TUTTO QUELLO CHE L’ENTITÀ E’ STATA O PUÒ ’ ESSERE

L’anima è tutto ciò che l’entità è, è stata o potrà essere. 2475-1

L’uomo nel suo stato precedente, o stato naturale, o coscienza permanente E’ anima. 262-89

Sappi che sei un’anima, e non soltanto ne raggiungi una. 2283-1

L’anima è un individuo, individualità che può crescere per essere una con il tutto o separata dal tutto. 5749-3

Siccome lo spirito è la sua porzione del Creatore, la sua anima è la porzione della sua entità stessa, rendendosi entità individuale, separata che può essere una con la Forza Creatrice da dove proviene — o la quale essa è, della quale è fatta, nelle sue forze atomiche o nella sua stessa essenza.
364-10

Soltanto nell’uomo c’è l’esistenza dell’anima che non è solamente universale ma individuale; capace di diventare come un dio, tutt’una con le Forze Creatrici. 1587-1

Anche se ci possono essere mondi, molti universi, anche molti sistemi solari, più grandi del nostro che godiamo al presente … Eppure l’anima dell’uomo, la tua anima racchiude tutto in questo sistema solare o negli altri… Puoi concepire i requisiti dell’influenza per affrontare tutte le idiosincrasie di una singola anima ? Quanti sistemi richiederebbe ? 5755-2

L’anima dell’uomo è soltanto un punto nello spazio, eppure l’anima — anche se indefinita — è quella forza o attività vitale che è eterna. Anche se la terra, anche se le stelle possono sparire; anche se ci sono cambiamenti nell’universo per quanto riguarda la posizione relativa, questi vengono determinati da quelle combinazioni di quel punto di attività umana che è in rapporto con l’espressione dell’anima in ogni sfera di esperienza. 1297-1

L’anima è il vero sé, il sé continuo. La mente è il costruttore, continua fino al punto che è costruttiva… e ciò che è costruttivo e buono è continuo. 1620-1

L’anima è e continua a vivere; e lascia la sua testimonianza nell’influenza costruttrice, o quel flusso nell’esperienza del corpo, della mente, dell’anima che viene chiamato vita mentale di un’entità.

L’entità quindi è l’anima nella sua forma spirituale, il corpo mentale nella o della sua forma mentale, quello fisico che è la manifestazione materiale dei due nelle esperienze terrene. 954-1

Nessuna limitazione dell’anima o della mente nella spiritualità, ma nella materialità esse raggiungono dei limiti per via di mancanza di mezzi di espressione. 5367-1

L’anima è l’Entità ! L’entità è l’anima e la mente e il corpo della stessa, chiaro ? 1494-1

D- Per favore spiegatevi su ciò che i readings intendono per entità.

R- Come dato nell’informazione, l’entità è quella combinazione del corpo fisico per la durata di tutte le sue esperienze sulla terra o attraverso di essa, nell’universo o attraverso di esso, e le reazioni che sono state costruite da quelle esperienze varie e variate, o il corpo spirituale di un individuo.

Quello che è individuale; quello che è l’insieme di ogni esperienza. Allora perché un’entità possa creare, dare o essere la vita essa deve essere un esempio vivente, agente di quello che è, e non di qualcosa di separato, inattivo, inanimato che non dà ma deteriora gradualmente.

C’è la variazione che può essere vista nel mondo materiale come esempio: fintanto che la vita è in ogni cosa che possa essere una manifestazione sul piano materiale, è una crescita. Appena diventa un oggetto inanimato (anche se può servire ad uno scopo), comincia immediatamente a deteriorarsi, disintegrarsi. Sii un’entità ! Sii un’entità vivente ! Chiaro ? 262-10

L’anima è la parte di Dio in te, il Dio vivente. 262-77

(L’anima) fu fatta nell’immagine del tuo Fattore — non il tuo corpo, no — non la tua mente, ma la tua anima fu fatta nell’immagine del tuo Creatore. 281-41

Poiché mentre il corpo cambia, perché — anche –esso deve essere purificato, l’anima rimane per sempre una . Perché è nell’immagine del Creatore e ha il suo diritto di nascita in Lui.
1243-1

Un’entità, o anima, è una scintilla — o una porzione– del Tutto, la Causa Prima: o Scopo.
2079-1

Quando il corpo fisico mette da parte il corpo materiale, quello nel fisico chiamato anima diventa il corpo dell’entità. 900-304

