Rispondi a: La Coerenza

Home Forum SPIRITO La Coerenza Rispondi a: La Coerenza

#44948

sephir
Partecipante

[quote1253187656=Spiderman]
[quote1253166433=Richard]

io vedo la cosa in maniera piu naturale, o meglio facendo gli stessi ragionamenti che fai tu io sono arrivato ad altre conclusioni, la morte ci fa ribrezzo ma è parte della vita, è un ciclo, a parte mangiare carne o meno.
Io non condanno l'uomo che mangia la carne come assassino, per me anche i vegetali percepiscono di essere mangiati e digeriti, ma non condanno chi mangia i vegetali.
Il punto è la percezione che hai della cosa, io sto parlando di alimentazione non di violenza gratuita e condanno l'allevamento in condizioni orribili o metodi di tortura e uccisione che andrebbero e si potrebbero evitare.
Per me è naturale che l'essere umano si nutra di carne, è un ciclo naturale e se fosti cresciuto in una societa diversa la penseresti diversamente, se fosti cresciuto in mezzo alla natura in un villaggio sarebbe normalissimo nutrirti di animali, per me questo pensiero che io capisco ha una carica elevata nata da una tua percezione, nostra percezione a mio avviso distorta della questione.
Non possiamo sempre essere d'accordo e non ho inteso che chiunque puo uccidere perchè la morte non esiste.
Anche nel caso dell'uccidere comunque per me siamo in un teatro, la morte non esiste, ciò che sei veramente non muore, il corpo come veicolo smette di funzionare.
Per me che un uomo si nutra di carne animale non è la stessa cosa di un uomo che va a casa di un altro e lo uccide per togliergli la vita e basta. Come anche verso gli animali.
Se poi uno SCEGLIE da sè di divenire vegetariano perchè spiritualmente piu corretto o vantaggioso, va bene, ma deve essere una scelta non puoi imporlo e nemmeno viceversa, imporre a un vegetariano di mangiare carne dicendogli che si fa dei problemi che non esistono..no lui ha fatto una scelta.
Io non condanno chi mangia carne come assassino di animali e non amante degli animali …
Non condanno chi mangia vegetali come assassino di vegetali..parliamo di nutrirsi e l'essere umano in quanto a nutrirsi è naturale, in natura, che si sia adattato o che sia portato a mangiare carne.
Anche su questo ci sono varie discussioni, sta di fatto che l'uomo mangia la carne e può mangiare carne.
Leggiti questo:
http://www.mednat.org/alimentazione/emodieta.htm
http://www.my-personaltrainer.it/dieta/dieta-gruppo-sanguigno.html

Non possiamo essere d'accordo sempre e comunque, non possiamo forzare in uno il parere dell'altro, possiamo discutere dei nostri punti di vista, io ti capisco, ho pensato anche io quello che pensi tu, ma sono arrivato ad altre conclusioni e non significa che in futuro non possa divenire totalmente vegetariano.
Volevo solo moderare le discussioni su questo punto, perchè non è corretto a mio vedere condannare chi mangia carne ( o viceversa ) e affermare tutte le cose piu negative possibili sulla carne ed è giusto insistere sul punto che divenire vegetariani, benchè l'organismo umano abbia grandi capacita di adattamento, NON sia cosa da prendere alla leggera.
Concordo sul fatto che l'uso di carne nella dieta sia da moderare.
[/quote1253166433]

Difatti non siamo d'accordo per niente. Il punto è che per mangiare carne devi uccidere, il resto del tuo ragionamento salta di palo in frasca senza giungere a nulla di concreto avvicinandosi molto alla retorica. Nemmeno io condanno chi mangia carne come assassino, infatti non tutti quelli che mangiano carne uccidono l'animale che poi mangiano, chi li uccide invece si, esattamente come chi uccide un uomo. Per quel che riguarda amare gli animali il discorso è semplice, chi ha il gatto ama il gatto e non lo mangerebbe mai perchè lo rispetta trovando sbagliato ucciderlo e mangiarlo, coniglio, maiale, mucca e pollo non meritano lo stesso rispetto e amore, quindi questi amano certi animali e altri no.
Per quel che riguarda i link ho già letto abbastanza, come detto sono anni che mi alimento così e sto benone, posso fare il confronto con prima e non c'è paragone, molto meglio adesso, più leggero e più forte nel corpo e nello spirito.
Ultima cosa, tutte le volte in queste discussioni vengo accusato di imporre la mia scelta, io non impongo nulla a nessuno, dico la mia e discuto quello che trovo e so essere sbagliato, ma non ho mai imposto nulla. Quindi per cortesia non ti ci mettere anche tu.
[/quote1253187656]

spiderman, credo che il fatto di sottolineare l'imposizione di una scelta sia più riferito ad alcuni (che ora non vado a rispulciare) che discutendo hanno teso a sentirsi delusi e un po ad usicre dalla normale discussione.

Il fatto è che normalemente in questi discorsi si finisce per assumere certi ruoli: se io amo gli animali e sono vegan o altro e sento qualcuno dire “io mangio carne così e cosà”, non potrò che giudicarlo, anche cercando in tutti i modi di essere non pesante con lui. Ma è evitabile? forse no…e allora ti ritroverai sempre qualcuno che con idee diverse risponderà sentendosi accusato di fare una cosa sbagliata e dirà “non mi accusare, guarda che io penso questo e quello!”… è evitabile? forse no.

MI sa quindi che fa parte del “gioco” dei ruoli, ovvero senza ironia, delle coscenze che si definiscono e si confrontano continuamente…parlo per me ovviamente, e ritengo che ognuno poi abbia la possibilità di graduare lo scontro che comunque ci sarà, e devo dire che anche in questa discussione ci sono differenze nette di atteggiamento. Ma non si può evitare lo scontro.