Rispondi a: Noi e il Messia

Home Forum SPIRITO Noi e il Messia Rispondi a: Noi e il Messia

#42715

cenereo
Bloccato

[quote1237490973=xxo]
Cari Amici, vi rendo partecipi di questo pensiero.

Avvolte perdo le forze.
Dentro di me piango, mi dimeno, provo compassione.
Provo dispiacere per coloro i quali mi circondano, vedo assenza, sogno, illusione, ego plagiato inconsapevole.
Senza un perchè, senza una verità, senza umiltà.

Come fare? Cosa fare?
Vige la totale assenza di umiltà, non si riesce a farsi ascoltare, a far valutare, l'unica cosa che c'è è una costante lamentela data da profonda inconsapevolezza, unita ad un affermazione del proprio ego sul prossimo.

E mi torna in mente quello che sappiamo di Gesù.
Questi sentimenti erano quelli che provava, il non essere compreso, il provare in ogni modo a far passare messaggi importanti, il provare dispiacere per il prossimo.
A 33 anni, dopo attenti percorsi mirati alla crescita ed alla scoperta volse il suo sguardo e la sua attenzione al prossimo, cercando in ogni modo di far loro capire.
La Sua battaglia assomiglia molto alla nostra di oggi.

Perchè come me qui online siamo in tanti e tutti noi facciamo quello che facciamo per il prossimo, per il pianeta, per portare alla luce le nostre verità insieme alle ingiustizie.
Frutto di un nostro personale e comune percorso.
Niente è per noi il nostro apparente “benessere”, niente è l'ego, passiamo ore ed ore a pensare, a scrivere, a parlare, ogni momento dei nostri giorni è indelebimente marchiato dal sentimento di voler far capire il prossimo.
Quello che conta per noi è risvegliare, promuovere un'altra realtà, quella che condividiamo da tempo, quella alla quale siamo arrivati.
Con il fine di riflettere ulteriormente su questo, con il fine di unirci e cambiare insieme, per continuare a scoprire ed a capire insieme.
Non si promuove assolute verità, si presenta la nostra strada, una strada per vedere con altri occhi, ricca di umiltà e di altruismo.
Oramai non ne possiamo più fare a meno, la nostra battaglia è costante e non vede tregua.

Ed ancora Gesù.
Penso e collego il suo fare, i suoi pensieri ed il suo essere, a noi.
Le sue battaglie, come non trovare punti in comune?
Ed allora, penso, cosa è “la seconda venuta del Messia?”

Siamo NOI.
Nnella mia introspezione di oggi arrivo a questo.
Noi vogliamo quello che Gesù voleva, noi troviamo le difficoltà che lui trovava, noi stiamo male per il prossimo come lui stava male, noi siamo esattamente come lui.

Nessuno ha ascoltato Gesù 2000 anni fa come nessuno ascolta noi oggi.
Mi rivedo molto in questo, anche nel carattere irrascibile che, contrariamente a quanto dipinto, lui aveva.
Un carattere rivoluzionario, la determinatezza di voler cambiare, contro i “serpenti”.
Il Messia di oggi siamo Noi, l'Uno risvegliato.

Ed in quale altro modo potremo mai pensare ad una seconda venuta?
Vogliamo forse dar credito alla novella apocalisse?
Quale modo l'Intelligienza Universale potrà aver pensato come giusta soluzione per questo suo ormai quasi surreale pensiero?

L'unica verità che oggi esiste è quella interiore, argomentiamo da tempo sul “tutto è gatekeepers” su Zeitgeist ed il suo Addendum.
Tutto è un prodotto Hollywoodiano, solo dentro di noi possiamo trovare verità.

Ed è proprio prendendo la Verità dal mio essere di tutti i giorni, dai miei sentimenti, dalle mie difficoltà, dalle mie emozioni ed unendola alle vostre, cari amici del web, che arrivo a questa conclusione.

Il Messia è qui tra di noi, è dentro ognuno di noi, è l'Uno, e stà uscendo allo scoperto per compiere quello che deve essere fatto, salvare il Pianeta.
Egli siamo Noi.

E' illusione che illude se stessa o è l'Anima, una nell'Uno, che pende consapevolezza? :bay:

[/quote1237490973]
…coscienza cristica?..chi ha bussato gli è stato aperto… :tk: :salu:….ma si..sono entusiasta grazie xxo..bello davvero #evvai