Rispondi a: Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza

Home Forum SPIRITO Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza Rispondi a: Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza

#48987
prixi
prixi
Amministratore del forum

CANTO D'ANIMA

Se tu ricordi di tempi e luoghi
non vissuti, ora sei qui, vivo.

Se rimembri il tempo di antichi
pensieri, ora sai di cosa sto
parlando.

Tu luogo, Tu anima nata nella
carne,
ascolta queste parole.

Il tempo del risveglio sta per
arrivare.

La giostra della vita ti sta
regalando un dono immenso.

Non ci sono pensieri per fuggire
altrove, non ci sono vite per
comprendere la verità. C'è solo
un momento, ed è questo.

Ricorda il cantico della vita
che ti ha fatto nascere nella
carne, ma alla quale non
appartieni.

Ricorda il cuore e tutti i suoi
preziosi segreti.

Ricorda la coscienza e i suoi
consigli.

Accetta il destino, qualunque
sia.

Ascolta il cantico e sollevati
dalla carne e dal fango
costruito nei secoli dei secoli.

Lascia il tempo e le fattezze
della vecchiaia, e ricorda chi
sei.

E' ora di risvegliarsi nella
carne e tornare a casa, dove sei
sempre stato e dove sei
veramente nato.

Hai attraversato deserti e valli
senza veli, ti sei perso in
luoghi che hanno oscurato la tua
vergine anima, ma ora sei qui ad
ascoltare il canto.

Ascolta, ascolta, a s c o l t a,
guarda nel cielo il vessillo
celeste e ricorda chi sei.

Semina le lacrime del tuo cuore,
e la Terra risorgerà; dai perle
di saggezza a chi ne ha bisogno;
dona a chi non comprende.

Ricorda, ricorda, r i c o r d a…

Amarezze e povertà, umiliazioni
e odio, non ti appartengono.

Sono pezzi, frammenti di
un'antica verità che si è persa
all'inizio del cammino.

Ricorda la tua Luce e scorda il
mondo, la guerra e il sangue
versato per inutili ideali.

Risorgi nel canto, tu che sei
anima, spirito che non ha
catene; libera l'armonia e la
perfezione che ci sono in te, e
riconosci in tutti la stessa
verità; guarda negli occhi del
vicino la tua stessa origine.

Risvegliati nel tuo amore
infinito che hai scordato,
acquista la memoria che non ha
tempo, ascolta i presagi del
cielo, e parti per il lungo
viaggio che ti riporterà a casa.

Nati nel tempo, nella carne;
sconfitti di ogni epoca, delusi,
affamati, angosciati, impauriti,
piangenti, reietti… venite!

Non c'è differenza, perché
dentro di voi pulsa la stessa
Essenza, canta lo stesso Cuore.

Ascolta il canto senza parole,
apri il tuo cuore perché è solo
lì che puoi sentire; apri le
braccia e dona la tua vita al
cielo, fai di te porto di Luce
per le anime che si sono perse,
come te.

Siate navi e vele, per portare
il messaggio di pace e di antica
armonia, siate svegli perché non
ci sono giorni e giorni, né
anni, e neppure secoli, ma c'è
solo un giorno, ed è infinito
per fare e dire le cose giuste,
per amare e diventare saggi; per
Essere e non per avere, per
Donare e non per prendere; siate
voi ciò che siete, e non l'ombra
di paure che lasciano una triste
scia di sofferenza.

Il dolore non vi appartiene, il
piacere è un'illusione che
stordisce; siate voi stessi e
andate, seguite il canto senza
fermarvi mai più…

Chi ha sonno non aspetti altro
sonno, perché il momento del
risveglio è ora!

La pace morde le catene della
schiavitù, la tempesta un giorno
porterà il sereno presagio
dell'armonia, il destino vi
libererà dalla piaga del dubbio,
dalla pena della morte.

Andate anime, andate, a n d a t e,
dove il canto vi porta.

– Anonimo –


"Il cuore è la luce di questo mondo.
Non coprirlo con la tua mente."

(Mooji - Monte Sahaja 2015)