Rispondi a: Free energy

Home Forum MISTERI Free energy Rispondi a: Free energy

#4893
Richard
Richard
Amministratore del forum

Caro Richard,
il fatto è che, a fronte di tutti questi ricercatori, in mano non abbiamo nulla.
Ricordo che quando a Pordenone feci una domanda a Andrea Rossi sulla presunta provenienza dell'energia della fusione fredda, mi rispose:” Ci sono più di cento teorie, e noi sappiamo che con la matematica possiamo fare di tutto e di più…” Affermazione verissima, pertanto a certe formulazioni vien dato più credito da chi ammette di non comprendere le formulazioni matematiche, mentre uno studioso “smaliziato” le guarda con distacco.

Esatto, oltretutto lui viene dall'esperienza dell'ingegnere, quindi di certo si appoggia prima di tutto ai fatti, anche se comunque ha usato anche il modello teorico di Focardi.
Il grosso problema è che la fusione nucleare a basse energia, quindi non spiegabile da una enorme energia che usi la forza bruta per fondere gli atomi assieme, come siamo abituati anche nella scienza, non è spiegabile senza rivedere alle basi le nostre convinzioni su cosa siano questi atomi, sulle fondamenta della fisica.

Quello che proponevo era solo un esempio teorico col quale possiamo a grandi linee afferrare quello che sembra avvenire nel QEG, dato che parlano di zpe e polarizzazione, ma nel manuale a livello di spiegazione di come e perchè dovrebbe funzionare, non leggo nulla.

Quello che è importante è che rimanga qualcosa di concreto, fattibile, ripetibile.

Senza dubbio.

Io ribadisco che ora che c'è internet, chi ha in mano qualcosa di ripetibile e concreto NON può essere fermato facilmente.

Quindi la teoria del complottismo che impedisce la fuoriuscita di scoperte subita da persone altruistiche che vorrebbero donarla all'umanità, a mio giudizio IN QUESTO MOENTO STORICO va molto ridimensionata.

Sono d'accordo è quanto afferma anche Haramein, la differenza è che certi inventori in passato erano isolati, oggi la situazione è molto diversa.
Oltretutto oggi c'è maggior tensione nella società e desiderio di seri cambiamenti di quanta ce ne fosse un secolo fa.

Per me è vero invece che molti ricercatori hanno avuto scoperte locali nel tempo e nello spazio legate a loro stessi, ma non trasmissibili ad altri soggetti.

Ora con il QEG abbiamo avuto finalmente una parziale ripetibilità riguardo alla risonanza, era ora!
Stiamo a vedere se si arriva alla Over Unity energetica.
Comunque sia il fenomeno della risonanza è già sufficientemente strano e mi auguro che si possa indagare meglio su di esso anche partendo dalla fisica classica. OVVIAMENTE CON PRUDENZA.

Le ultime notizie da Taiwan raccontano che il nuovo avvolgimento è stato fatto aggiungendo strati isolanti, questo però ha modificato i parametri di grandezza dell'avvolgimento. Il risultato è che non riescono più ad ottenere la risonanza, si formano invece scariche tra avvolgimento e toroide di ferro.
Quindi l'apparato QEG sta mostrando una criticità costruttiva notevolissima, mi dicono che sono stati ordinati 200 toroidi con avvolgimento alla fabbrica americana.
Bene! Stiamo a vedere quanta ripetibilità abbiamo sulla risonanza. Poi quante rotture abbiamo e quanti QEG arriveranno alla over unity.
Infine teniamo conto degli “strani fenomeni” o “strane rotture”, che verranno segnalate.

Io invece mi chiedo cosa ci guadagnerebbe usando una bobina di Rodin.