Rispondi a: Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza

Home Forum SPIRITO Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza Rispondi a: Sri Aurobindo-Mère e la nuova Coscienza

#49061

viandante
Partecipante

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=

La Luce nelle Cellule

Agenda di Mère – libro ottavo – 21 gennaio 1967 Sta succedendo qualcosa di ancora piuttosto indefinibile. Il corpo era abituato a svolgere le sue funzioni in modo automatico, come qualcosa di naturale, senza porsi cioè il problema della loro importanza o della loro utilità; non aveva ad esempio quel modo di vedere mentale o vitale per cui certe cose sono `importanti´ o `interessanti´ e certe altre no. Proprio no. Adesso però che le cellule stanno diventando coscienti è come se si facessero da parte (Mère fa il gesto di tirarsi indietro): si osservano, incominciano ad osservare quello che stanno facendo, chiedendosi di continuo: «A che serve tutto questo?». E allora vengono prese da un´aspirazione: «Come dev´essere davvero, come? Qual è la nostra funzione, la nostra utilità, la nostra base? Sì, quale dev´essere la nostra base e il nostro `standard´ di vita?». In termini ancora mentali si potrebbe tradurre così: «Come saremo quando saremo divine? Che differenza ci sarà? Qual è la maniera divina d´essere?».
Quella che si esprime qui è tutta questa specie di base fisica interamente composta di migliaia di cose da niente, senza nessunissima importanza in sé e per sé, che hanno una ragion d´essere solo se prese nel loro insieme, nella loro totalità, in quanto supporti per un´altra azione, ma che si direbbe non abbiano nessun senso di per sé. E allora succede di nuovo lo stesso: una specie di ricettività, un aprirsi silenzioso per lasciarsi penetrare, con la percezione sottile sottile di un altro modo d´essere, luminoso, armonioso. Un altro modo d´essere ancora del tutto indefinibile; ma in questo cercare c´è la percezione continua (che diventa visione) di una luce multicolore, di tutti i colori – dove i colori non sono disposti a strati, ma come stessero insieme in tantissimi puntini (gesto) di tutti i colori. E’ stato due anni fa … che ho cominciato a vedere questa luce … Adesso però la vedo di continuo, a proposito di tutto, e pare sia quel che si potrebbe chiamare una `percezione della vera Materia´. Ci sono tutti i colori possibili, insieme, ma non mischiati (stesso gesto punteggiante), insieme in tanti puntini luminosi. Tutto è come fatto di questa luce. Sembra sia il vero modo di essere – non ne sono ancora certa, comunque si tratta di un modo di essere molto più cosciente. E lo vedo di continuo: ad occhi aperti, ad occhi chiusi, di continuo.

.