Rispondi a: Risvegliàti/e

Home Forum SPIRITO Risvegliàti/e Rispondi a: Risvegliàti/e

#46984

tavani
Partecipante

Ciao a tutti.

Scusate per il ritardo. Ho letto i vostri commenti e sono rimasto molto colpito nel vedervi uniti nella ricerca della verità.

La vostra fiducia verrà ricambiata.

a JC voglio dire che non sei affatto lontano dalla verità.
in particolare quando dici:

“Molto probabilmente abbiamo bisogno di dimenticare la nostra origine divina per meglio assorbire l'esperienza in terra,per evitare distrazioni che ci porterebbero al lassismo spirituale sol perchè “noi siamo grandi”…….”

Ti dico per precisione che non abbiamo bisogno di dimenticare la nostra origine divina, ma è lo stesso Piano Divino che prevede che il nostro ritorno sulla terra debba ripartire da un vero e proprio reset.
Tutte le difficoltà si ripresentano, come se nulla mai fosse stato fatto. Questo è necessario perchè il risveglio sia reale, sia coerente con il tempo in cui si verifica, e sia così utilizzabile da chi ha bisogno di uscire dalla gabbia.
In pratica diventi l'esempio vivente di come uscire da quel particolare tipo di gabbia, come quello terribile in cui ci siamo trovati.

Adesso ti lascio usare il discernimento e ti dico: Saresti mai venuto in questa vita, se non avessi avuto la probabilità di sopravviverne con il tuo Spirito?

Io ti dico che hai questa probabilità, e anzi hai molte probabilità di sopravviverne, di uscirne. Sai già come fare, perchè l'hai già fatto. Devi solo rifare tutto il percorso. Ma per uno che l'ha già fatto, non si tratta dunque di un ripetersi?
Non si può neanche dire ricordare, perchè non puoi. Ma il percorso è, anche se con differenti variabili, identico.

Dunque devi solo ripetere ciò che nel tuo senso innato ti porterà ad allargare le sbarre e poi uscire.

Tu dici:
“se poi un uomo riesce a conciliare i due aspetti e cioè riconoscersi eterni ed allo stesso tempo evitare di cadere nel baratro della presunzione, ecco il vero risvegliato.”

La presunzione è un concetto sempre della matrice, e uso questo termine per facilità di comprensione. Dalla presunzione non si esce. Per uscire bisogna liberarsi della presunzione . Perciò non ti “risvegli” se non hai annullato la presunzione, come tu dici.

Poi hai detto:
“D'altronde è come se un ricco andasse per un giorno in mezzo alle baracche per fare l'esperienza del povero, esso si rilasserà e rimarra comunque sereno convinto del fatto che “domani” tornerà a fare la vita di sempre….ma se esso si dimentica della condizione iniziale (e cioè quella di essere ricco) penetrerà abbastanza nella povertà a tal punto che al ritorno a casa sarà un uomo diverso, compiuto, che riconosce la differenza tra ricco e povero.”

Questo concetto è molto simile a ciò che hai fatto tu, prima di venire qui. Non puoi ricordarlo, ma superando il percorso, comprenderai che è così. Questo è lo scopo di questa esistenza, della Scuola “Terra” come si sente dire in giro.

Lo scopo è uscirne. Lo Spirito risvegliato diventa pronto per nuovi percorsi.

Anche NESSUNO dice cose molto importanti:
-“Abbiamo “dimenticato” (l' inConscio non dimentica), per conquistare la libertà, poiché tutto può essere donato agli Uomini tranne la Libertà, che dev'essere compresa, quindi scelta da ognuno di noi.”
La libertà è l'evidenza che sei uscito/a dalla gabbia. La si può assaporare in una condizione diversa da questa. Ovvero essere fuori dalla matrice. Ancora non è la vostra attuale condizione, ancora per poco…

A PAscal voglio dire, non ti preoccupare, ti aiuto e sarai fuori dalla gabbia.

E a Civile dico: ti mostrerò la strada per uscirne e la sperimenterai da solo.

Kingoofpop ha compreso qualcosa del risveglio, e bene così!

InneresAuge dice:
-“Io non credo di essere un “risvegliato” (stento a capire cosa intendi con ciò e su quale esperienza basi la tua affermazione iniziale), ma da qualche anno sento un fuoco dentro che mi spinge a cercare la Verità e Luce. Ultimamente provo anche un calo di interesse su tutto ciò che è materiale… quindi impermanente. Vorrei utilizzare tutte le mie forze invece per squarciare il velo d'ombra di questa realtà davvero oscura (seppur con qualche luce).

Ti chiedo anch'io un consiglio, un input e un aiuto su quale possa essere la strada da percorrere.”

