Rispondi a: La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura.

Home Forum SALUTE La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura. Rispondi a: La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura.

#50762

viandante
Partecipante

per non ripetermi riposto un mio scritto di qualche mese fa.

“Questa mattina ho deciso di attirami le ire di tutti i vegetariani, non perchè non rispetti questa scelta, ma perchè sento la necessità di sottolineare alcuni punti che se non chiari possono portare ad atteggiamenti intransigenti.
Evidentemente questo argomento,di sicuro interesse per il benessere psicofisico e spirituale ,va sviscerato piu' in profondità ,e chiedo pertanto anche una vostra partecipazione.
Riporto intanto alcune cosiderazioni fatte da Sri Aruobindo ,apparentmente contradditorie,che ho letto sulla rivista “Domani”,tratte da “colloqui con Sri Aurobindo.
In un passo dove racconta in quale modo si sia avvicinato al percorso dello yoga dice:”in questo p periodo adottai anche l'alimentazione vegetariana che porto' al fisico una sensazione di leggerezza e di purificazione.”
Nirodbarad:”cosa si puo' dire della dieta a base di carne?Vivekananda non la escludeva.”
Sri Aurobindo:”la carne ha propietà rajasiche e conferisce al fisico una certa forza ed energia. Questa è la ragione per cui Kshatrya(la casta dei guerrieri)non rinunciavano alla carne. Vivekananda ne promuoveva il consumo per innalzare il nostro popolo dall'inerzia di tamas al dinamismo di rajas.
Tratto da un colloquio tra Satprem e Mère
Agenda vol. 6. Satprem:”trovo che tutta questa carne che mi danno “per rimettermi” mi appesantisca,soprattutto adesso che ricomincia il gran caldo. Non potrei tornare ai cibi vegetariani?
Mère:”seguire una dieta vegetariana non influenza minimamente la coscienza,ne sono piu' che certa. Invece una dieta a base di carne puo' dare al corpo un senso di grande solidità; e la solidità ,a mio avviso,è importantissima. Io non ci credo a una spiritualità “etereizzante”,fa parte della vecchia falsità di una volta.
Io non credo che ll'impressione di essere “leggeri” sia un'impressione positiva. Infatti, sia l'una che l'altra, la pretesa leggerezza e la pretesa pesantezza, non hanno ASSOLUTAMENTE nulla a che vedere con lo yoga e la Trasformazione. Si tratta solo di sensazioni umane. La verita' invece è tutt'altra, non dipende affatto da queste cose. La verità, beh, sta nell'aspirazione cosciente delle cellule verso il Supremo: è l'unica cosa che possa trasformare davvero il corpo. E non dipende affatto, affatto, dal campo delle sensazioni.
Al contrario, è bene che i nervi mettano giudizio; anzi io credo che una volta fortificati , il loro primo movimento sia quello di tranquillizzarsi- ecco come mai viene questa impressione di pesantezza, un'impressione quasi di tamas; mentre invece si tratta di una specie di tranquilla stabilità, che è necessaria. Ecco. Io la vedo cosi'.”

Come potete ben vedere la visione di Sri Aurobindo e di Mère non era certamente settaria ,ma proponeva le diverse soluzioni, a seconda dei casi e delle necessità.
Ad ogni modo, convengo nella maneria piu' assoluta con la denuncia fatta dei vegetariani quando mettono in evidenza il modo in cui oggi gli animali vengono trattati, quindi semmai va corretto questo modo barbaro e incivile di produrre la carne e di coseguenza fare scelte piu' consapevoli nell'acquisto degli alimenti. Questo pero' non ha nulla a che fare con la posizione che essi prendono quando sostengono che vengono ammazzati esseri viventi, anche la piante lo sono ,ed anche esse soffrono se trattate in un certo modo. Questo fa parte del modo di funzionare della natura(catena alimentare),almeno fino ad oggi.
Daltra parte se si vuole mettere in evidenza l'aspetto salutistico, bisognerebbe prendere posizione piu' veemente nei confronti di un certo tipo di alimentazione che fa uso smodato di farinacei raffinati,zuccheri raffinati ,olii saturi, conservanti usati per gli alimenti,latte, latticini e compagnia cantando, veri responsabilii delle malattie croniche degenerative, che rappresentano la piu' alta causa di morte nel mondo occidentale.
Credo a questo punto, che la nostra dovrebbe essere una scelta personale di consapevolezza,che ci dovrebbe portare a scegliere una alimentazione che soddisfi le nostre esigenze,sia salutistiche sia spirituali ,e non dettata da credi precostituiti, buttando sempre un occhio sulla provenienza degli alimenti che scegliamo,siano essi animali o vegetali.

@solone,canini o no, è un fatto scientificamente provato che siamo onnivori.
Intere popolazioni si sono eslusivamente di carne anche per motivazioni geografiche(vedi per es. gli eschimesi)