Rispondi a: A B B I A M O I N V E N T A T O

Home Forum SPIRITO A B B I A M O I N V E N T A T O Rispondi a: A B B I A M O I N V E N T A T O

#48260
prixi
prixi
Amministratore del forum

che dire Pas … la tua denuncia è più che leggittima !
A B B I A M O I N V E N T A T O l'esasperazione !!!
su ogni cosa, materiale e non
Ma ribadisco ciò che ho già scritto più volte …quello che è stato fatto, a mio parere non è sbagliato in toto.
L'errore stà nello sfregio senza misura, negli interessi dietro questo abominio … ci si riduce cosi per mancanza di buon senso
interi villaggi sommersi dai rifiuti perchè c'è interesse a produrre “oggetti a breve termine” anzichè a lunga, lunghissima durata, per vendere vendere vendere … ed incassare incassare incassare … un delirio al quale siamo stati assoggettati per minuzioso lavaggio del cervello … come la mandria delle persone che entrano nei negozi …
più volte mi sono chiesta: ma a che pensano questi ???
e la risposta ahimè è molto semplice ! A nulla !!! … privati di qualsiasi forma di pensiero intelligente … seguono l'impulso del possesso … e di che? di nulla ! … di qualcosa che di sicuro già hanno ed in abbondanza … che butteranno o ammucchieranno per far spazio a quello nuovo che dimenticheranno presto di aver voluto o che si romperà prima del previsto … e per lo stesso motivo, impiegano la maggiorparte della loro vita a lavorare in sfruttamento per finire nelle mandrie nuovamente .. ed ancora ed ancora
E le deforestazioni, lo [u]sfruttamento[/u] del pianeta, è la conseguenza o l'anticipazione di questi “bisogni” che non sono bisogni … ma alienazione mentale !

stò scrivendo da un pc vecchio quanto me, di seconda mano e rattoppato … mi dispiacerebbe non avere più questo strumento, cosi come tante altre comodità … ma non baratto più la mia Vita con simili ossessioni nevrotiche.
Lavoravo, facendo più ore io, dell'orologio, e spendevo più in cretinate che in cose necessarie … ma grazie ad un evento sconvolgente nella mia vita, non ho più potuto sostenere questo ritmo.
Credevo fosse terribile …. invece ho avuto modo di comprendere … ed ora, per ironia, ho scelto di ridurre ulteriormente le mie entrate e le mie ore di lavoro, a favore della qualità della mia vita e di quella di mia figlia.
Non è semplice uscire dal branco, sopratutto quando i figli (più deboli caratterialmente e più inconsapevoli) sono continuamente esposti e bombardati da questa perversione … cerco di mediare e di infondere valori nell'educazione … ma non mollo, anzi, protendo ad un ulteriore ridimensionamento …
Sono un milione di volte più felice, più serena e meno stressata rispetto a prima … e non vivo questa cosa come privazione, al contrario … nessuna frustrazione o menomazione psicologica al confronto con gli altri.
Ma mi rendo conto, al contempo che non è semplice, per chi come me, non ha avuto “il momento della riflessione”, comprendere.
Se non scatta la molla, è coazione a ripetere.
Però Pas, da qui al dire che dovremmo tornare senza elettricità, ce ne passa … almeno per come la vedo io.
Si, forse abbiamo bisogno di qualcosa di grosso che ci scuota … e non è detto che non arrivi … ma la via di mezzo tra questa esasperazione ed il nulla, sono convinta che ci sia 🙂


"Il cuore è la luce di questo mondo.
Non coprirlo con la tua mente."

(Mooji - Monte Sahaja 2015)