Rispondi a: ciao sono iris

Home Forum SPIRITO ciao sono iris Rispondi a: ciao sono iris

#46593

xxo
Partecipante

Iris cara,
è il nostro stare che interagisce direttamente con il tutto e che crea il buon futuro o il non buon futuro. Quello che si pensa, quello che si sente, quello che si prova.
Il ritrovato significato della connessione universale fa da collante a tutti noi; ogni nostro stare imette nel campo un input.

Il campo è fatto da noi stessi, la frequenza di amore o di odio la decidiamo noi, atraverso il nostro stare. Ci sono dei momenti “critici” nella storia del pianeta e quello identificato come fine dicembre 2012 è uno di quelli. Ma il futuro non c'è, lo stiamo scrivendo noi adesso.

Tutti coloro i quali pubblicano video e lunghi scritti possono solamente esprimere una probabilità. Il fatto che si realizzi questa o l'altra cosa dipende dal campo, dall'energia che emettiamo, da quella che viene chiamata coscienza collettiva.
Dove è l'uomo la va il pianeta.

A riguardo potrai pensare che l'essere umano oggi è completamente sbilanciato nel “male”.
Non è così, questo è quello che il regime vuol farci pensare.
Ci sono milioni di persone che stanno lavorando molto intensamente per portare il bene.
E la direzione del bene, dell'Amore, è quella dell'universo, di come si muove, si crea e si modifica il tutto, da sempre.

Il sentimento di “odio, rabbia, dualità” si muove contro fonte.
Il sentimento di “Amore, pace, unione” si muove in direzione fonte.

Un pesce che vuol nuotare contro corrente durerà molta fatica e non arriverà mai alla sorgente, farà poca strada e cadrà sfinito prima di raggiungere il suo obbiettivo.
Se il pesce invece si gira e inizia a nuotare in corrente, vivrà da subito un momento di “paura” causata dal nuovo modo di vivere. Dopo una prima resistenza si lascerà trasportare dalla bellezza del flusso. Prenderà man mano coscienza di quello che stà succedendo, in completa pace, stupore e magnificienza constaterà la semplicità del nuotare e nella bellezza di tutto ciò. Senza fatica si ritroverà alla bocca del fiume.

Una semplice metafora per definire che il male dura molta più fatica del bene ad uscire.
Anche se coloro i quali vivono nell'oblio di loro stessi sono di più, è sufficiente una piccola parte di persone che muovono il bene per determinare le sorti del pianeta.
In altre forme questo concetto viene definito massa critica.

Cmq dai una lettura all'articolo di Gregg Braden (Fractal Time) postato qui alcuni giorni fa e, se ti interessa approfondisci, sempre attraverso questo grande scienziato, su youtube i concetti della matrix divina.

Un caro abbraccio!