Rispondi a: La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura.

Home Forum SALUTE La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura. Rispondi a: La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura.

#50209

Spiderman
Partecipante

[quote1306474328=InneresAuge]
Ragazzi la mia ragazza vorrebbe diventare vegana, però c'è il problema della B12 che spesso viene affrontato in rete con un po' di leggerezza…
Sto cercando di capirci qualcosa e sembra che non ci sia nessuna fonte non animale pulita igienicamente ad averla, perché è frutto dei batteri… e ne servono 2-3 mcg.
Fortunatamente si accumula nel fegato, anche se gli antibiotici o altri farmaci possono ridurre la scorta accumulata negli anni magari con una dieta onnivora.
Sembra che nell'antichità, si mangiava sporco… e quindi se si sopravviveva alle infezioni, anche con una dieta vegana avevamo abbastanza B12…
Che fare? Il blog seguente è di un ovo-lacto-vegetariano, con toni talvolta provocatori, ma che fa riflettere su un problema non da poco.
Non condivido molto l'utilizzo degli integratori, lo trovo un approccio troppo poco naturale… di contro oggi come oggi non c'è modo di avere latte e uova totalmente cruelty-free. Io compro uova bio, però penso ai galli che finiranno al macello e le galline quando smettono di fare uova…

[/quote1306474328]

Ciao Inner 🙂 La b12 è il “neo” dell'alimentazione vegana ed è diventato il cavallo di battaglia di chi la vuole denigrare. Personalmente ho risolto così http://www.ilvasodipandora.it/long-life/vitamina-b12.html e dopo quasi 9 anni non ho nessuna carenza (idem mia moglie, anche lei vegana). Ti consiglio questa lettura http://www.agireora.org/info/news_dett.php?id=190 e se permetti ti consiglio anche di non ritenere innaturale un integratore visti i tempi in cui viviamo. Tieni presente che tanta gente è convinta di ricavare la b12 dalla carne quando in realtà anche gli animali di cui si nutrono vengono integrati di b12 con integratori “nascosti” nel cibo. Qua http://www.zimoferment.com/italiano/prodotti/suini.html e qua http://www.regione.piemonte.it/sanita/sanpub/vigilanza/dwd/pubblicazioni/bse/cap5.pdf trovi chiarimenti in merito.