Rispondi a: Questionario

Home Forum SPIRITO Questionario Rispondi a: Questionario

#43165

Omega
Partecipante

Rispondo alle domande per pura curiosità, perché mi piacciono questionari universali.

Premetto che è possibile rispondere dal punto di vista ordinario (apparenza) o straordinario ('spirito'). Ho scelto la seconda.

E' più impegnativo, ma è anche più vero..

1) Credi che nel mondo ci siano persone che stiano meglio di te? Se si, chi? Se no, chi sta peggio?

Penso che nel mondo non ci sono persone che stanno meglio di me poiché “meglio di me” vuol dire che hanno trovato il senso dell'esistenza. Ora siccome io ho trovato questo senso – dichiaro che non c'è nessuno che sta meglio di me. Avere miliardi di € in banca (cosa che non ho, né pretendo) non vuol dire “stare meglio” se non sai come spenderli secondo la giustizia – e non sempre è facile scegliere correttamente grandi progetti. Non penso che ci sono persone che stanno peggio perché ognuno è responsabile per quanto ha avuto.

2) [u]Vorresti conoscere[/u] ciò che non sai? Se si, perchè? Cosa vorresti conoscere? Se no, perchè? Cosa non vorresti sapere?

Non tutto. Molte cose ma non tutto. Esiste sempre qualcosa che non pretendo di sapere poiché potrebbe influenzare l'armonia dinamica dell'Essere. Ad esempio non voglio sapere nulla sul futuro (ammesso che fosse possibile conoscerlo, al di là delle profezie religiose). Tutto il resto mi piacerebbe conoscere, però molte cose sono superflue quindi sapere o non sapere non cambia l'Essenza. C'è sempre qualcosa che non so e vorrei conoscere, ma generalmente sono poche cose, quelle al passo coi Tempi quindi riguarda il presente.

3) Descrivi brevemente cosa sono per te :

-l'amore –> saper donarsi totalmente, né più né meno di quello

-la non violenza –> una scelta consapevole, necessaria

-la comunicazione –> l'espressione dell'amore

-l'amicizia –> è importante perché nessuno dovrebbe sentirsi solo

-la solidarietà –> quella vera rappresenta equilibrio, una forma di giustizia; quella falsa o imposta (il cd. dovere) è terrificante come la Morte

-la felicità –> lo scopo della Vita

4) In cosa credi? –> tendo a non credere a niente e nessuno, il mio rapporto con la realtà è quello di un testimone, osservatore superpartes, cerco di capire e comprendere, raggiungere saggezza e 'centratura' – non voglio credere e fidarmi degli sconosciuti. Mi pare un qualcosa di obsoleto, superato.

5) Fai parte di qualche organizzazione? Cosa pensi del denaro? Del sesso? Del potere?

Oraganizzazione sì, Raeliani – non per essere aiutato ma per aiutare gli altri (ovvero “l'unione fa la forza”). Sono per la totale abolizione del denaro, ma fino a che esiste è necessario imparare a sfruttarlo al massimo (non accumularlo) per il benessere SPIRITUALE della comunità. La ricchezza non è un male ma un bene. Tuttavia la stessa ricchezza per un criminale è fatale e condanna eterna. Ogni delinquente, 'per salvarsi' e cambiare, dovrebbe passare attraverso la povertà assoluta. In seguito, se ha capito lezione, può redimersi e diventare ricco senza pericoli né ostacoli. L'astinenza temporale dalle cose e dagli oggetti è benefica se e quando non si ha un rapporto cosciente con l'ambiente che ci circonda ma al contrario ne diventi schiavo e servo. La sessualità/ sensualità cosciente e libera è positiva e piuttosto importante, però una sessualità inconsapevole diventa la tomba dell'Essere e della creatività. La chiave sta nella QUALITA', soprattutto in questo campo. Non è qualcosa di superficiale e banale ma molto profondo – vedi il tantra originario (non quello occidentale 'di stampo new-age', abbastanza negativo), e forme tibetane del buddhismo. Il potere non è di mio gradimento. Chi ci governa non deve sentirsi “potente” e “superiore” ma dovrebbe servire il popolo con maggiore responsabilità.

6) Riesci a fare un piccolo quadro della situazione sociale, in altre parole, riesci a descrivere sinteticamente, la situazione del mondo? E la tua situazione personale?

Il mondo sta per compiere un salto gigantesco verso la civiltà superiore, cosmica – un momento irripetibile della nostra storia, ma se non sta attento potrebbe autodistruggersi. La mia situazione personale, è che cerco di essere utile per permettere all'umanità il suddetto salto.

7) Trovi relazioni tra la tua situazione e quella che c'è nel mondo? Quali?

Domanda ambigua.. Forse, entrambi stiamo andando nella stessa direzione: Felicità Eterna. Non saprei come altrimenti descrivere la relazione.

8) Come ti immagini il futuro? Nel Mondo? E quello tuo personale?

Come adesso. Il mondo è come sono io; ognuno vede la realtà che vuole vedere. L'uomo si rispecchia nei pregi e difetti degli altri pertanto se l'Essere è sano lo sarà ancora di più il mondo con i suoi abitanti che ha permesso il mio concepimento. Non esiste “il caso” – dunque per ogni distorsione mentale sono soltanto io, il colpevole.

9) Cosa pensi ci sia da fare perchè le cosa vadano meglio? Se ti immagini che vadano già bene, cosa pensi di fare perchè continuino ad andare bene?

Le cose vanno già benissimo, adesso, perché tendo ad escludere dalla mia visuale ogni frutto della manipolazione del cornuto e dei seguaci. Per mantenere l'armonia, occorre non dimenticare l'Umiltà. L'Essere, è il risultato dell'Umiltà. Non esiste altra chiave che questa.

10) Cosa pensi di poter dare e cosa pensi di poter avere?

Niente di programmato in anticipo. Quello che sarà, quello sarà.

11) Riesci a descrivere che tipo-a sei? Le tue caratteristiche? I tuoi pregi e i tuoi difetti? C'è qualcosa che ti fa particolarmente adirare? Qualcosa che ti fa particolarmente piacere?

Essere umano che vede l'infinito per quello che E', ossia una meraviglia. Amo i miei difetti, amo i miei pregi, non ne parlo perché la Vita va vissuta, non raccontata. Nulla mi fa arrabbiare. Mi fa piacere incontrare un giorno anche fisicamente chi mi ha Creato.

12) Vuoi chiedere tu qualcosa?

Sei felice ? Mi rendo conto che è una domanda difficile. Ma solo apparentemente poiché la Felicità sta dietro l'angolo.