Rispondi a: La vita è un ponte, non costruirci sopra una casa. –Gotamo Buddha

Home Forum SPIRITO La vita è un ponte, non costruirci sopra una casa. –Gotamo Buddha Rispondi a: La vita è un ponte, non costruirci sopra una casa. –Gotamo Buddha

#47873
Pasquale Galasso
Pasquale Galasso
Amministratore del forum

[quote1315344138=prixi]
Ora, come sai, non ho seguito nessun particolare insegnamento … ci sono arrivata “casualmente” [/quote1315344138]
Il problema non è superato. La dove oggi arrivi, se non supportato da un particolare lavoro, alla prima occasione avversa, si ritorna da li dove si era partiti. Quindi quello che oggi percepisci con un (chiamiamolo primo) arrivo, potrebbe non essere che una delle tue tante partenze. L'insegnamento ci vuole, è necessario.

visto che da un pò di giorni volevo dirtelo … colgo questa occasione per ringraziarti del video 2 della tua firma ….li ho visti tutti e 26 :lente: … forse alcune affermazioni un pò troppo lontane dalla mia portata (es : la castità ) … ma molto sentite tutte le altre !heart

Quando si parla di castità è riferita al Monaco, al Bhikkhu. Mentre per i laici non è la castità ma il giusto comportamento sessuale che si richiede, ossia scegliere un partners ed essere a lui fedele. Dare e non solo ricevere, moderarsi. In breve: Astenersi da una condotta sessuale irresponsabile.

[quote]in merito a “Quattro Fondamenti della Presenza Mentale” … suppongo sia un insegnamento Buddhista … potresti indicarmi qualcosa in più per farmi capire di che si tratta?[/quote]Sono l'ultima persona capace di aiutarti, io stesso sono uno studente giovane del percorso che porta alla liberazione della mente.

L'unica cosa che posso dirti è quella di non pensare al meditatore come quella persona che si siede e pensa ai Santi, alla gioia, all'amore, ai miracoli. Lo Stesso Gotamo Buddha dice che uno dei 10 vincoli da cui liberarsi è: Credere che l'osservanza di regole e rituali sia un valido mezzo per porre fine alla sofferenza.

In realtà, come per ogni grande insegnamento, alla morte dello scopritore, poi nascono molte scuole o deviazioni dal percorso originale. Così dopo il Buddha nacquero il Buddhismo tantrico, quello tibetano etc etc.

Ma il Buddhismo Theravada non è altro che il puro insegnamento del Buddha. Ebbene questo insegnamento è l'opposto della meditazione che la stragrande maggioranza delle persone fa, sapendo, credendo o sperando di fare bene.

Seguire il percorso del Buddha è dolce sin dall'inizio ed è un lavoro molto profondo, ci si siede per eseguire dei compiti, per riprogrammare la propria mente indisciplinata ed alla fine renderla libera.


CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE