Rispondi a: Quanto dormite cari italiani?

Home Forum SPIRITO Quanto dormite cari italiani? Rispondi a: Quanto dormite cari italiani?

#44598

Omega
Partecipante

[quote1250199653=zret]
Bravo Omega. Io non ho la tua pazienza per scrivere argomentazioni tanto ampie ed articolate, ma, per principio, cerco di non rigettare nulla a priori e soprattutto di non chiudermi pregiudizialmente al dialogo. Le vie dello Spirito sono misteriose ed il mistero è il cuore del cosmo, della vita stessa.

Nemo propheta in patria.

P. s. Non sapevo che Osho fosse stato avvelenato.

[/quote1250199653]
Eh, purtroppo sì, “IL CASO OSHO, Un alieno da eliminare” –> http://www.isolachenonce-online.it/et/tabloid/zoom/un_alieno.html

[quote1250199743=Marì]
Cio' che affermi e' molto nobile, e potrebbe starci … pero' e' anche vero che a volte messi di fronte a certi casi: E' meglio lasciare ognuno al suo destino
[/quote1250199743]
Considera però che la popolazione manipolata scientemente dai media e dai veleni atmosferici/ mentali/ genetici i governi occulti li hanno messi fuori combattimento queste persone, tramortiti e poco coscienti di se stessi. La Gnosi è sempre stata osteggiata un po da tutti, chi lo fa per noia, chi per guadagno chi perché non sa, gli è stato insegnato qualcosa di apparentemente bello e lucicante ma falso, così nessuno è in grado “di scegliere il proprio destino”; lasciarli in questo stato di cose significa appoggiare il Grande Burratinaio. Io mi rifiuto categoricamente.

o meglio, rispettare le scelte di vita altrui

E quanti solo credono di aver scelto, ma non hanno scelto niente? Vedi il battesimo obbligatorio degli infanti da parte del clero, inoltre -il paradosso- questo tipo di battesimo non è valido per nessun genere di cristianesimo nemmeno quello più distante dal fondatore, quello più deviato.

… perche' altrimenti per salvare una mela marcia perdi il resto del raccolto.

Non bisogna risanare una 'mela' che non è più guaribile con gli attuali mezzi della Medicina e Spiritualità, occorre però impedire che il potere la fa ammalare di proposito, prevenire – e quando è già malata va rispettata lo stesso, indipendentemente dal fatto di stare 'dentro' o 'fuori' della nostra società. Hitler non faceva lo stesso, poi? Eliminare, cioè, gli “indesiderabili”, ovvero oppositori Politici, la (vera o finta) concorrenza? Ogni uomo sta sulla Terra per Vivere la propria vita, non per decidere cosa gli altri faranno con la loro. La vera esistenza è fondata unicamente sull'Amore e Sapere, ma se ognuno guarda solo a se stesso dov'è l'Amore? Dov'è il Sapere che unisce e abbatte le barriere fisiche e mentali? E il senso del Tutto? Scompare.

Io per il rispetto che ho della “Vita” sono contraria alla pena di morte, OK? … pero' chi uccide deve essere escluso dalla societa' …

Certamente, se mai guarisce dalla sua malattia del Crimine. Anche colui che è capace di aggredire il prossimo senza un motivo valido (ma non lo fa mai, per paura della legge) è da considerare escludibile ossia delinquente? Evidentemente sì. E se costui cambia radicalmente e profondamente, non vuoi perdonarlo nemmeno allora? Pare che “un Cristo” abbia detto: “Se voi non perdonerete di cuore gli errori dei vostri fratelli e vostre sorelle sulla Terra, nemmeno il Padre vostro (che è nei Cieli) perdonerà i vostri errori, nel Giudizio”. Ha parlato proprio del caso da me esposto: ossia coloro che si pentono realmente in tutti i sensi, con tutto ciò che comporta per essi – questa precisa scelta coraggiosa.

[quote1250202455=altair]
Con vero piacere.

Un “insegnamento” attualissimo, ma non equivalente, riguarda lo stile.

Sembrerebbe un dettaglio trascurabile, ma il tuo stile, detto francamente, a me piace poco.
[/quote1250202455]
No problem comunque per me lo stile della comunicazione è secondario.

Scannerizzare i post degli altri utenti, meglio di un antivirus, è la manifestazione di uno stile pesante.

Uno stile pesante solo perché ho idee chiare? Beato chi non ha confusione in testa. Tutti i giorni mi metto in discussione, 24 ore su 24, non ti basta questo dato come garanzia della mia onestà intellettuale? Non prendo nulla per scontato. Non ho le credenze. Sono un ricercatore perfetto (autoironia)!

