Rispondi a: Nulla si crea e nulla si distrugge, ma…

Home Forum SPIRITO Nulla si crea e nulla si distrugge, ma… Rispondi a: Nulla si crea e nulla si distrugge, ma…

#46257
farfalla5
farfalla5
Partecipante

[quote1278669836=Richard]
Non c'è alcuna traccia di coscienza, sensazioni, sentimenti, pensieri, ecc. nelle equazioni del campo elettromagnetico. Se si ipotizza che il campo elettromagnetico sia l'origine della nostra vita psichica, allora la sola logica conclusione sarebbe che anche la nostra lavatrice, la nostra televisione, il nostro tostapane di tanto in tanto saranno depressi o felici o sofferenti… Infatti, dal punto di vista scientifico non vi è alcuna differenza tra i campi elettromagnetici presenti nel nostro cervello e quelli presenti in questi apparecchi. ”
http://xoomer.virgilio.it/fedeescienza/discusitnf.html

http://www.swif.uniba.it/lei/ai/networks/04/koch_it.pdf

http://onde.splinder.com/post/20008145/cervello-strumento-della-mente
[/quote1278669836]

qui sopra c'è una spigazione che a me appare molto chiara…

e dove dici:
[code][/code]

Ragionandoci su in maniera approfondita, ho pensato che il nostro pensiero è dato da impulsi elettrici del nostro cervello… e la nostra coscienza, ovvero i nostri pensieri, sono formati proprio da impulsi elettrici…

pensieri sono una elaborazione del nostro cervello, la coscienza è la FONTE.

Un discorso molto ambiguo questo, perchè noi ci identifichiamo con il nostro corpo, con i nostri pensieri….ma dobbiamo, credo, cercare di capire che noi dentro siamo tutto un altra cosa…
non è facile, avremo mille idee, congetture e dubbi, ma alla fine le nostre scelte, se prese con una giusta dose di conoscenza, ci faranno vedere chi siamo davvero.

Comunque è molto individuale la faccenda.


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.