Rispondi a: Free energy

Home Forum MISTERI Free energy Rispondi a: Free energy

#4846
Richard
Richard
Amministratore del forum

..

[/quote1396939670]
Ma se questo non ha ancora riorganizzato totalmente i vostri neuroni, considerate la possibilità di viaggiare in cielo e nello spazio tramite un' altra misteriosa forza elettrica. Pochi anni fa, la NASA ha iniziato a rilasciare un brevetto intitolato Apparato e Metodo per Generare Spinta Usando un Condensatore Asimmetrico Bidimensionale (U.S. Patents # 6317310, 6411493, 20020012221) basato sull'effetto Biefeld-Brown del 1928. Questo brevetto usa “condensatori” carichi elettricamente, costruite in una geometria specifica , per indurre movimento senza nessun propulsore o motore visible. Brevetti simili integrano la gemotria del condensatore direttamente nella fusoliera di un aereo abilitandone l' auto propulsione ad alta velocità tramite un “campo elettro-fludio-dinamico”. La propulsione è interamente statica senza parti in movimento, ali o spinta.

Anche se sembra fantascienza, ci sono diversi ricercatori nel mondo che stanno veramente provando piccoli aerei a propulsione elettrica passiva che dimostrano grande stabilità e velocità senza parti in movimento. Dei testi fatti da uno scienziato francese hanno prodotto ulteriori capacità di sollevamento incorporando una geometria piramidale nel progetto, senza riuscire a spiegarne i motivi.

Come l' elettricità libera e senza fili, la tecnologia di propulsione elettrica passiva basata sull' effetto Biefeld-Brown è stata ignorata dalla scienza ufficiale, anche se è stata dimostrata piu' di 75 anni fa. La mancanza di spiegazione teorica è stata usata come prova del fatto che non funzioni. Ora, la ZPE e le teorie dello spazio reticolare spiegano che l'effetto è semplicemente una differenza di pressione nello spazio reticolare creato dal campo elettrico del mezzo, che lo spinge verso il polo positivo. Qualunque sia la causa, funziona e devono avanzare gli sviluppi.
http://altrogiornale.org/news.php?extend.1851
[/quote1396993192]

Mi piacerebbe capire quale ragionamento ti abbia portato ad associare queste cose, conosco l'effetto Biefeld-Brown ma non riesco a trovare il nesso.

Mi è venuto in mente perchè hai scritto questo, quindi ho espresso solo un suggerimento, che può benissimo essere errato

“Analizzando il QEG ora è chiaro anche quello che diceva Bearden, da un potenziale elettrico è possibile estrarre energia senza 'muovere' elettroni, e il rotore del QEG fa esattamente quello, il primario ad alta tensione accumula tensione sempre crescente (Si! anche senza magneti) ed essendo un circuito chiuso dai condensatori non disperde nulla, il rotore passandogli vicino ad alta velocità estrae potenziale 'eterico'(?) e lo scarica sugli avvolgimenti secondari come energia elettrica classica come la conosciamo noi, WOW,

Insomma siamo vicini a capire che anche l'elettricità è duale e noi abbiamo sempre usato quella sbagliata?

———–
http://www.vakuumenergie.de/doc/Energy_flow_in_a_simple_circuit_and_its_interaction.pdf
Energy flow in a simple circuit and the interaction
with the quantum vacuum

Il flusso elettrico in un semplice circuito e l'interazione col vuoto quantistico

Ricordiamo che aiuta visualizzare il campo elettrico dentro e attorno ad un conduttore come fosse il vento. L'elettrone puo essere visto come una nave a vela spinta dal vento e l'onda creata come resistenza nel conduttore.

Se ci fossero troppe navi insieme nel filo verso la lampadina, causerebbero molte onde. Questo riduce la velocita degli elettroni e questo crea una forte pressione del vento (campo elettrico) nella vela. L'acqua biancastra che appare dalla cima delle onde verrebbe irradiata nello spazio. In analogia abbiamo l'emissione di calore e luce dai conduttori e una maggiore resistenza.

La facilita dell'elettrone di spostarsi nel filo conduttore dipende chiaramente da diversi aspetti. Con questo esperimento qui discusso l'autore vuole solo evidenziare che il flusso del campo elettrico esiste ovunque attorno e dentro il filo conduttore.

Oggi teniamo conto solo di una piccola parte di questo flusso, che esercita una forza su un elettrone (flusso energetico poynting). Questo è come dire che esiste solo un componente del vento che esercita una pressione sulla vela. Ma chiaramente c'è vento anche attorno alla vela

Nell'anno 1892 Hendrik Antoon Lorentz disse che solo questa parte di flusso ha significato fisico, quella che esercita forza su un portatore di carica. Ovviamente è corretto, ma elimina alla base la possibilita dei cosiddetti sistemi energetici asimmetrici che possono usare una parte di quell'energia inutilizzata altrimenti.