Rispondi a: "Con te e senza di te"

Home Forum SPIRITO "Con te e senza di te" Rispondi a: "Con te e senza di te"

#48727

renae
Bloccato

[color=#0000cc]Ancora frammenti…[/color]

La gente vive inconsapevolmente. Non si accorge di ciò che dice, di ciò che fa;non è attenta. Le persone tirano a indovinare, non vedono; non hanno alcunacapacità intuitiva, né potrebbero averla. L'intuito emerge solo grazie a unatteggiamento molto vigile, attento e presente; in quel caso puoi vedere anche aocchi chiusi. Ora come ora, non sei in grado di vedere nemmeno a occhi aperti. Tiri a indovinare, arguisci, proietti, imponi sul reale le tue impressioni.Grazia è sdraiata sul lettino dello psicoanalista.«Chiuda gli occhi e si rilassi» dice lo psicoanalista. «Tenterò un esperimento.»Estrae un portachiavi di cuoio dalla tasca, lo apre e sbatte le chiavi. «Cosa lericorda questo suono?» chiede.«Il sesso» sussurra lei.Quindi lo psicoanalista chiude il portachiavi e lo passa sul palmo della mano dilei. Il suo corpo s'irrigidisce.«E questo?» chiede lui.«Il sesso» mormora nervosamente Grazia.«Adesso apra gli occhi» le dice il dottore «e mi dica perché quello che ho fattole ricorda il sesso.»Grazia sbatte le ciglia esitante, poi vede il portachiavi nella mano dellopsicoanalista e diventa rossa in viso.30«Be', tanto per cominciare» balbetta lei «ho pensato che il primo suono fosse lasua chiusura lampo che si stava aprendo…»La tua mente non fa che proiettare, proietta continuamente se stessa.Interferisce costantemente con la realtà, dandole un colore, una forma e unaspetto che non le appartengono. La mente non ti permette mai di vedere larealtà per ciò che è; ti lascia vedere soltanto quello che vuole lei.Un tempo gli scienziati pensavano che gli occhi, le orecchie, il naso e glialtri sensi, insieme alla mente, non fossero altro che aperture sulla realtà,ponti verso di essa. Adesso la concezione è cambiata radicalmente; ora gliscienziati affermano che la mente e i sensi non sono aperture sulla realtà, maguardiani. contro di essa. Solo il due per cento della realtà riesce a passareoltre questi guardiani e a entrare in te; il novantotto per cento è tenuto al difuori. E quel due per cento che penetra nel tuo essere non è più la stessa cosa.Deve oltrepassare così tante barriere, conformarsi a così tante idee dellamente, che quando arriva da te è deformato.