Rispondi a: The Mayan Calendar Comes North – La Nona Onda

Home Forum SPIRITO The Mayan Calendar Comes North – La Nona Onda Rispondi a: The Mayan Calendar Comes North – La Nona Onda

#47721
maraxma
maraxma
Partecipante

L’integrazione dopo il completamento del Calendario Maya profetico

Il Tun (Calendario Maya profetico) è la descrizione del risveglio della Coscienza Divina nel tempo, culminato nell'Unità di tutte le Onde (livelli di Creazione) – che avevano sino a quel momento percorso strade correlate, ma indipendenti – il 28 ottobre 2011, in modo assai intenso, ma allo stesso tempo armonioso (dopo il 28 ottobre, personalmente sono rimasto in uno stato quasi catatonico per circa 3 giorni, cercando di integrare nella profondità del mio esser-ci la potenza dell'Essere). Lo scopo della Nona ed ultima Onda (9 marzo-28 ottobre 2011), l'Universal Underworld, era quello di risvegliare il seme della Coscienza Creativa, iniziando innanzitutto da coloro che per varie circostanze avevano già preparato il terreno. Da qui nasce un movimento culturale (riflessione e senso), che non dipende dai cambiamenti esterni. Gli eventi seguono in parte la proiezione di rimozioni subconscie: ad esempio, la rimozione della parte manipolatoria negli italiani genera per proiezione il governo Berlusconi, la rimozione della mancanza di identità (intesa come Sé profondo) genera il governo Monti, ovvero la distruzione della nostra identità, ecc. Il movimento culturale dell'Unità di Coscienza, invece, non si perde nel Dualismo, ma al contempo non cade nella trappola di sostenere che Unità significhi fine della Dualità (è invece la fine del Dualismo): la Dualità è necessaria (al giorno segue la notte), e la Coscienza d'Unità è il trascendimento della Dualità, non la sua eliminazione (impossibile). Va da sé che attraverso la logica classica (aristotelica), che con il “principio del terzo escluso” nega la possibilità di un terzo tra due opposti (quindi è un'analisi, un dividere), non è possibile comprendere l'Unità, che si può invece sperimentare al livello sintetico del sentimento.
Dopo il raggiungimento del massimo stato quantico di Coscienza, la Creazione e l'Evoluzione non si sono fermate, ma hanno stabilizzato il loro passo (non ci conducono più, bensì ci sostengono), lasciando a noi esseri umani la responsabilità di co-creare insieme a loro. La trascendenza divina senza tempo (Autocoscienza) è disponibile per noi nel tempo, oltre il determinismo che aveva in qualche modo caratterizzato il Tun (le tendenze generali erano descritte dal Calendario Maya e non potevano essere modificate). L'accelerazione, che ora si è fermata, è stata avvertita da tutti con la 9 Onda, perché solo con il suo ciclo di 9+9 giorni (finalmente visibile, con l'uscita di scena del moltiplicatore X20, che aveva sempre oscurato nelle Onde precedenti il numero 9) il vecchio ordine costituito, che si è sempre creduto naturale (da tutti i punti di vista: personale, sociale, politico), è stato messo in discussione, dal momento che per la prima volta il 9 non si trasformava più in 10 (numero contenuto nel 20), come era sempre accaduto in precedenza per miliardi di anni. Le “finestre temporali” di cambiamento (transizione) sono larghe e bisogna considerare che durante un processo di evoluzione si lasciano indietro vari aspetti che in seguito debbono essere integrati (fasi di assimilazione, purificazione e ristrutturazione). La piramide a 9 livelli ha rappresentato la progressiva attivazione dei vari stadi della Coscienza: ora si tratta di fare in modo che l'ultimo di questi livelli (la Co-creazione Consapevole) si dispieghi globalmente (cominciando da noi stessi) ed in questo unificando e dando senso alle acquisizioni dei precedenti 8 livelli.

http://www.coscienzacreativa.com/L%E2%80%99integrazione%20dopo%20il%20completamento%20del%20Calendario%20Maya%20profetico.html