Rispondi a: Free energy

Home Forum MISTERI Free energy Rispondi a: Free energy

#4844

Rebel
Partecipante

[quote1396993192=Richard]
[quote1396939670=Rebel]
[quote1396821196=camillo]
Ma il rotore NON è magnetico, esso è dato da un gruppo di lamine di ferro dolce tipico delle lamine dei trasformatori.
La prima domanda che ci si pone come fa ad indurre un campo magnetico alternato?
Non dovrebbe farlo, a meno che il residuo di piccolissimo magnetismo rimasto nel ferro dolce crei delle correnti elettromotrici indotte nel momento che il numero di giri diventa sufficientemente elevato.
Certo possiamo pensare che sia così, ma in tal caso ci aspetteremmo un valore piccolissimo di corrente, invece sembra che il circuito blu entri in risonanza con il numero di giri e diventi un potente campo magnetico oscillante, trasmettendo potenza al circuito secondario Rosso-verde. Quindi il toroide rotondo di ferro diventa in sostanza un trasformatore che avendo molte spire nel primario trasmette al secondario con meno spire ma più grosse meno tensione ma più corrente.

Secondo le nozioni di fisica in mio possesso questo QEG così congegnato NON dovrebbe funzionare, proprio perché il rotore NON è magnetico, quindi quando si è vista l'accensione delle lampade che segnalano inequivocabilmente che c'è la risonanza, LO STUPORE è ELEVATO.
[/quote1396821196]

Ricordiamoci che i motori asincroni monofase e trifase sono ancora quelli che ha progettato Tesla, non ci sono magneti neanche in quelli ma funzionano da oltre un secolo, praticamente identici al QEG come concetto, solo che il funzionamento è inverso, con qualche variante ….

Analizzando il QEG ora è chiaro anche quello che diceva Bearden, da un potenziale elettrico è possibile estrarre energia senza 'muovere' elettroni, e il rotore del QEG fa esattamente quello, il primario ad alta tensione accumula tensione sempre crescente (Si! anche senza magneti) ed essendo un circuito chiuso dai condensatori non disperde nulla, il rotore passandogli vicino ad alta velocità estrae potenziale 'eterico'(?) e lo scarica sugli avvolgimenti secondari come energia elettrica classica come la conosciamo noi, WOW,

Insomma siamo vicini a capire che anche l'elettricità è duale e noi abbiamo sempre usato quella sbagliata?

Ho fatto e rifatto dei calcoli, il rapporto delle spire non coincide con quello dei normali trasformatori, 3100 nel primario e 350 nel secondario, 25kV nel primario e 220V nel secondario, qualcosa di strano c'è, ma non è fondamentale per adesso, la cosa importante è che qualcuno vada a concludere questa mano di poker, rilanciare o vedere?

[/quote1396939670]
Ma se questo non ha ancora riorganizzato totalmente i vostri neuroni, considerate la possibilità di viaggiare in cielo e nello spazio tramite un' altra misteriosa forza elettrica. Pochi anni fa, la NASA ha iniziato a rilasciare un brevetto intitolato Apparato e Metodo per Generare Spinta Usando un Condensatore Asimmetrico Bidimensionale (U.S. Patents # 6317310, 6411493, 20020012221) basato sull'effetto Biefeld-Brown del 1928. Questo brevetto usa “condensatori” carichi elettricamente, costruite in una geometria specifica , per indurre movimento senza nessun propulsore o motore visible. Brevetti simili integrano la gemotria del condensatore direttamente nella fusoliera di un aereo abilitandone l' auto propulsione ad alta velocità tramite un “campo elettro-fludio-dinamico”. La propulsione è interamente statica senza parti in movimento, ali o spinta.

Anche se sembra fantascienza, ci sono diversi ricercatori nel mondo che stanno veramente provando piccoli aerei a propulsione elettrica passiva che dimostrano grande stabilità e velocità senza parti in movimento. Dei testi fatti da uno scienziato francese hanno prodotto ulteriori capacità di sollevamento incorporando una geometria piramidale nel progetto, senza riuscire a spiegarne i motivi.

Come l' elettricità libera e senza fili, la tecnologia di propulsione elettrica passiva basata sull' effetto Biefeld-Brown è stata ignorata dalla scienza ufficiale, anche se è stata dimostrata piu' di 75 anni fa. La mancanza di spiegazione teorica è stata usata come prova del fatto che non funzioni. Ora, la ZPE e le teorie dello spazio reticolare spiegano che l'effetto è semplicemente una differenza di pressione nello spazio reticolare creato dal campo elettrico del mezzo, che lo spinge verso il polo positivo. Qualunque sia la causa, funziona e devono avanzare gli sviluppi.
http://altrogiornale.org/news.php?extend.1851
[/quote1396993192]

Mi piacerebbe capire quale ragionamento ti abbia portato ad associare queste cose, conosco l'effetto Biefeld-Brown ma non riesco a trovare il nesso.