Rispondi a: Esempi di sincronicità originali

Home Forum SPIRITO Esempi di sincronicità originali Rispondi a: Esempi di sincronicità originali

#45873
Richard
Richard
Amministratore del forum

le sincronicità sono qualcosa di molto particolare e forte, non restano dubbi che siano un messaggio..soprattutto quando avvengono in sequenza come spiega Randy Powell

Ad esempio una mia che ricordo
Stavo leggendo e studiando tutto quello che trovavo in base al concetto del “tetraedro circoscritto in una sfera”, seguendo la pista del materiale di Wilcock e altro..
allora ricapitolando vidi la puntata del “Bivio” con Urzi e Simona (in quel periodo ne accaddero diverse in sequenza, del tipo che rifletto in auto al lavoro su dei concetti, scendo dall'auto entro in un ufficio e due persone parlano, nel parlare mi accorgo che toccano l'argomento a cui pensavo e mi scende un brivido nella schiena..).
Quindi mi ritrovai a discutere del caso su internet e tramite Antonio conosco un suo amico che viene a casa mia un giorno e mi porta qualche video.
Nel parlare mi racconta di Ighina, che non conscevo per nulla, e dice che per Ighina il Sole era come un foro da cui esce l'energia di Dio.
——
Parlando del Sole, lui affermava che era un foro, un buco nella cupola superiore che separava il regno di Dio dall’universo creato, attraverso il quale si manifestava il grande fuoco o Grande Spirito sconosciuto, come Luce del nostro universo, inteso come un’immensa duplice cupola entro la quale riflettendosi, essa poteva dare origine a quel Ritmo Creativo che avrebbe determinato la formazione del nostro Sistema Solare.
Non era facile capire Gigi.
http://www.edicolaweb.net/libro50b.htm
———

Allora mi viene in mente un pezzo del testo di un articolo di Wilcock

Il nostro Sole non è una fornace nucleare.

Ricerche suggeriscono che il Sole è come un buco apparso nel campo energetico della Galassia, permettendo all' energia di uscire in una certa area, ecco perchè lo vediamo come una luce splendente.
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.966

Quindi Antonio non avrebbe saputo dirmi di Ighina e di questo concetto, è arrivato il suo amico (che gestiva il suo vecchio sito, quindi conosciuto mi pare tramite il web), che mi ha presentato la storia di Ighina…che a sua volta mi riportava al materiale di Wilcock.

Ora di recente so anche che il concetto è legato alla teoria di Haramein.
E qua troviamo ricercatori che ipotizzano la presenza di un “wormhole” nelle Stelle
http://astronomicamentis.blogosfere.it/2011/03/tunnel-spaziotemporali-di-livello-stellare.html

Praticamente ci si ritrova in un tunnel dove un punto di spinge all'altro e cominci a capire dove e come recepire i segni, i messaggi, anche nel modo più inatteso..quando avviene in sequenza è pazzesco!