Rispondi a: Avete fiducia nella medicina moderna?

Home Forum SALUTE Avete fiducia nella medicina moderna? Rispondi a: Avete fiducia nella medicina moderna?

#49725
farfalla5
farfalla5
Partecipante

a qualcuno potrebbe essere d'aiuto…
ve la giro questa mail come mi è arrivata

Carissimi Amici.
In questa Estate forse un po' calda (ma è comunque estate!) volevo parlarvi di una Storia che è accaduta ad un mio amico Musicista.
La Medicina, come sappiamo, può salvare. Ed è tipico dei paesi sviluppati avere molti medici. Se in Svizzera, ad esempio, vi è un Medico ogni 230 abitanti (ma in Europa la media è quella, con poche variazioni, in tutti i paesi almeno nella parte Occidentale), in Mozambico, ad esempio, la media è di un Medico ogni 30.000 abitanti.

Quindi, spezziamo una lancia in difesa della medicina, che davvero può salvare la vita alle persone.

Tuttavia, la Medicina può anche uccidere, se mal utilizzata. Negli Stati Uniti muoiono in media, ogni anno, circa 130.000 persone per errori fatti da Medici.
Un mio amico diceva che per difendersi dai medici, quando non curano ma uccidono, occorre essere un po' tutti “Mezzi medici”. Vale a dire che lo scopo è capire quando una proposta curativa di un Medico è valida e quando invece non solo è inutile, ma addirittura dannosa per la nostra salute.

L'esperienza che racconto, accaduta ad un mio amico, appare davvero incredibile.
Questo amico Pianista, da mesi, soffriva di mal di testa, anche molto forti. Che non accennavano a diminuire, ed anzi peggioravano con il tempo.
Il mio amico si è quindi rivolto ad un medico, che lo ha inviato a fare una serie di esami specialistici. Dopo avere effettuato tutti gli esami del sangue standard, non venendo rilevato nulla, è stato inviato da un Endocrinologo per esami ghiandolari, quali quelli alla Tiroide (UES T3, T4, Tsh). Tutto negativo!
I Medici non capivano nulla. E gli stavano proponendo altri esami per capire (non so di che tipo, però!).

Allora, la madre di questo mio amico gli aveva chiesto se gli avevano provato la pressione. La risposta, incredibile a dirsi, era stata negativa: in tutti questi mesi di controlli, nessun Medico aveva mai pensato di provargli la pressione!
Lo fece la madre di lui, utilizzando un apparecchio che aveva a casa, e che oggi si trova facilmente in farmacia.
Con grande sorpresa, la pressione rilevava un valore minimo di 120. Quindi altissimo, visto che la minima dovrebbe essere sotto i 90, e se è sotto i 100 si parla già di situazione di rischio.

Ecco trovata la causa del mal di testa. La pressione arteriosa decisamente fuori misura! Ma nessuno ci aveva pensato!

Il mio amico fu quindi messo in cura con Diuretici e Beta Bloccanti. Che però gli provocavano forti effetti collaterali.
ma da un esame era risultato basso il Potassio. Qualcuno si è quindi preso la briga di chiedere se consumasse qualche prodotto.
E si è trovata la causa di tutto: il mio amico consumava grandi quantitativi di Liquirizia. Le famose “Tabù”, che sono Liquirizia pura. La Liquirizia, come ben sappiamo, alza la pressione. Consumandone molta, la pressione era quindi alta.
Inoltre, pare che la Liquirizia in eccesso faccia eliminare potassio. E, somministrando diuretici, la situazione peggiorava ulteriormente!
Smesso il consumo di Liquirizia, la situazione si pè rapidamente normalizzata, ed ora il mio amico ha una pressione di 125 – 75.

L'episodio si commenta da solo. E dice come spesso, i Medici, pensino solo ad un settore specifico, senza capire che l'Essere è “Uno”, e quello che accade ad esempio allo stomaco influisce su quello che accade al cuore, ad esempio.


