Rispondi a: Quando muore il nemico..

Home Forum SPIRITO Quando muore il nemico.. Rispondi a: Quando muore il nemico..

#48064
giusparsifal
giusparsifal
Partecipante

Ieri sera sono stato colto da un tremendo dubbio.
Ieri sera ho, credo per la prima volta, avuta la percezione che noi occidentali siamo dei veri e propri assassini.
Il paragone è forte e vuole essere solo un esempio, non prendetemi letteralmente.
Sarei curioso di capire cosa pensava l'uomo comune della strada in Germania negli anni 20-30.
I mezzi di informazione erano molto più limitati di adesso ma la propaganda marciava ugualmente.
E, dicevo, chissà cosa pensava il tedesco comune del resto del mondo.
Era convinto di essere di una razza superiore?
Era convinto di essere nel giusto?
Pensava, forse, che il nazismo fosse il miglior strumento per far progredire l'uomo?
So solo che il tedesco comune dell'epoca ha pagato caro il prezzo di questa arroganza, che fosse a favore o contro il nazismo non ha fatto differenza.
Ad un certo punto ha visto scendere dal cielo un sacco di tonnellate di ferro ed esplosivi è tanto è andato perduto.
E io, mi chiedevo ieri, io da che parte sto ora?
Sono un nuovo nazista? Sono il nazista del 21° secolo?
Come ci percepiscono afgani, iracheni e adesso libici? (ma la lista potrebbe essere ancora più lunga).
Se con gli afgani un briciolo di scusa l'avevamo, se con gli iracheni l'avevamo a stento ora ai libici che gli diciamo?
E' davvero possibile che nel 2011 si “aggrediscano” stati sovrani per imporci?
Davvero ieri sera ho avuto paura.
Ho avuto paura che nei libri di storia, nel futuro, saremo additati, noi uomini e donne occidentali, come i nazisti atto secondo.