Rispondi a: The Mayan Calendar Comes North – La Nona Onda

Home Forum SPIRITO The Mayan Calendar Comes North – La Nona Onda Rispondi a: The Mayan Calendar Comes North – La Nona Onda

#47747
maraxma
maraxma
Partecipante

La nostra generazione nel Calendario Maya

Nel Calendario Maya profetico ci troviamo attualmente nella 7 Notte dei primi 8 livelli e nel 10 Giorno del 9 livello. Ciò significa che tutti i livelli si stanno integrando, mentre la 9 Onda, l’Universal Underworld (Coscienza d’Unità), ovvero lo stato di Illuminazione e risveglio delle capacità latenti dell’essere umano, si sta costantemente ampliando ed approfondendo. Nei Giorni abbiamo sempre un’espansione, nelle Notti un’integrazione: nel 9 livello ciò significa una nuova possibilità di trasmutare interiormente per essere pienamente se stessi nei Giorni (anche attraverso la sofferenza legata alla perdita di vecchi, limitanti modi di pensare), accompagnata dall’integrazione fisica di tale trasmutazione alchemica durante le Notti. Sino a ieri abbiamo vissuto la 9 Notte dell’Universal Underworld; da oggi e per 18 giorni vivremo un ulteriore intensificarsi del cambiamento di Coscienza nella direzione della trasparenza e dell’autenticità, che poi dovrà essere “corporeizzato” nei successivi 18 giorni (10 Notte) in forme che a volte possono portare ai cosiddetti “sintomi dell’ascensione”, che in verità sono piccoli malesseri legati alla detossificazione dell’organismo dai non più funzionali modi di vedere il mondo (sempre se in un fisico sano e da non confondersi con reali patologie che vanno affrontate di conseguenza). Questo ritmo dei Giorni e delle Notti del 9 livello di Coscienza va tenuto presente per evitare eventuali stati di delusione o di depressione legati alla non comprensione delle dinamiche di un modo di evolvere che ha una sua ciclicità e non è per nulla lineare (come tutto in Natura). All’interno di questo ritmo e di questa ciclicità il completamento del Tun, il 28 ottobre 2011, ovvero l’attivazione contemporanea di tutti e nove i livelli di Coscienza, è stato un salto quantico strepitoso, di cui ancora non possiamo comprendere, per mancanza di distanza storica, l’epocale importanza.

Il 28 ottobre 2011 ha rappresentato infatti un punto di svolta fondamentale nell’Evoluzione. Da quel momento in avanti tutte le potenzialità sono dischiuse e sono possibili l’equilibrio e il senso nella Vita. Eppure le condizioni affettive, economiche, sociali appaiono ancor più deteriorate, mentre migliaia di bugie letteralmente vengono alla luce (11 settembre, corruzione, inganni alimentari, insabbiamenti, malattie inventate e rimedi peggiori del male, pedofilia e privilegi vari nella Chiesa, ruolo di comando del sistema massonico e bancario sulla vita di miliardi di persone, soprusi vari della pubblica amministrazione, spionaggio, stragi legalizzate di animali, vaccinazioni killer, ecc. – la lista è quasi infinita). Questo processo equivale alla detossificazione dell’organismo, ancora capace di vita dopo anni di autodistruzione. Tutto ciò ha il senso di fare in modo, detto brutalmente, che le persone si sveglino, diventino cioè consapevoli (trasformazione). L’era delle bugie è al suo massimo, il che è preludio alla sua fine. Ma la bugia più grande di tutte è che noi siamo separati (ad esempio, non insegnano le religioni monoteistiche che siamo separati da Dio?). La Verità è Una, ma vista nella prospettiva di ognuno; e la Verità è che non esiste separazione: ciò che faccio a me stesso, lo faccio anche agli altri; ogni mia azione, ogni mio pensiero, ogni mia emozione ha un effetto, di cui sono responsabile. Solo la spiritualità è vera ed è l’unica esperienza possibile, anche se millenni di indottrinamento ci hanno fatto credere il contrario – il calendario gregoriano, su cui da 5 secoli sincronizziamo la nostra vita, basandosi solo sul moto di corpi materiali, ci ingabbia infatti nella prigione del materialismo.