L’anima è il corpo o l’essenza spirituale di un’entità manifestatasi in questo piano materiale. 5754-2

Quando l’anima parte da un corpo– (questo non vale per il Cristo) — essa ha tutta la forma del corpo dal quale è passato oltre — però non è visibile alla mente carnale, a meno che quella mente non si sia sintonizzata con l’infinito. Poi appare, nell’infinito, come quello che può essere toccato con le mani, con tutti gli attributi dell’essere fisico; con gli appetiti, fino a quando questi non saranno accordati ad un insieme di attività con la Coscienza Universale. 2533-8

L’anima guarda attraverso gli occhi del corpo — maneggia con le emozioni del senso tattile — può essere consapevole attraverso gli agenti in ogni senso. 487-17

D- L’anima non muore mai ?
R- Può essere bandita dal Fattore, non morte. 3744-2

——————

http://www.edgarcayce.it/media/alieni.htm
Cayce predisse che l’umanità si sarebbe unita alla “gente dell’universo” per condurre di nuovo la vita di esseri celestiali dallo spazio, rendendo la vita terrestre un ricordo vago ma importante. (281-16)

Cayce descrive le nostre forme pre-terrestri in termini più naturali per la vita quadridimensionale – esseri di energia e una mente che funziona al di là di un cervello materiale, tridimensionale. Tenuto conto di questo sarebbe probabile che gli alieni abbiano delle caratteristiche simili…

Forse la “gente dell’universo” può temporaneamente manifestarsi in forma tridimensionale, quindi spostarsi rapidamente ad una condizione non fisica che permette loro di viaggiare alle velocità incredibili che le distanze nello spazio richiedono.
Secondo le letture di Cayce sulle profezie, presto sapremo tutto su di loro e i loro modi di agire, e ci uniremo persino a loro.

———
Edgar Cayce e gli Extraterrestri
http://www.edgarcayce.it/media/ECextra.htm

Ecco le letture corrispondenti:

(D) C’è un pianeta, ad eccezione della Terra, che è abitato da esseri umani o da vita animale di qualsiasi tipo?
(R) No. 3744-4

(D) Su quali pianeti oltre la Terra esiste vita umana?
(R) Come la vita umana sulla Terra, nessuno. Questo è stato appena detto.

..Ma questi sono luoghi di residenza. Come sulla Terra troviamo che gli elementi sono abitati, come la Terra ha la propria Luna o dei satelliti imposti nel suo ambiente, così è anche con gli altri pianeti. La Terra con i suoi trequarti di acqua, con i suoi elementi è abitata; sì. Così lo sono anche le varie attività in altri sistemi solari. 541-1

L’uomo può diventare, con il popolo dell’universo, il dominatore di qualsiasi sfera fra le varie esistenti attraverso cui l’anima passa nelle sue esperienze. 281-16

E’ possibile che ci siano forme di vita acquatica sui satelliti di parecchi pianeti che hanno oceani di acqua liquida coperti di ghiaccio, come Europa, o vita microbica sotto la superficie di Marte, o organismi galleggianti nelle atmosfere di uno dei quattro giganti di gas, come Giove, ma la Terra è l’unico corpo celeste favorevole alla vita umanoide come la conosciamo.

Tuttavia, nella terza lettura,

Edgar Cayce parlò di altri sistemi solari come dimore reali di vita – con i loro pianeti “abitati” – e nella quarta lettura parlò persino di visite da parte di esseri provenienti da altri mondi!

La quinta lettura si riferisce addirittura ad un “popolo dell’universo”, indicando chiaramente che la vita esiste in tutto il cosmo.

In queste letture egli aveva sicuramente ragione, perché ormai esistono delle prove molto solide del fatto che almeno un pianeta in ogni sistema solare si trova all’interno della cosiddetta “zona di abitabilità” del proprio sole, dove può esistere acqua liquida e dove è abbondante l’energia “solare” vivificante.

Se gli avessero fatto domande sull’esistenza di esseri fisici sui pianeti che orbitano intorno a qualcuno dei nostri vicini stellari luminosi – sulla loro presenza nel caso di stelle cos’ conosciute come Vega o Arcturus o Capella o Betelgeuse – la sua risposta sarebbe senz’altro stata molto illuminante. Ma purtroppo nessuno a quei tempi ha pensato a porre tale domanda!

