Rispondi a: Che cos'è il male?

Home Forum SPIRITO Che cos'è il male? Rispondi a: Che cos'è il male?

#49402
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1403531195=Nuzzi]
[quote1403473135=nonnoettore]
penso invece che è proprio l'assenza di valori (che siano questi buoni e cattivi è tutto relativo) che dovrebbe più preoccupare.
In questo caso si tratta di un governo e se hai letto tutto tutto non sono i copertoni il problema più grave…
Sono state fatte delle porcherie e magari ancora vanno avanti così,
con la complicità del qualunquismo e il totale disinteresse di
tante persone per le quali conta più il presente e starci bene con esso.

nonnoettore

[/quote1403473135]

..
Bisogna che le persone tornino a sentire cosa è giusto e cosa no, di per loro, con il loro spirito! Non che sappiano cosa è giusto e cosa no. Perchè lo sanno tutti da anni ma non sembra un grande deterrente per le ruberie e i soprusi e il marcio del mondo.

[/quote1403531195]
Bene qui mi sorge la domanda
Mi sa che da quanto vedo dimostrare negli eventi del mondo, forse esiste realmente una netta divisione a livello “animico” che risale ai primissimi periodi del presunto sviluppo universale sul piano “astrale”, di pura coscienza diciamo.
Si scoprono e rivelano attività talmente assurde che mi appare sempre piu credibile la presenza di un male “puro” che forse non è giustificabile dalla più grande avidità di potere o denaro ..

sono solo ipotesi, pensieri..

http://www.edgarcayce.it/media/benecontro.htm

Egli sapeva che c’è una verità cosmica in tutte le storie sulla guerra tra i figli della luce ed i figli delle tenebre. Storie di questo genere si trovano in Grecia, Scandinavia, Palestina, Persia, India e altrove. Quella verità cosmica è che vi è un nesso demonico fra i terroristi moderni ed i racconti di Cayce di molto antichi manipolatori del corpo, della mente e dello spirito umani, che praticarono in modo illecito in un’Atlantide vacillante per una forza seduttrice sempre presente – e un campo di forze – del male.
Chiamati i figli di Belial (3376-2, 416-1 e 820-1)[color=#ff0000] ed avendo affinità con delle bande rinnegate di angeli, questi tipi di anime continuano a vagare sulla terra.[/color] Nelle letture di Cayce, essi sono il [color=#ff0000]grande simbolo dell’arte dell’egoismo. Non appartengono ad alcuna religione particolare perché possono trovarsi in varie religioni e società in tutta la storia[/color]

http://www.edgarcayce.it/media/ifiglidellalegge.htm

I Figli di Belial furono di un gruppo, o quelli che cercavano di più la gratificazione, la soddisfazione, l’uso di cose materiali per sé,[color=#ff0000] senza pensiero o considerazione sulle loro origini né sulle privazioni nelle esperienze di altri. O, in altre parole, come lo definiremmo oggi, essi erano quelli senza un criterio di moralità.[/color]
L’altro gruppo – – quelli che seguirono la Legge dell’Uno – – avevano un criterio. I Figli di Belial non avevano un criterio, eccetto quello del sé, dell’esaltazione del sé.