L’attuale periodo, che volge però al termine (31 marzo 2013), il cosiddetto periodo del 5° Sole, rappresenta, al fine di arrivare alla Coscienza Individuale, il tentativo di dimostrare (in 5000 anni) che siamo separati. Le immense crudeltà degli uomini tra di loro, degli uomini rispetto agli animali, la distruzione insensata di Madre Terra e il disprezzo assurdo per il Padre, il Centro dell’Universo, sono stati necessari per sviluppare la nostra consapevolezza (attraverso il “male”). L’inizio del 6° Sole, ovvero il cambiamento anche strutturale del nostro Pianeta, avverrà avendo già attivato la Coscienza d’Unità, il 9 livello della piramide del Tempo Cosmico. Il periodo di tempo che va dal 28 ottobre 2011 (fine dell’Evoluzione di Coscienza nel tempo) al 31 marzo 2013 (fine dell’era separativa) – entrambe le date corrispondono al completamento dello Tzolkin, ovvero 13 Ahau – si presenta quindi come un periodo davvero contraddittorio: da una parte vediamo i primi passi nella Coscienza d’Unità (non esiste separazione), dall’altra assistiamo alla parte più buia della notte prima dell’alba, il massimo dispiegarsi dell’oscurità. Il minimo che possiamo avvertire in questo periodo è un profondo senso di impotenza: come mai non è cambiato tutto? Quanto ancora dovremo vivere questo terribile incubo? Perché proprio a noi, perché proprio adesso? Per semplificare, ricordando sempre che il calendario gregoriano (in cui traduco i kin, cioè i giorni, del Calendario Maya) è l’opposto della visione spirituale, potremmo dire che il 2012 sarà l’anno della scelta (in verità l’ultimo anno solare Maya del 5° Sole, di 360 + 5 giorni, va dal 2 aprile 2012 al 31 marzo 2013), ovvero: vogliamo crollare definitivamente col materialismo allo stato terminale oppure vogliamo entrare nella pienezza della Coscienza, vale a dire della relazione trasparente con l’Albero della Vita?

Credo che questo periodo corrisponda alla parte conclusiva della Rivelazione di San Giovanni. Se non facciamo come collettivo un salto di qualità verso la Coscienza d’Unità, allora non saranno tanti ad entrare (parlo sempre a livello di Coscienza) nell’Era del 6° Sole, la Rinascita dell’Umanità (Sentimento). La scelta di aderire ad uno o all’altro dei Mondi (o Soli) si potrà manifestare anche nell’improvviso abbandono del tipo di vita che stavamo conducendo, come se iniziassimo una nuova vita, nel lavoro, nelle relazioni, ma più di tutto nel nostro stato di Coscienza: cose che prima apparivano astratte o lontane ci sembreranno la Verità. Ci potrà capitare di dare credito e fiducia ad una visione del mondo che avevamo dimenticato nei meandri del nostro inconscio, quella visione che avevamo da bambini, quando tutto era magico e vitale. Questo processo di risveglio per molte persone si è già iniziato a manifestare nel 2011 (anche se è cominciato in verità nel 1999 con l’apertura del Galactic Underworld, l’attivazione della Coscienza femminile); tuttavia è solo in questo periodo di tempo, dopo il 28 ottobre 2011, che esso, come acqua che filtra da un terreno spugnoso, supererà gradualmente il filtro spesso dell’oscurità rispetto al Divino che si è andato formando dal 1755, con lo sviluppo del Planetary Underworld, ovvero l’assunzione della visione materialistica e meccanicistica del mondo come religione universale (lo vediamo nell’economia, nella medicina, nella politica).

Soltanto i nati dopo il 28 ottobre 2011 porteranno in dote, quando potranno essere decisionali rispetto a questi settori (tra quarant’anni), un mondo illuminato. Le persone che oggi sono al potere hanno dai 60 agli 80 anni, ovvero sono nate nel periodo 1933-1952, la 5 Notte del Planetary Underworld, il periodo più oscuro del materialismo, vale a dire il periodo più oscuro della storia umana (comunismo, fascismo, nazismo, 2 Guerra Mondiale, bomba atomica), quando la Terra rischiò seriamente di morire. Tra loro ci sono persone illuminate, eroi ed anime angeliche, ma l’energia universale che emanava dall’Albero Cosmico della Vita in generale ha formato quegli individui nel materialismo. Le persone nate nel Galactic Underworld hanno al massimo 13 anni, ma portano in sé l’energia del cambiamento radicale di prospettiva in senso spirituale, intuitivo, femminile e la useranno tra trent’anni. Naturalmente tra loro ci sono anche criminali, ma l’energia che L’Albero Cosmico della Vita ha emanato durante il Galactic Underworld (5 gennaio 1999-28 ottobre 2011) è stata quella di una rottura degli schemi precedenti. Ogni Onda ha anche una pre-Onda, ovvero un periodo di incubazione della nuova energia (il Calendario Maya ha varie sottodivisioni), che nel caso del Galactic Underworld è iniziata nel 1986: vale a dire che le persone nate da quella data (che ora hanno al massimo 25 anni), pur essendo all’interno della visione materialistica, erano già influenzate dall’imminente arrivo dell’Onda (visione) successiva. Sono i giovani di oggi, che non comprendiamo più: e come sarebbe altrimenti, se si ritrovano in un mondo materialista, quando sanno dentro di loro che questo mondo è già morto e i loro genitori e soprattutto educatori continuano a dare credito ad un cadavere? Tra quindici anni inizieranno ad essere decisionali e in massa rispetto ai temi economici, politici e della qualità della vita.

