Rispondi a: Nulla si crea e nulla si distrugge, ma…

Home Forum SPIRITO Nulla si crea e nulla si distrugge, ma… Rispondi a: Nulla si crea e nulla si distrugge, ma…

#46258
InneresAuge
InneresAuge
Partecipante

[quote1278678049=Richard]
in realtà l'indagine per capire come si manifesti la coscienza e il pensiero non mi pare così riuscita ancora, gli impulsi sono elettrici e avvengono in un cervello che al 90% è acqua, ci sono casi di persone che in teoria non hanno un cervello per la nostra scienza, idrocefali, ma fanno una vita del tutto normale… http://www.coscienza.org/CERVELLO_SUPERFLUO.html
http://xoomer.virgilio.it/fedeescienza/

“La scienza ha dimostrato che le equazioni del campo elettromagnetico sono universali; esse descrivono tanto il campo elettromagnetico dentro il nostro cervello come quello in un qualunque filo di rame o quello all'interno di un atomo. Non c'è alcuna traccia di coscienza, sensazioni, sentimenti, pensieri, ecc. nelle equazioni del campo elettromagnetico. Se si ipotizza che il campo elettromagnetico sia l'origine della nostra vita psichica, allora la sola logica conclusione sarebbe che anche la nostra lavatrice, la nostra televisione, il nostro tostapane di tanto in tanto saranno depressi o felici o sofferenti… Infatti, dal punto di vista scientifico non vi è alcuna differenza tra i campi elettromagnetici presenti nel nostro cervello e quelli presenti in questi apparecchi. ”
http://xoomer.virgilio.it/fedeescienza/discusitnf.html

http://www.swif.uniba.it/lei/ai/networks/04/koch_it.pdf

http://onde.splinder.com/post/20008145/cervello-strumento-della-mente
[/quote1278678049]

Il discorso sulle emozioni è abbastanza spiegato, ma neanche mi preoccupa: scientificamente sono “funzioni” chimiche (tanto è che è facile provocare ansia o rilassamento tramite farmaci e ancora non li conosciamo a fondo) sviluppate durante l'evoluzione…
Ma anche secondo chi ha avuto un esperienza pre-morte, ha provato un distacco totale dalle emozioni tipicamente umane… e addirittura dai legami e dagli affetti terreni.
Se programmassimo una lavatrice a reagire a seconda di come la si tratta… :hehe:
Credo che ci porti abbastanza fuori pista.

[quote1278678343=Erre Esse]
[quote1278667568=psychok9]
Capite dove voglio arrivare?

[/quote1278667568]

Ehm, sinceramente no. :ummmmm:

[/quote1278678343]
Se quello che rimane della nostra “coscienza” è dato solo dalla sommatoria delle esperienze, ricordi, e pensieri, la spiegazione che nulla si crea e nulla si distrugge non ci aiuta a pensare ad un idea di vita oltre la morte, perché come per un “movimento muscolare”, le nostre esperienze e coscienze sarebbero legate ad un determinato istante del tempo, e quindi non eterno.

[quote1278678345=farfalla5]
qui sopra c'è una spigazione che a me appare molto chiara…
e dove dici:
[code][/code]

Ragionandoci su in maniera approfondita, ho pensato che il nostro pensiero è dato da impulsi elettrici del nostro cervello… e la nostra coscienza, ovvero i nostri pensieri, sono formati proprio da impulsi elettrici…

pensieri sono una elaborazione del nostro cervello, la coscienza è la FONTE.

Un discorso molto ambiguo questo, perchè noi ci identifichiamo con il nostro corpo, con i nostri pensieri….ma dobbiamo, credo, cercare di capire che noi dentro siamo tutto un altra cosa…
non è facile, avremo mille idee, congetture e dubbi, ma alla fine le nostre scelte, se prese con una giusta dose di conoscenza, ci faranno vedere chi siamo davvero.

Comunque è molto individuale la faccenda.
[/quote1278678345]

Ecco, hai centrato il punto 🙂
Credo che ognuno di noi interessato a questo tipo di ricerca interiore, debba trovare questa “fonte”, se esiste… anche perché tutto ciò che è umano è destinato comunque a rimanere in questa dimensione “umana”.
Il punto è che al momento la “fonte” è un pensiero, e quindi non riesco a trovarne traccia o non ho ancora occhi per vederla…


Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
- Franco Battiato