Rispondi a: La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura.

Home Forum SALUTE La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura. Rispondi a: La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura.

#50139
sphinx
sphinx
Partecipante

Guarda Inneres( anche tu siculo? ) lascia perdere..davanti a tanta ignoranza non varrebbe nemmeno la pena di rispondere..
Questi sono i soliti ottusi e scontati discorsi di chi non è vegetariano o di chi lo è (?) come in questo caso,ma certo non per motivi etici..
Effettivamente qui bisogna fare un distinguo. Se si è vegetariani o vegani per motivi salutistici o modaioli,vanno bene tutte le cavolate che tirano fuori,vai tranquillo che prima o poi tornano a mangiare cadaveri.
Ma se sei vegetariano per motivi etici..anzi se sei VEGANO per motivi etici,perchè i vegetariani etici,sappiano che la produzione di formaggi comporta l'utilizzo del caglio,che è un prodotto prelevato dallo stomaco degli ovini..quindi è esattamente come mangiare carne..c'è anche il caglio vegetale o batterico,ma questo non assolve la coscienza di chi ha pietà per i tormenti che vengono inflitti ai nostri amici animali,in quanto la produzione di latte sottopone mucche,pecore,bufale e capre a tormenti indicibili…

Idem per quanto riguarda la produzione di uova…i lager nazisti in confronto a quello che fanno subire alle galline,erano un paradiso..alle galline…i polli vengono utilizzati poco…giusto per la riproduzione. Viene fatta una cernita sui pulcini quando nascono..maschio..femmina…maschio…maschio…femmina..li dividono…le femmine verranno stipate a finire i loro giorni in gabbie 21×29 (due per gabbia) dove per loro sarà impossbile muoversi..in queste condizioni letteralmente impazziscono e si beccano tra loro..è per questo che prima gli viene tagliato il becco..pare faccia piuttosto male..che ne dite?
Torniamo ai pulcini..i maschi,tutti quei maschi vengono ritenuti inutili e quindi vengono tritati vivi..no,non li anestetizzano prima..
Ma questa e' solo una piccola parte dell'ameno quadretto.

Io non lo so cosa mangiava Gesù,( questione che tira in ballo il”santone”)..e se te la devo dire non mi interessa poi tanto..ma quello che mi viene da pensare in proposito è che per quanto io sia in disaccordo con l'uccisione e l'allevamento di animali comunque,mi si darà atto che ai tempi di Gesù doveva essere tutto meno esasperato,,di sicuro non c'era questo consumo di carne e quindi gli allevamenti non erano così intensivi e aberranti..
Io non ce lo vedo oggi un Gesù nutrirsi in maniera disinvolta di tanto dolore..
Comunque,cosa fanno o hanno fatto gli altri mi riguarnda poco. Io so cosa faccio e posso fare io..IO non posso nel modo più assoluto nutrimi di tanta sofferenza e rendermi così complice di questo abominio.
E se nell'affettare un pomodoro o una melanzana(sempre per citare il santone) non mi si strazia l'anima,mi si perdonerà tanta indifferenza..
Ti auguro tutto il bene del mondo.
:cor: