Rispondi a: Free energy

Home Forum MISTERI Free energy Rispondi a: Free energy

#4910
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1399530968=Rebel]
Mah
Secondo me state mettendo troppa carne al fuoco e confondendo le acque, non voglio essere offensivo, il funzionamento del QEG è molto più semplice di come si possa credere, vi spiego cosa ho capito io, poi voi pensate a quello che volete…
Il muro o la barriera tra la ZPE e l'energia elettrica classica Tesla lo ha sempre attraversato con quello che chiamava carica disruptiva, ossia ……. avete indovinato?

[/quote1399530968]
Bene
ho voluto suggerire alcune informazioni riguardo la probabile natura dell'energia di punto zero, questo non significa che attingervi debba essere per forza ipercomplicato e per il problema della ripetibilità ho suggerito che possa essere legata al luogo in cui si usa il dispositivo, non è un suggerimento complicato
Chiaramente se analizziamo la questione iperdimensionale, allora entrando nei dettagli abbiamo il “complicato”…finchè poi non si semplifica man mano ne afferreremo meglio i concetti.

Di questa “griglia” del pianeta ne accenna anche Stagnaro

“Individui selezionati 'at random', indipendentemente dal sesso, età e razza, posti su un nodo di Curri o di Hartmann (nodi delle omonime reti, dove più intensa è la forza dei flussi energetici terrestri), con l'asse antero-posteriore del capo orientato in senso Nord-Sud, cioè in parallelo con l'asse elettromagnetico terrestre, mostrano uno dei due seguenti comportamenti, consentendo di dividere gli individui in due gruppi nettamente separati da una linea di demarcazione:

Gruppo A): le principali funzioni biologiche, valutate con la Semeiotica Biofisica, per es., sintesi anticorpale, secrezione di melatonina, di somatostatina, di insulina e di prolattina, diminuiscono, risultando significativamente alterate; al contrario, la produzione prolattinica è incrementata”

https://www.altrogiornale.org/print.php?news.4031

http://it.wikipedia.org/wiki/Geobiologia
“Nella pratica, con la geobiologia, si ipotizza di misurare dei presunti “aspetti energetici” di un determinato luogo. Secondo i sostenitori della pratica, esisterebbero diverse caratteristiche di un luogo che influenzerebbero tramite presunte “energie” gli esseri viventi. Nella categoria dei fenomeni tellurici all'attenzione dei sostenitori della teoria, ci sono le faglie, i corsi d'acqua sotterranei, le cavità, i depositi di minerali, i “camini tellurici”, la “rete di Hartmann” e la “rete di Curry”, ed altri.”

————-
“scariche disruptive (fulmini artificiali, archi elettrici),”
http://www.giovaniperlascienza.it/site/?page_id=586

è quello di cui parla anche Moray King
per ottenere un flusso ordinato dalla fluttuazione caotica della zpe servono proprio bruschi spostamenti:

http://www.bibliotecapleyades.net/ciencia/secret_projects/project122.htm
This point is thoroughly discussed in the theories of system self-organization (11,12). Prigogine (13) won the 1977 Nobel prize in chemistry for defining the conditions under which a system could evolve from randomness toward coherence. The conditions are that the system must be far from equilibrium, nonlinear in its dynamics and have an energy flux through it. These conditions are expressed in general system theory terms, and it turns out that the already published theories of the ZPE can, under certain circumstances, fulfill these conditions.

un plasma rapidamente in circolo in un anello di vortice potrebbe indurre una sufficiente interazione con l'energia di punto zero per manifestare un'anomalia gravitazionale. Una invenzione che utilizza la rotazione brusca del campo E per creare carica virtuale presenta produzione di energia eccessiva.
http://www.zamandayolculuk.com/cetinbal/tapzeropointenergy.htm