Rispondi a: Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza

Home Forum SPIRITO Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza Rispondi a: Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza

#48939

Xeno
Partecipante

Tutto questo mi fa venire in mente un libro che lessi tempo fa di Uppaluri Gopala “L'inganno dell'Illuminazione”.Questo Indiano di famiglia Brahmina è una voce fuori dal coro…seppur sia stato anche amico Jiddu Krishnamurti e abbia avuto maestri…non avvenne niente in lui in quel tempo nonostante gli anni di dedizione….ma succederà più avanti quando sperimenta attraverso il corpo ed attraverso sofferenze che il corpo gli presentò, inaspettatamente la Trasformazione.
Tanto che dice:”la vera trasformazione è fisica,non ha nulla a che vedere con la psicologia,la religiosità,l'estasi o la beatitudine”.
Al tempo misi il libro in secondo piano relegandolo in uno scaffale secondario (cioè libri interessanti ma di poca importanza (mi sbagliavo)

Viandante senti,sai mica se inerente a ciò che hai postato ci sono esercizi,pratiche,o quant'altro?Insomma qualcosa di più specifico?
O,dal tuo punto di vista un esercizio di Rilassamento Cosciente come ad esempio il C’hi taoista può essere sufficiente.

Ti lascio con questo estratto:

“Quando viene la morte, il corpo crolla, smette di funzionare ed è la fine. Ma qui , in qualche modo, il corpo si rinnova. Questo rinnovarsi ora accade inevitabilmente tutti i giorni. Ci sono voluti degli anni prima che l’intero processo si stabilizzasse. Per me la vita e la morte sono una cosa sola, non sono due cose separate.
Mi sono accadute cose di ogni genere, e sono passato attraverso tutto, è un processo doloroso, perché la presa del pensiero sulle ghiandole e sui plessi nervosi è forte e deve essere bruciata.
Il dolore fisico era insopportabile – ecco perché dico che voi in realtà non volete questo.
Vorrei potervene dare una percezione, un assaggio, non ne vorreste più sapere.
Quello che cercate non esiste; è un mito, non vorreste avere proprio niente a che fare con questa cosa, si tratta di un processo davvero sconcertante, perché distrugge ogni nervo, ogni cellula, persino le cellule del midollo osseo. Non è qualcosa che potete manipolare. Bisogna diventare totalmente privi di illusioni, allora “la cosa” incomincia ad esprimersi a modo suo.
Io non sono qui per liberare nessuno. Non ho nessun messaggio da dare all’umanità. A me interessa soltanto descrivere questo stato, togliendo tutte le mistificazioni con le quali le persone del sacrosanto affare hanno avvolto l’intera faccenda.”

U.G.