——————–
http://www.edgarcayce.it/media/guides.htm

Alieni

Che cosa è di entità da altri sistemi stellari ? Sorprendentemente c’è un reading (1616-1) per una donna di mezza età che menziona questo argomento. Elencando le sue incarnazioni passate Cayce dice casualmente che essa era nel periodo dei Maya quando questo pianeta fu visitato da altri pianeti. Non è chiaro se questi altri pianeti sono soltanto nel nostro sistema solare o includono sistemi come le Pleiadi, Centaurus o Arcturus.

Ma i readings di Cayce chiaramente sostengono

l’idea che alcuni fra i Molti, dovunque essi vivano, possono e infatti hanno visitato la terra provenienti da altri pianeti. Si capisce che nella cosmologia di Cayce essi fanno ancora parte della creazione, la famiglia, i Molti che hanno avuto la vita dall’Uno. Come Cayce disse prima, tutti furono creati dall’Uno.

Come abbiamo visto, alcune entità che cercano di aiutarci alla fine finiscono con l’ostacolarci o a farci esitare. Demetrius era consapevole che 311 sarebbe inciampato nella sua ricerca se si fosse concentrato su Demetrius come guida o fonte di guida. Anche Gesù disse ai discepoli che lo Spirito Santo, il Consigliere, non poteva venire se Gesù non se ne andava (Giovanni 16:7).

Gesù doveva andare perché loro potessero ricevere il Consigliere, perché era dentro ognuno di loro, e ognuno aveva il suo personale diritto di nascita di conoscerLo direttamente.
In un reading anteriore Cayce contestò la capacità del nostro ideale di mantenere ciò che gli affidiamo. Il Logos sarebbe certamente ciò che può proteggerci e guidarci bene – perché, come scrive

Giovanni, “a parte di questo Uno niente venne in essere di ciò che è venuto in essere.” Oltre a questo Uno c’è soltanto la Coscienza di Dio. I molti esistono in questo Uno, e nessuno dei molti è stato più grande dell’Uno Sacro

.

Quando consideriamo chi e che cosa venne attraverso Cayce sotto forma di guide e istruzioni è chiaro

che l’Uno e i Molti interagiscono dinamicamente. Se un cercatore trova il suo ideale nell’Uno Sacro e cerca quella sintonia per prima cosa, allora può certamente anche assaporare le manifestazioni di guida e aiuto da parte di quelli fra i Molti che cooperano con l’Uno.

Guide, angeli e tutti gli altri modi in cui l’Uno può manifestare la Sua luce e il Suo amore sono salubri e buoni (come visto nella guida e nell’aiuto di Demetrius e Michele). E’ come una grande famiglia con l’Uno Universale come l’Ideale centralizzante e di guida. Sembra importante ricordare che nessuna guida, angelo o entità è la nostra Fonte ultima. Quella rimarrà sempre l’Uno Sacro grazie al quale e dentro il quale viviamo veramente e riceviamo la nostra massima guida.

———-
http://www.edgarcayce.it/media/4epiu.htm
QUATTRO E PIU’ DIMENSIONI

Impara la lezione dell’interpretazione delle dimensioni della terra, o che

le tre dimensioni nella mente possono essere sette, e nello spirito undici e dodici e ventidue. Queste sono quindi racchiuse nella conoscenza e nella comprensione; il Signore tuo Dio è un Signore. 5149-1

Ciò che è conosciuto sulla terra come una fase tridimensionale dell’esistenza con una coscienza-a-cinque della sua esistenza. 5756-11

Vi sono quei vari regni intorno al sistema solare in cui ogni entità può trovarsi quando è assente dal corpo; assume in quegli altri regni non una forma terrena ma uno schema—in conformità con gli stessi elementi dimensionali di quel pianeta o spazio individuale

. 2533-8

Troviamo sul piano della terra le tre dimensioni, in Venere quattro, in Giove cinque, in Urano sette—tutte queste; non come dei piani, come ne viene parlato a volte, ma delle coscienze—la capacità di ragionare partendo da certe attività. 3006-1

Ce ne possono essere sette, in Mercurio—o quattro, in Venere—o cinque, come in Giove. Ce ne può essere soltanto una, come in Marte. Ce ne possono essere molte di più, come in quelle di Nettuno, oppure possono diventare addirittura nulla—finché non ci si sarà purificati nei fuochi di Saturno. 311-2

Su Venere la forma del corpo è vicina a quella sul piano tridimensionale. Perché è ciò che si può chiamare comprensivo di tutto. 5755-1