Rispondi a: Fede

Home Forum SPIRITO Fede Rispondi a: Fede

#45228

Gyta
Partecipante

io non “credo” io “sento” che esistono livelli superiori a quello in cui viviamo
direi che da piccoli tutti lo sentiamo e lo sappiamo, poi da grandi non ascoltiamo piu questo “sentire” e mettiamo “i piedi per terra” o veniamo deviati da un percorso di conoscenza piu elevato
Quindi mi pongo delle domande e cerco delle risposte, i controsensi sono dovuti all'ignoranza creata e mantenuta dall'uomo con la u minuscola

Concordo.. al mille per cento!
Fede come fiducia interiore, apertura del cuore-mente..

Non ho mai sentito niente, e mi chiedo in cosa questo “sentire” dovrebbe consistere, e come mai guardacaso è appannaggio solo di certe persone…

No, non è “appannaggio” di certe persone.. !
E’ la serenità interiore che emerge quando riusciamo ed impariamo ad amare, ad essere in amore con la vita,
con la percezione che è la nostra testimonianza di vita, di coscienza..
Quel “sentire” altro non è che una dimensione della coscienza, quando riusciamo per davvero ad ampliare la nostra mente e percepire il “miracolo” di essere.

io ho solo la fede che mi suggerisce che la realtà è più vasta di quella che posso percepire comunemente

Già! Ciò che vediamo/sentiamo/percepiamo non è che una delle infinite possibilità di interpretare la coscienza.
Cosa è il mondo “fuori” se non quel medesimo senza nome della nostra percezione che chiamiamo comunemente “coscienza di essere”?!

Quello emozionale è represso dall’educazione.

No. E' represso dalla realtà.

La realtà non è che un’interpretazione di ciò che percepiamo
e ciò percepiamo diventa man mano filtrato dall’elaborazione data
non solo dai nostri 5sensi ma principalmente dalla nostra memoria emotiva : l’educazione o cultura mentale, il pensiero concettuale a cui associamo la percezione! Che diventa il nostro mondo concettuale, che diventa per noi “la realtà” “oggettiva”.

Stamane sono un po’ stanca per cui sintetizzo.. 😉

.cosa siamo? Uno scherzo della biologia? Il prodotto di condizioni casuali? Degli esseri di Luce imprigionati in corpi mortali?

Chiediti chi sei.. ma dal di dentro!
Allora lentamente le risposte giungono.. in forma di percezione..

quindi la fede è una specie di dono: o ce l'hai alla nascita o non ce l'hai

No. E’ una capacità dell’essere!
Va solo coltivata seguendo il filo sottile dell’intuizione e della sfera delle emozioni mirando però all’essenza percettiva sottostante..

Allora, questa fede? Nessuno me la sa spiegare ma tutti la sentite…

La fede andrebbe intesa come fiducia(non in qualcosa!) ovvero come apertura interiore solo da qui si può giungere a sperimentare quel “Qualcosa” che è la nostra stessa essenza,
la nostra coscienza interiore che non ha limiti né spazio e non si inscatola in classi di concetto.. e non si esaurisce a ciò che crediamo sia un “fuori” ed un “dentro”!

Leviamo i limiti alla mente, leviamo la convinzione che ciò che vediamo sia assoluto e giungeremo a comprendere che la nostra mente non è che una modalità di una Coscienza che non ha solo questo “aspetto”..

Beh, riprenderò magari quando sarò meno stanca sperando di riuscire ad essere maggiormente chiara!
L’unico consiglio, utile mi auguro, non miriamo al “fuori” ma prendiamo coscienza che la nostra mente ed il fuori non sono che separate dalla convinzione dei nostri concetti!

Dov’è la mente? Chi è l’essere umano? Dove finisce la dimensione animale e dove inizia quella molecolare? dove inizia quella quantistica e dove finisce? Non sono dunque tutti frutti del nostro intendere
dettato dai nostri 5 sensi? e se ne avessimo altri di sensi: il sole sarebbe ancora sole? il caldo caldo? il pensiero, pensiero? Chi sarebbe chi? Eppure.. “Qualcosa” rimarebbe.. “Qualcosa”…