Ora, non ti sto dicendo di arrivare ai concisi epitaffi di Zret, espressione di uno stile lapidario, ma favorire la leggibilità dei tuoi interventi, dal mio punto di vista sarebbe cosa apprezzabile.

Sintetizzo il topic? Michele afferma di ricordarsi le vite passate e la conoscenza connessa a quelle vite. E' un delitto? No. Michele dice di aver scoperto la verità sull'uomo. E' un delitto? No. Di conseguenza, Michele spinge l'uomo a cambiare perché, afferma, l'uomo ordinario non usa tutte le sue potenzialità mentali e così facendo l'uomo ordinario si perde dietro il clero, potere, politica dimenticando il vero se stesso che è spirituale. Io lo chiamo semplicemente “coscienza” (superiore), ma siamo lì. E' un atteggiamento delittuoso? No. Lo sarebbe se apparisse davanti alla porta di Casa tua, pistola in mano, costringendoti con la forza fisica e violenza di incominciare quello stesso istante a seguire la sua Filosofia. Fino a che parla nei forum di tutto il mondo non vedo il Pericolo – è solo informazione, che non piace a tutti, ma d'altronde la corrente Gnostica del Pensiero umano propone da millenni scenari spaventosi similari. Tranquilli però, è solo 'fiction': MATRIX.

Il paragone fra ciò che scrive Michelino e i molti discorsi sullo spirito che trovano spazio nel forum, non regge.

Gli utenti che portano avanti discorsi sullo spirito nel forum di AG, non hanno mai avuto alcun problema a manifestare liberamente il proprio pensiero, tranne quando la cosa assumeva i toni di chi pensa di detenere la verità assoluta.

L'ultimo esempio in ordine di tempo ci viene da Yeiaiel,

E perché non prendere le parole del simpaticissimo Yeiaiel come satira? Abbiamo perso il senso dell'umorismo? Le Scie Chimiche hanno avuto questo effetto sulla popolazione terrena?

il quale, convinto di possedere la verità, invitava Brig.Zero a lasciar perdere le sue letture, poichè tutto ciò che riguarda la verità è spiegato nel blog di Yeiaiel.

Si tratta di un atteggiamento inaccettabile.

Non lo è – perché è stato sincero, non lo ha detto con l'intenzione di ingannare ma di sugggerire una sua credenza/ esperienza. Non è colpa sua, per la sua convinzione di aver trovato un 'metodo' più efficace per il raggiungimento del Nirvana. Fa parte della sua personalità, di Yeiaiel, che mi pare un bravo ragazzo tra l'altro, e -forse- del suo 'essere' spirituale.

L'atteggiamento di Michelino non solo è identico, ma risulta peggiore, poichè a sostegno delle sue verità aggiunge la rivelazione: io sono Gesù.

E Yeiaiel dice: io sono Shiva (che sarebbe DIO), o per essere esatti, dice di essere un messaggero di SHIVA, la sua amica. E le canalizzazioni o istruzioni medianiche suggerite da Brig.Zero? Anche Medium a volte dicono: “io sono Napoleone”, “io sono l'archangelo Michele”, o “io sono Dio” perché Dio, l'archangelo o Napoleone “entrano in loro”, nei loro corpi e menti. Qual'è la differenza? E quando i nostri politici parlano, c'è chi afferma che vari demòni entrano in alcuni di loro per esprimersi nel mondo. E quindi? Sono tutte teorie, lasciamoli parlare. Perché, forse, tu conosci la verità? Se no, è giusto restare in ascolto, innanzitutto di se stessi, poi del Cosmo – ma anche degli altri, perché tutti sono Uno, quindi DIO.

p.s.
E' bene aggiungere una precisazione.

Considero Yeiaiel una persona sincera, anche se condivido ben poco di quello che dice.

Considerare Michelino allo stesso modo non è possibile; sincerità ed onestà sono qualità che non emergono mai in quello che scrive.

Dipende. In ogni caso io posso non condividere tutto quello che dice Yeiaiel, ma sono d'accordo con UNA PARTE del verbo di Yeiaiel e con UNA PARTE del verbo di Michele. Non lo trovo affatto scandaloso, perché tutti siamo maestri e allievi nello stesso tempo, prendo IL MEGLIO di ognuno – quando si è aperti la comunicazione è possibile, il fatto di chiuderci ci fa arrabbiare moltissimo, perché consci dell'errore e della lontananza dalla vera Sorgente. La Porta bloccata vuol dire scegliere un NO alla Vita. Per essere Vivente, sono 'costretto' ad essere sempre aperto indipendentemente dalla qualità dell'interlocutore. E' un rischio per me necessario ed una scelta esistenziale. Senza, non sarei io, ma un comune Mortale.