Rispondi a: Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza

Home Forum SPIRITO Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza Rispondi a: Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza

#49020

viandante
Partecipante

LA FIAMMA DELLA TRASFORMAZIONE

Agenda di Mère – libro sesto – 27 novembre 1965

E allora, la Fiamma… Quando si accende la Fiamma, diventa tutto diverso. Ma questa Fiamma è una cosa totalmente diversa: totalmente diversa dal sentimento religioso, dall´aspirazione religiosa, dall´adorazione religiosa (tutte cose che vanno benissimo, sono il massimo che l´uomo può fare e vanno benissimo, sono eccellenti per l´umanità); ma questa Fiamma qui, la Fiamma della trasformazione è un´ altra cosa.

Toh, mi torna in mente adesso: Sri Aurobindo mi ha ricordato una cosa che avevo scritto in Giappone (è pubblicata in Preghiere e Meditazioni), pensa che non avevo mai capito quello che avevo scritto. Avevo sempre tentato e mi dicevo: «Ma che diavolo ho mai voluto dire? Mah!». Mi era venuta così, l´avevo scritta di getto. Si trattava di un bambino che diceva: «Non avvicinarti troppo, perché brucia (non ricordo più come dicesse esattamente) [Preghiere e Meditazioni, 27 marzo 1917: «… Lo vedi nel tuo cuore, questo focolare trionfante; tu sola puoi portarlo senza che divenga distruttivo. Se altri lo toccassero ne verrebbero consumati. Non lasciare dunque che si avvicinino troppo. Il bambino deve sapere che non bisogna toccare l´ardente fiamma che tanto lo attira…».], e sempre mi chiedevo: «Ma cosa rappresenta questo bambino?… A che cosa e perché deve stare attento a non avvicinarsi troppo´??» E, all´improvviso ieri o ieri l´altro ho capito; Sri Aurobindo me l´ha mostrato di colpo dicendomi «Il bambino è l´inizio della nuova creazione, che è ancora allo stadio infantile. Non toccatela, se non volete restarne bruciati – perché brucia».

(silenzio)