Rispondi a: Il limite umano del cambiamento

Home Forum SPIRITO Il limite umano del cambiamento Rispondi a: Il limite umano del cambiamento

#41057
farfalla5
farfalla5
Partecipante

ADAMUS:

Una vostra Prigione potrebbe essere, come è stato già detto, la perdita del vostro compagno/a, di quella persona che spesso considerate l’anima gemella.
Ciò di solito porta a sentire un senso di fallimento, a perdere la fiducia in voi stessi e della vostra identità.
Ma non ci sono anime gemelle, mai, mai, tranne che con voi stessi.

Questa cosa delle anime gemelle, è uno dei peggiori concetti che qualcuno ha presentato tanto tempo fa.
Così ha venduto un sacco di libri ed altro, ma tutto quello che io posso dire qui, è che sono solo sciocchezze.

Il concetto di anima gemella, inteso come la mancanza o la perdita di una Parte di voi stessi, beh, possiamo dire che è vero.
Ma ciò non riguarda un'altra persona, riguarda una parte di voi stessi, è in voi stessi.
Non c'è l’anima gemella così come intendete voi.

Voi potete avere un rapporto con un’altra persona che risale a tanto tempo fa, a molto prima di venire Terra.
E’ un rapporto molto vecchio ed anche molto bello.
Molti di voi sono stati collegati karmicamente ad un’altra anima per Ere, e talvolta c'è una tendenza a confondere il karma con il romanticismo.
A volte entrate in quel dolce ed affettuoso spazio dove pensate che sia amore, ma in realtà è ormai solo una questione karmica.
Il Karma non è necessariamente un male, ma voi avete questo collegamento con un altro Essere, con un'altra Anima e tornate vita dopo vita insieme, seguendo un vecchio percorso.
Poi però arrivate ad un punto in cui sentite il desiderio di cambiare vita, che volete evolvere, che volete comprendere l'Io Sono,
ma non è possibile farlo trascinando con voi un sacco di vecchio karma.
In cima a questo c'è una Parte di voi che arde dal desiderio di ritrovare un rapporto, per prima con voi stessi e poi con questo altro Essere.
Ma voi non volete farlo da soli, volete condividere questa prossima evoluzione con questo altro Essere, non volete farlo da soli, ma, cari amici,
dovete essere disposti a farlo da soli.
Questo perché arrivate ad un punto in cui una Parte di voi e del vostro partner incominciano a sentire forte come una “stretta”,
un certo tipo di energia di dipendenza karmica, che vincola e limita tutti e due.
Così avete pianificato tutto questo, avete pianificato di rilasciare il vecchio rapporto che c’è fra voi due.
Ciò di solito sembra essere la cosa più dolorosa che abbiate mai vissuto – la fine del mondo, il cadere in un abisso – perché sta per terminare la vostra vecchia vita, il vostro vecchio mondo.
State rilasciando questo vecchio rapporto, in modo che possiate entrambi riscoprirlo in un modo nuovo.
In altre parole, vi sbarazzate di tutta la Vecchia Energia che gli sta intorno.

Come sarebbe se entrambi foste degli Esseri Sovrani?
Perché in effetti non lo siete in questo momento, siete interconnessi, e siete in realtà uno per l’altro come le àncore di una nave.
L’altra persona può avere un percorso di coscienza diverso dal vostro, ed è una cosa normale, va bene così.

Quindi, cosa succede se rilasciate il vostro legame?
Cosa succede se ora restate da soli dopo non solo una vita, ma dopo centinaia e centinaia e centinaia di vite insieme?
Voi lo sapevate che era inevitabile, che doveva accadere, ed ora eccolo qui.
State per scoprire voi stessi, e poi avete le potenzialità per ricreare il rapporto con l’altra persona senza il karma, senza tutto quel vecchio bagaglio.

Cosa potrebbe esserci di più bello del venire a conoscere voi stessi e l’altro, per chi veramente siete?
Una conoscenza non condizionata dal passato, ma basata su ciò che realmente siete.
So che è doloroso, ma vi chiedo di capire che è il dono più benedetto che ora potreste fare all’altra persona ed a voi stessi.

Fate dei Profondi Respiri..

[youtube=]TQ7KiFCgZb8&feature=player_embedded


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.