Qual è allora il compito delle persone nate negli anni ’50, ’60 e ’70 che si trovano nel mezzo? Il loro compito è accettare che rappresentano la fase di transizione della civiltà e come tali rappresentanti non saranno mai sufficientemente a loro agio, né in un mondo né nell’altro, a meno che non accettino del tutto e quindi trascendano le loro origini. Non è la generazione succitata quella che ha sperimentato le droghe come fuga dalla realtà? Le parole chiave sono qui accettazione e speranza. Ma il compito di questa generazione (che ha ovviamente sfumature diverse, a seconda del periodo del Planetary Underworld in cui è nata) è il più importante e impegnativo di tutti: affrontare l’insicurezza, la crisi, la solitudine, l’inquinamento ai massimi livelli, la televisione con i suoi programmi demenziali e mendaci, la strage alimentare, le vessazioni più radicali da parte di una pubblica amministrazione corrotta, tutto questo con la Fede nel cambiamento verso il mondo che sente già dentro di sé, ma che sino ad oggi ha potuto forse soltanto immaginare, con le relative infinite frustrazioni. Insieme a questo, tale generazione deve anche saper garantire lo sviluppo armonioso di quella che le succede, senza creare devastanti esempi sul piano sociale e sanitario, culturale e religioso, politico ed educativo. Deve insomma superare se stessa. Guardo a questa generazione di transizione con infinita ammirazione, con infinita gratitudine ed infinito rispetto, ed una persona saggia della nuova generazione dovrebbe fare altrettanto – nel momento del totale superamento del mondo materialistico che la prima ha sostenuto finora.

La fine del 5° Sole il 31 marzo 2013 (13 Ahau) significa che non solo da quel momento sarà a disposizione di chiunque l’energia della Coscienza d’Unità (come già avviene a partire dal 9 marzo 2011, l’inizio dell’Universal Underworld, che comunque si sta approfondendo sempre più, essendo noi oggi nel suo 10 Giorno), ma anche che dal punto di vista energetico la vecchia civiltà non avrà più alcuna spinta propulsiva e si andrà più o meno velocemente, più o meno con effetti collaterali, a spegnere. La velocità e le conseguenze di questo cambiamento dipenderanno decisamente dal grado di Consapevolezza e di acquisizione della Coscienza d’Unità della generazione di transizione di cui ho scritto prima. Attualmente, la situazione sembra abbastanza tragica, dal momento che il potere dell’ignoranza propinata ad ogni angolo appare molto forte. Ma le cose possono cambiare rapidamente. Sia come sia, il cambiamento avverrà. Tutto dipenderà da quanto credito, come generazione di transizione, continueremo a dare all’intossicazione dell’energia vitale e all’ulteriore intossicazione nel tentativo di superare la prima (leggasi sistema finanziario, farmaceutico, mediatico e politico); possiamo infatti anche decidere senza esitazione di avviare il processo risanatore della Trasmutazione (interiore) di Coscienza, che libera infinita energia vitale (che si rigenera da sola). Simbolicamente è come passare dall’era del petrolio all’era della fusione fredda (che esiste anche sul piano materiale – E-cat dell’ing. Rossi – proprio grazie al cambiamento di polarità portato dalla 9 Onda del Calendario Maya profetico, l’Universal Underworld).

Nella Visione Unitaria della Vita, e in base alla situazione presente, ho pensato ad un programma di 13 punti, del tutto attuabili già oggi, che possono esprimere la direzione verso la piena manifestazione vitale di ogni persona secondo l’Unità di Coscienza, neutralizzando al contempo gli effetti del necessario crollo del mondo oscuro del materialismo che ci attende:

1. Uscire dall’Euro.

2. Nazionalizzare la Banca d’Italia.

3. Annullare (non pagare) il debito pubblico (illegittimo).

4. Nazionalizzare le imprese strategiche (acqua, energia, trasporti, infrastrutture).

5. Dimezzare la pressione fiscale.

6. Riformare il sistema educativo (naturopatia pediatrica, istruzione familiare, formazione umanistica dei formatori).

7. Dare maggior supporto ai gruppi di solidarietà (Gruppi di Acquisto Solidale, Arcipelago Scec, Sardex, Sicanex, Dropis, ecc.).

8. Liberalizzare e diffondere la Free-Energy (fusione fredda, generatori magnetici, case attive, bio-architettura, trasporto pubblico con alimentazione elettrica, ecc.).

9. Implementare il concetto e la pratica dell’Ecorete dell’Economia Naturale e Unitaria.

10. Alimentarsi in modo sano, vivo e vitale, in senso vegano/fruttariano e tendenzialmente crudista (con fine della strage animale) e convertire le coltivazioni secondo il metodo biologico-biodinamico.

11. Crearsi una cultura del ben-essere in generale (forza vitale ed autorisanatrice del corpo, alimentazione energetica, esposizione all’aria aperta-luce-sole, respirazione corretta, postura, eventuali rimedi naturali, riposo, armonia interiore, attività fisica, igiene, arte, meditazione, spiritualità, passione, vita comunitaria, ecc.).

12. Usare il Calendario Maya (Tzolkin), che connette con la Sorgente Vitale primaria.

13. Ascoltare e vivere il proprio Progetto di Vita.

Marco Fardin
13 Chuen

13.13.13.13.13.13.13.13.18.1 (27 gennaio 2012)