Rispondi a: L’intervista a Mauro Biglino

Home Forum SPIRITO L’intervista a Mauro Biglino Rispondi a: L’intervista a Mauro Biglino

#46187
farfalla5
farfalla5
Partecipante

[quote1330102171=InneresAuge]

Non sai quanto vorrei saperlo… ma da dove partire? Biglino stesso ci fa interpretare la Bibbia nel suo significato autentico, ma di lì in poi… non c'è più niente. Magari ci fosse un Biglino orientale, scoprirebbe simili cose sui testi più antichi… Se non sbaglio anche nei loro testi infatti si parla di civiltà molto evolute e addirittura di una guerra nucleare…

Avete un libro da consigliarmi?
[/quote1330102171]
Inneres nella 2 seconda sessione del 1 libro della legge dell' Uno c'è scritto questo:

Siamo quelli della Confederazione che undicimila anni fa giunsero su due delle vostre culture planetarie che, a quel tempo, erano strettamente in contatto con la creazione dell’Uno Creatore. Credevamo, in tutta semplicità, di poter insegnare/imparare tramite il contatto diretto e che le distorsioni del libero arbitrio delle sensazioni e delle percezioni individuali, o personalità, non fossero in pericolo. Non sapevamo che fossero già disturbate, poiché queste culture erano profondamente allineate a un credo collettivo che comprendeva l’essenza o la consapevolezza di tutto. Arrivammo e ci venne dato il benvenuto da coloro che intendevamo servire. Cercammo di aiutarli, fornendo gli strumenti tecnici per poter attuare la guarigione delle distorsioni del complesso mente/corpo/spirito, attraverso l’uso del cristallo, tramite una precisa ed appropriata successione di proporzioni di materiale tempo/spazio. Così vennero create le piramidi.

Scoprimmo che la tecnologia era soprattutto riservata a coloro che possedevano il potere. Questo non era previsto dalla Legge dell’Uno. Quindi lasciammo la vostra gente. Il gruppo che lavorava in Sud America, come chiamate quella parte del vostro globo, non si diede per vinto così facilmente. Ritornarono. Noi no. Tuttavia, non abbiamo mai abbandonato la vostra vibrazione perché ci sentivamo responsabili di avere provocato dei cambiamenti di coscienza che si erano poi distorti in modo non contemplato dalla Legge dell’Uno. Cercammo di contattare i governanti dei territori in cui eravamo giunti, quella terra che voi chiamate Egitto, o in alcuni casi, Terra Santa.

Nella diciottesima dinastia, come è nota nel vostro tempo/spazio, riuscimmo a metterci in contatto con un faraone, come voi lo chiamereste. L’uomo aveva poca vita-esperienza sul vostro livello ed era. . . così lo chiamerebbe il vostro strumento, un Errante. Così questo complesso mente/corpo/spirito ricevette le nostre distorsioni di comunicazione e riuscì a mescolare le proprie con le nostre. A questa giovane entità era stato dato un complesso vibratorio di suoni in onore di un dio prosperoso, che questo complesso mente/corpo, che noi per comodità chiamiamo strumento, chiamerebbe “Ammon”. L’entità decise che questo nome, dedicato a un solo dio tra molti, non poteva essere accettato nel suo complesso di suoni vibratori. Così, cambiò il nome con quello che onorava il sole. Questa distorsione, chiamata “Aten”, era molto vicina alla nostra realtà come noi concepiamo la distorsione del complesso mente/corpo/spirito. Tuttavia, non riuscì ad allinearsi completamente all’insegnamento/apprendimento inviato. Questa entità, Ikhnaton, si convinse che la vibrazione dell’Uno era la vera vibrazione spirituale e quindi decretò la Legge dell’Uno.

Tuttavia, le convinzioni di questa entità erano accettate da pochissimi. I suoi sacerdoti praticavano una devozione puramente verbale, senza la distorsione spirituale verso la ricerca. Le genti proseguirono con i propri credo. Quando l’entità lasciò questa densità, si ripristinò il credo in numerosi dei e così continuò finché colui chiamato Mohammed indirizzò la gente in una distorsione più intelligibile di relazioni mente/corpo/spirito.

…..e Ra dice che quando sono arrivati qui c'erano già umani…dopo, dice anche che è successo 11 mila anni fa…non riesco a rimettere in un senso cronologico queste informazioni. :ummmmm:


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.