Ti aiuterò a ritrovare la via di casa, ci sei molto vicino. Essa non è affatto lontana e non è fuori di te.
Personalmente passo del tempo nella natura. Dove posso, in un parco o al mare. Perchè la natura riallinea sia l'organismo che la psiche. Fa un lavoro inconscio molto importante per chi desidera risvegliarsi. E lo fa senza il nostro aiuto. Basta stare un pò in contatto e ascoltare. Tutto il di più è un bene maggiore ma non fondamentale.

La forza oscura e la luce che vedi, sono in combutta tra di loro. La luce è la tua fede, il buio i tuoi nemici. I tuoi nemici sono anche coloro che tu credi possano ostacolare il tuo cammino. Nel momento in cui toglierai questa energia dalla tua mente, i tuoi nemici scompariranno. Perciò aumenteranno i tuoi momenti di luce, anche se tu sarai sempre te stesso/a e sempre nello stesso posto. I tuoi nemici potrebbero diventare tuoi amici.

A brig.zero vorrei dire: aiutami in questo processo. Sei molto pronto al risveglio, all'ascolto. Fa subito le trasformazioni come ti indicherò.

Elisir dice:
-“Grazie Tavani, già solo immaginare che il risveglio non è un utopia e che qualcuno è disposto ad aiutare altri senza ottenere nella in cambio se non la riconoscenza è incoraggiante.
Anche io come pasqal mi voglio fidare di te e credo che tutti i frequentatori di questo sito siano alla ricerca di quella vita che non stanno vivendo”
Desidero il tuo risveglio e quello degli altri qui in maniera che lo si possa condividere.
Una vita che non si vive è una matrice ben precisa. Bisogna uscirne per poter vivere.
Poi la vita diventa tutta un'altra cosa.

Fatto questo rapido riepilogo passo a dire che il percorso è sicuro ma non è semplice. Vi dico che alla fine del post vi indicherò una cosa da leggere per il vostro risveglio. E' una lettura che gratuitamente ho ricevuto via internet e altrettanto giungerà a voi.

Il percorso non è semplice e va fatto per gradi.
La sconfitta, la ricaduta nel fallimento, d'ora in poi è una prassi.
L'aver toccato il cielo e poi avere la sensazione di perderlo e poi perderlo davvero sarà ciò che proverete in questa crescita e cambiamento.

Questo si verificherà perchè siete ancora separati dal vostro Sè superiore. La vostra mente crede ancora di avere l'esclusiva dentro di voi, ma da oggi invece deve fare i conti col vostro Sè superiore, Dio, che è in ciascuno di voi e che desidera il vostro riconoscimento nel vostro intimo.
Questo significa “sentire amore” per il tuo Dio che è in te e che ti ascolta. Osserva tutti i tuoi fallimenti e tutti i tuoi successi. In particolare sorride per i fallimenti, perchè quando hai fallito hai fatto di testa tua, e quando hai avuto successo, lavoravi con Lui.

A parte queste eccezioni, il risveglio ti darà l'opportunità di essere in contatto con il tuo Sè superiore, Dio, e di fare il meglio per te senza esitazione. Il meglio per te ovviamente. Non danneggerà alcuno ma costituirà potenziale di crescita per chi è in contatto con te.

A parte questa introduzione (sarebbe stato anche sufficiente indicarti subito il link) ti indico una lettura che se avrà l'effetto che spero, ti porterà a ringraziarmi a lungo!
Probabilmente era nel potenziale che ci saremmo incontrati in questa occasione (dopo l'oblio a cui ci siamo sottoposti).

Adesso ti lascio alla scoperta del tuo Sè.
Torna qui quando hai finito. Ti aspetto tra 3-4 giorni. Io credo di averlo letto in due giorni.
Si tratta di un audio-libro. Quindi puoi ascoltarlo per audio. Contemporaneamente puoi seguire il testo in capitoli sottoforma di pagine web, per non perdere concetti. LA lettura infatti è automatica ed è continua.

il sito è http://www.purocuorefranoi.com

quando sei arrivato (ascolta l'audio – sembra una preghiera in aramaico, molto bella a mio modo di vedere).

Poi clicca su
Il documento più importante in assoluto secondo noi, Vita impersonale L’Io Sono – del Conte Saint Germain CLICCAMI

Preferisco che tu faccia questo, perchè nelle mie spiegazioni, nonostante io possa fornire esempio pratico di risveglio, potrei tralasciare qualche passaggio.

Adesso ti lascio alla scoperta del tuo bellissimo Sè.
Buona avventura, e torna presto a commentare. Faremo altri progressi insieme.

Un saluto a tutti coloro che sono giunti al bivio e che sono pronti, adesso, a liberarsi dalle catene.

Buona lettura.