Rispondi a: L'antagonista e l'Anima

Home Forum SPIRITO L'antagonista e l'Anima Rispondi a: L'antagonista e l'Anima

#42662

Omega
Partecipante

[quote1237020571=Renée]
Conscio Subconscio Inconscio?
sempre rimanendo in ambito di ricerca individuale,
quali sono i meccanismi Omega? ( se posso chiedertelo)

so solo che il terzo non è assolutamente a conoscenza degli altri due.

[/quote1237020571]
Il terzo non è a conoscenza degli altri due essendo 'per fortuna' indipendente e incorruttibile.

Il conscio presiede alla Ricerca interiore (individuale) perché tutto parte da una Scelta volontaria di Trasformazione profonda e dalla trasparenza di intenti (sincerità con se stessi) – sono le Necessità di ogni progresso; la Ricerca si svolge integrando i 'dati' interni ed esterni che apparentemente sono 'di libera cnsultazione' ma che vengono favoriti o bloccati (resi “invisibili”) dal subConscio il quale 'deve' (la coerenza) seguire e ascoltare il progetto che noi stessi abbiamo stabilito all'inizio.

I disvalori in opposizione al 1° Elemento sono il desiderio di (re)stare nel branco, preferire l'illusione, quindi: l'indecisione, la delega, l'accontentarsi della quantità, l'apparenza, la normalizzazione sociale, servitù al potere, lo status quo, discriminazione, il 'dover' giudicare senza Conoscere, avere molto rispetto per le tradizioni umane e poco rispetto per se stessi e per la verità universale.

Il subconscio è un meccanismo quasi automatico che tramite l'elaborazione mentale- razionale- logica protegge il Sapere innato, genetico (nascosto, il quale si manifesta temporaneamene e potenzialmente nell'inConscio); fa da mediatore, tenta di impedire ogni intrusione casuale nel 'dataBase' Biologico, per garantire un percorso ben coordinato e armonioso senza salti esistenziali dannosi. Permette di pescare dal Tesoro Primordiale solanto quello che serve veramente all'Essere e non cerca di soddisfare i voleri dell'Ego. Il subConscio, dunque, presiede al Confronto tra i risultati, una volta ottenuti, della Ricerca – e alla successiva Verifica della giustizia e saggezza, di quanto stiamo per apprendere (ed accettare) al livello Conscio. Il subconscio non si può forzare, possiamo agire soltanto sulla corretta gestione del Conscio.

L'inconscio assorbe la Verità Cosmica (è qui che si trova la vera Conoscenza) nella forma di frammenti, adattati al nostro Livello e Carattere naturale, principalmente da due fonti: il D.N.A. e la connessione con la Sorgente Celeste. Questa grande e autentica conoscenza però non ha senso se non viene 'passata' attraverso il subconscio al conscio, ovvero se non Vediamo “quello che c'è, ma non si vede”; molti non sanno di Sapere perché non hanno mai imparato a comunicare con se stessi, con l'Essenza.

Ora, queste tre componenti 'riattivate' e utilizzate quotidianamente 'creano' (ossia ri-Creano) la Consapevolezza dell'Essere rappresentata dalla 'coscienza superiore' (anticamente, a volte detta: 'lo Spirito' oppure 'l'Anima'), il che 'genera' il senso dell'Unità, non solo degli Umani fra loro ma l'Unità tra tutti gli Esseri dell'Infinito, umani, animali, extraterrestri, la Terra, le Stelle, le Galassie. Quando mediante la Medtazione si giunge al ri-Conoscimento di se stessi quali Esseri 'divini'o alla Auto- Realizzazione, è possibile esprimere l'amore incondizionato senza dubbi né ostacoli, il che poi sarebbe il fondamento della realtà e uno dei scopi dell'Esistenza.

Quello sarebbe un livello dove è necessario Comprendere e non soltanto 'sapere' (o peggio: credere) perché è impensabile imitare o scimmiottare quello che si E' o che non si è semplicemente osservanto cosa fanno gli altri.