Un altro episodio, relativo ad un'Amica. Questa amica aveva, oltre che una pressione superiore alla norma (valori di minima che si avvicinavano anche a 100, e comunque sempre attorno a 95 – 98), un divario tra minima e massima pressione molto basso.
Questo divario è proporzionale alla gittata cardiaca, vale a dire al volume di sangue che il cuore pompa in una singola pulsazione.

La mia amica, quindi, pareva avere una gittata cardiaca bassa. Questo ha suggerito al Medico esami più approfonditi a livello cardiaco.
naturalmente, il Cardiologo, pensando solo al Cuore, non ha pensato che la causa potesse essere altro.
Quando ecco che mi è balenata in mente un'idea: la Tiroide influisce anche sulla gittata cardiaca! Ho detto allora alla mia amica se aveva fatto un controllo alla Tiroide. Mi ha detto di no. Le ho suggerito di farlo. Così ha fatto, ed in effetti è risultata leggermente ipotiroidea. Ecco spiegato il motivo della bassa gittata cardiaca!
Avrebbe potuto andare incontro ad un “Calvario” di esami clinici, senza peraltro arrivare ad alcuna spiegazione.
Ma, come detto, il Cardiologo è focalizzato solo sul cuore, senza pensare che il Sistema Endocrino influenza anche quello Cardiocircolatorio!

Ancora, la madre di una mia amica, anni fa, ha cominciato a rilevare alcune ferite che si aprivano sulle gambe, le quali si rimarginavano con difficoltà.
Ovviamente, il Dermatologo pensa solo alla pelle ed ai suoi problemi. Quindi, ha cercato il problema nella pelle, dando alla madre della mia amica creme per aiutare a risolvere il problema. Il quale non si risolveva.
La mia amica, poi, ha pensato che uno dei sintomi del Diabete (il quale, però, per mesi o anni è asintomatico, e quando i sintomi compaiono è già molto avanzato!) è proprio la non rimarginazione delle ferite. Un controllo della Glicemia e altri esami hanno rilevato la Patologia Diabetica. Alla quale si doveva il problema.

Infine, possiamo ricordare il film “Caro Diario”. Dove, nell'ultimo episodio, Nanni Moretti narra la sua esperienza con un Linfoma di Hawking.
I suoi sintomi sono pruriti, sudorazione eccessiva, dimagrimento. Naturalmente, i vari Dermatologi avevano pensato ad un problema della pelle, dando creme e farmaci, che ogni volta cambiavano, assolutamente inutili, e costringendolo a portare calze lunghe anche d'Estate.
Solo recandosi in un Centro di Medicina Cinese, uno dei Medici gli ha suggerito una radiografia toracica. La visione più globale, e davvero “Olistica” di questi Medici, ha suggerito la cosa più evidente, che però non lo era per i Medici precedenti.
Ancora il Radiologo aveva diagnosticato un Sarcoma, non compatibile con alcuna cura. ma come dice Nanni Moretti, “Per fortuna il Radiologo non ci aveva azzeccato”!

Sono solo alcuni esempi. ma che dicono come la Medicina ed i Medici possono anche uccidere.
la Conoscenza è quindi necessaria, per capire che cura stiamo utilizzando, e capire se è opportuna per noi. Occorre vedere il Medico non come un essere infallibile, ma come una persona fallibile, che però ci può aiutare. Per farlo, occorre collaborare con lui, anche nel comprendere cosa ci sta facendo e somministrando.
Per capire che, forse, non sta seguendo la strada giusta per aiutarci. E quindi ricorrere ad altro.

Sapendo, però, che, contrariamente a quello che spessi ci dicono, “C'è sempre un'altra possibilità”. Sempre.

Lo scopo di questo Gruppo è, tra gli altri, anche quello di aiutare ed aiutarci a raggiungere quella comprensione e conoscenza che ci permette di utilizzare la Medicina per salvarci e non per ucciderci.

A tutti voi un augurio perché questa Consapevolezza possa essere sempre più in voi.

Sergio.


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.