Rispondi a: Il segreto dell' in-felicità

Home Forum SPIRITO Il segreto dell' in-felicità Rispondi a: Il segreto dell' in-felicità

#47216
sphinx
sphinx
Partecipante

[color=#ff0000]E' MORTA WHITNEY HOUSTON[/color]

Whitney Houston era nata il 9 agosto 1963 a Newark, New
Il corpo della star è stato trovato in un hotel di Beverly Hills
L'artista da tempo aveva problemi di tossicodipendenza.

Alla vigilia dei Grammy Awards, il mondo della musica deve dire addio a Whitney Houston. La cantante e attrice americana è morta all'età di 48 anni.
Il suo corpo è stato trovato in una stanza al quarto piano di un hotel di Beverly Hills, a Los Angeles. «Alle 15:55 ora locale (00:55 in Italia, ndr) Whitney Houston è stata dichiarata morta nel Beverly Hilton hotel», ha detto il portavoce della polizia Mark Rosen. Per ora non sono state diffuse le cause della sua morte.

Una voce destinata al successo
Nata il 9 agosto 1963 nella periferia a Newark, città del New Jersey, Whitney Houston portava dentro di sè il germoglio della musica: la madre Cissy era una cantante di gospel e Whitney era cugina della star pop Dionne Warwick e figlioccia della grande Aretha Fraklin.
La sua è stata una carriera molto veloce: l'intensità e profondità della sua voce l'hanno portata nel 1986, all'età di 23 anni, a vincere il Grammy, inizio di una carriera sempre all'apice. Successo anche testimoniato dai sette singoli consecutivi piazzati al primo posto della “Billboard Hot 100”, la classifica dei 100 singoli più venduti e più trasmessi dalle radio negli Stati Uniti, facendo meglio di Diana Ross e dei Beatles. In totale si calcola abbia venduto circa 190 milioni di dischi.
Una popolarità confermata anche sul grande schermo con il film “The Bodyguard”, dove la cantante recitò al fianco di Kevin Kostner, sua sensuale guardia del corpo. La colonna sonora del film “I will always love you” raggiunse le 45 milioni di copie vendute.

Dal successo al declino personale
La precoce scomparsa di Whitney Houston purtroppo era attesa. Tanto è stato repentino il suo successo, quanto il suo declino. La forza della sua voce nulla ha potuto contro i suoi problemi personali: la cantante ha cercato di superare i momenti di depressione, per lo più dovuti al fallimento del suo matrimonio con il cantante Bobby Brown, durato dal 1992 al 2006, facendo uso di cocaina, marijuana e pillole varie. Nell'ultimo periodo alcuni media statunitensi l'avevano immortalata in condizioni quasi irriconoscibili.
http://www3.lastampa.it/spettacoli/sezioni/articolo/lstp/442177/

[color=#0033ff]Non le voglio vedere le immagini che la ritraggono ” in condizioni quasi irriconoscibili “. La voglio ricordare bellissima e con una voce incantevole.

Quello che mi viene alla mente dopo aver letto notizie come queste, e se ne leggono tante, è una considerazione assai sbagliata che mette il dito su un grosso fraintendimento a proposito della vita e a proposito di cosa ci può rendere felici; e cioè : ma come è possibile che una persona che ha avuto tutto dalla vita..bellezza,denaro,fama, possa essere così infelice !
Questo pensare è un'enorme sciocchezza e lo sappiamo tutti. Ciononostante, siamo talmente condizionati a credere che siano queste, le fonti della felicità, che è quasi impossibile non formulare automaticamente questo pensiero.
Aveva avuto anche un bellissimo bambino…ma niente di tutto questo è veramente importante..è così?
Se nemmeno un figlio può dare senso alla tua vita, cosa lo può ?

Ciò che consideriamo auspicabile, ciò che è materiale e che tutti andiamo inseguendo,in realtà è una iattura.
Tutti questi soldi, il successo e perfino la bellezza ti allontanano ancora di più dal vero scopo della vita. Lo “sappiamo”..ci sono tante frasi create ad hoc, ma non ci crediamo veramente. Continuiamo a svolazzare attorno alla lampadina, credendo che sia la fonte della felicità e chi si avvicina troppo si brucia le ali..ma noi imperterriti continuiamo a girarci intorno.
Quante vite Whitney, quante vite ancora prima di capire?[/color]