Rispondi a: esperienza a Medjugorje

Home Forum SPIRITO esperienza a Medjugorje Rispondi a: esperienza a Medjugorje

#42034

Omega
Partecipante

[quote1242927965=altair]
Omega io non credo di essere umile, magari lo fossi, e per quanto riguarda l'esposizione, su AG direi di essermi esposto quanto basta.[/quote1242927965]
Però non hai detto: “sono un guru”, quindi hai espresso opinioni e posizioni legittime..

Mi chiedi se nella vita quotidiana sono sincero, ti rispondo usando un concetto a mio avviso più forte della sincerità: mi ritengo onesto.

A volte l'uomo 'possiede' un sapere nascosto nel proprio inconscio. Il concetto di Verità per me è semplice: “non testimoniare il falso”. E quando un uomo sta lontano dalla menzogna e dall'inganno si potrebbe affermare di aver conosciuto tutto quello che c'era da sapere in un dato momento storico nel contesto di un determinato individuo. In questo senso, chiunque è sincero con se stesso conosce la verità perché agisce da 'contrario della bugia volontaria'. Non si pretende l'impossibile da un Umano.

Il concetto di Giustizia si realizza nello Stato di Diritto ed è una cosa molto più complessa di come la descrivi tu, secoli di Giurisprudenza stanno a dimostrarlo.

Nella Wiki, leggo:

[color=#0077dd]La locuzione stato di diritto traduce l'originaria espressione tedesca “Rechtsstaat”, coniata dalla dottrina giuridica tedesca nel XIX secolo.
Fondamento di questa forma di Stato è la salvaguardia della supremazia del diritto e delle connesse libertà dell'uomo. Il concetto dello stato di diritto presuppone che l'agire dello Stato sia sempre vincolato e conforme alle leggi vigenti:[/color]

Quindi a te non importa se queste Leggi vengono scritte da Criminali come Bush, eletto DEMOCRATICAMENTE ? Basta che sono scritte, va bene anche con i piedi, e nonostante sono liberticide e portatori di Morte?

[color=#0077dd]dunque lo Stato sottopone se stesso al rispetto delle norme di diritto, e questo avviene tramite una Costituzione scritta[/color].

Certo che ci dev'essere una Costituzione scritta. Ma da chi ? Da chi non solo non rappresenta ME, ma non rappresenta nemmeno te, e nemmeno gli altri. Tu preferisci lasciare la guida dell'Umanità agli inCoscienti, a patto di rispettare leggi scritte da loro stessi, ossia da Criminali al potere ? Strano ragionamento, il tuo – sempre SE ho interpretato correttamente quanto hai detto. 🙁

La geniocrazia a mio avviso contiene il seme del regime.

Più regime di Bush e Hitler, eletti dal popolo.. Anche quando scegli di frequentare un Avvocato o un Medico COMPETENTE invece di un 'cretino' qualsiasi, sarebbe ugualmente seme del regime ? Scegliere il meglio è regime ? O saggezza e Buon Senso ? Preferisci il caso ? Ma il caso è il prodotto della 'stoltezza', non è forse così?

A me piace pensare che se un cretino trova altri cretini che lo eleggono, questi cretini hanno trovato chi li rappresenta, anche questo fa parte della democrazia.

E intanto l'Atomica ti cade in testa per colpa di due cretini. :hehe:

La geniocrazia, sul piano pratico, si realizzerebbe come regime oligarchico ovvero un ristrettissimo gruppo di persone che decide in base a criteri propri ed indiscutibili chi sono i più adatti.

Non criteri propri ma criteri da stabilire di comune accordo in un, precedente, Stato di Diritto e Democrazia. Non sono indiscutibili ma aperti ad ogni tipo di dialogo, miglioramento e perfezionamento da chi dimostra di avere conoscenza ed esperienza nel campo Sociale, Antropologico e Politico. Oltre a quello specialistico, Biologico, Genetico e Psicologico.

La separazione fra i cosiddetti normodotati ed i portatori di handicap per fortuna è un concetto superato e le società civili hanno puntato tutte sulla convivenza e l'integrazione, le città separate, caro Omega, sarebbero un passo indietro.

Errore nella interpretazione delle mie parole: non ho mai parlato della questione “normodotati” e “portatori di handicap”. Non esiste NESSUNA ragione valida per separare i portatori di handicap dagli altri, anzi. Io ho parlato di Criminali. Ad esempio: il falso Fuhrer, Adolf Hitler non è portatore di handicap ma un malato mentale con una precisa e ben identificabile malattia mentale: il Crimine. Se lo lasci Vivere insieme ai non Criminali, si rischia che il Criminale propone un nuovo Sistema Politico a immagine e somiglianza del suo cervello Criminale e le masse ignoranti (non puoi obbligare le masse alla Conoscenza e la Realizzazione del Sé) lo votino solo perché è facile mostrarsi simpatico, forte e carino attraverso i media attuali, chiunque ne sarebbe capace. Un Adolf Hitler va curato in una città separata dotata di tutti i confort delle altre città – poi, successivamente, andrebbe reinserito da queste parti appena guarito dalla Malattia del Crimine, mentre un portatore di handicap non ha commesso alcun Crimine e non vedo perché separarlo o ritenerlo capace di distruggere l'Umanità. Sarebbe una grave bugia e palese violazione dei Diritti Umani, una ingiustizia inaudita.

Sul trattamento dei criminali fin'ora un'alternativa al carcere non è stata ancora trovata,

Da chi ? Da Bush, ovvero un altro Criminale ? Come potrebbe un Criminale curare un altro Criminale ?

si cerca di attenuare la pena detentiva con provvedimenti umani: permesso di lavoro esterno, arresti domiciliari, licenze premio per buona condotta, sconti sulla pena….

Capisco, ma ciò non contribuisce MINIMAMENTE ad una reale guarigione di un Criminale. Non parliamo poi degli errori giudiziari, tantissimi nelle “moderne” democrazie. La Democrazia era necessaria, un Passaggio obbligatorio per l'Umanità, ma non è perfetta, serve come punto di appoggio temporaneo, per trovare qualcosa di MEGLIO.